Slider by IWEBIX

Rough Is The Key Fest : il 17 febbraio a Roma

Pubblicato il 10/02/2012 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:54

***************************************************
Evento: “ROUGH IS THE KEY”: GodWatt Redemption + Misty Morning + UntAgged @ Dimmidisi club
via dei volsci 126, Roma – San Lorenzo (RM)
****************************************************

“ROUGH IS THE KEY”: GodWatt Redemption + Misty Morning + UntAgged @ Dimmidisi – San Lorenzo (RM)

rough=ruvido, rude, duro. Questi gli aggettivi scelti per descrivere il concerto che si terrà Venerdi 17 Febbraio.
GodWatt Redemption, i macigni del frusinate, pronti per l’imminente uscita del nuovo lavoro “The Rough Session” (prevista per il 3 marzo), infiammeranno il palco con il loro incandescente heavy groove;
Misty Morning, heavy rockers romani che tornano dal letargo di preproduzione, presenteranno in anteprima brani dell’imminente full lenght e vi faranno viaggiare su rotte siderali alla ricerca del santo fungo;
Untagged, band che esce dagli schemi italiani del punk hardcore mescolandolo col roll, grunge, stoner, trash, blues; a detta degli stessi “finora chi ci ha dato un palco nn si è mai pentito o nn è vivo x raccontarlo…”.
Queste le band che si alterneranno sul palco del DimmidiSi di SanLorenzo!
E se le fiamme soniche non vi sono bastate: a seguire Disco Alternative!
ArteRomaEventi presenta “Rough is the Key”: Rockers, fatevi sotto!

Tessera: 5€

Quando: Venerdi 17 Febbraio, 21:30.
Dove: Dimmidisi club, via dei volsci 126, Roma – San Lorenzo

Pagina Facebook dell’evento: http://www.facebook.com/events/106581829466578/

GodWatt Redemption bio

I godWatt Redemption nascono nel giugno 2006 nella provincia frusinate dalla mente del chitarrista/cantante Moris Fosco e del bassista Mauro Passeri a.k.a. “Motorgeezer”, spinti dalla passione per un heavy rock roccioso, “scuro” e semplice di matrice ‘70 ed ispirato a grandi nomi come Black Sabbath, o ad i più recenti Cathedral e Kyuss. Dopo diverse prove con musicisti della zona reclutano il furioso e giovane Andrea “Junkie” alla batteria, con il quale trovano stabilità, complicità e nuova ispirazione. Dopo aver girato più o meno per l’Italia, suonato in importanti festival del settore e pubblicato un demo (s/t, 2007) e un disco autoprodotto (“The Hard Ride Of Mr. Slumber”,2008), si apprestano a registrare un nuovo disco, in uscita il quest’anno, caratterizzato da riff heavy e groove settantiano, come nella migliore tradizione gWr.

Misty Morning bio

L’origine in vitro dei Misty Morning avviene nel 1995, da El Brujo Luke (Luca Moretti: voce e chitarra) che, insieme a MaxBax (Massimo Vendittozzi: basso), mantiene quest’entità in fase embrionale fino al 2007, anno in cui Frankie Insulina (Francesco de Dominicis: batteria) si unisce alla band. Dopo un anno di attività live il trio è pronto per incidere il cd autoprodotto “Martian Pope” che riscuote una grande accoglienza di pubblico e stampa. Il 2009 un’intensa attività live e vari passaggi radiofonici statunitensi consentono alla band di firmare per l’etichetta inglese Doomanoid Records che remixa e rimasterizza il primo lavoro impreziosendolo con una “The Wizard”, storico brano dei Black Sabbath, completamente stravolta e riarrangiata dai tre. Tutto ciò permette ai Misty Morning di raggiungere i palchi d’Irlanda e d’Inghilterra. Nella primavera del 2010 i Misties rimpinguano le fila con un nuovo componente: “rejetto” (Massimo Melina: tastiera, sample e vocoder). Psichedelia e Progressive si insinuano tra i rocciosi fraseggi e la band inizia a curare maggiormente le esibizioni dal vivo arricchendole di video proiezioni: è l’era della “Misty Morning Screen Experience in Cinemascope” e della serie di eventi romani “Meet the Misties”, sempre affiancati da band di rilievo della scena rock romana. La band ha recentemente rilasciato un maxi singolo in vinile rosso trasparente, 12” a 45 giri, dal titolo “Saint Shroom” apripista del nuovo album, sempre targato Doomanoid Records.

UntAgged bio

” Gli Untagged nascono nel 2008 da un volantino e trovano subito voglia di uscire dagli schemi italiani del punk hardcore miskiandolo col roll,grunge,stoner,trash,blues e tutto quello ke passa x queste teste di untagged(no xditempo!!)..15 brani all’attivo (quasi tutti ancora da registrare) e finora ki gli ha dato un palco nn si è mai pentito o nn è vivo x raccontarlo…..”

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *