Slider by IWEBIX

Manowar – Battle Hymns (1982)

Pubblicato il 14/02/2012 da in Classici | 0 commenti

Titolo: Battle Hymns
Autore: Manowar
Genere: Heavy Metal
Anno: 1982
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:232

Non erano ancora ricchissimi, non erano ancora impegnati nella crociata contro i posers, sicuramente erano ancora alla portata dei fans per andare a bere una birra insieme o fare due chiacchiere in un pub. Questi erano i Manowar di “Battle Hymns”, anno 1982. Erano dei Manowar al primo album, che uscì per l’etichetta Liberty Records. Un album molto particolare, probabilmente non il migliore, dato che già nei successivi la direzione fu più chiara, il songwriting migliore e l’impronta epica più definita. Ma “Battle Hymns” è l’inizio di una storia che è diventata leggenda nel corso degli anni, con i Manowar che sono diventati delle star e che, nel bene e nel male, hanno sempre fatto parlare di sè con le loro innumerevoli uscite, iniziative, prese di posizione, concerti, ecc.ecc.
In “Battle Hymns” c’è tanta potenza, ci sono brani più classicamente metal come l’intramontabile opener “Death Tone”, “Metal Daze” e “Fast Taker”, c’è l’inno ancora oggi cantato da tutti i fans “Manowar”, ci sono musicisti non ipertecnici ma che sanno emozionare e c’è l’ugola già eccezionale di Eric Adams, che nel corso degli album successivi saprà diventare ancora più incisiva. E poi, separati dalla tamarrissima “William’s Tale” in cui il bassista Joey Di Maio ci mostra quanto già allora i Manowar amassero la musica d’opera italiana, troviamo “Dark Avenger” e la conclusiva “Battle Hymn”, due embrioni di epic metal di rara bellezza. Se “Dark Avenger” – introdotta da Orson Welles – ci mostra il lato più oscuro della guerra narrandoci le gesta del vendicatore oscuro che torna dal regno dei morti, ecco che “Battle Hymn” ci mostra la battaglia aperta, con gli schieramenti pronti alla lotta e con un’atmosfera che rivive perfettamente nel lavoro di chitarre di Ross “The Boss” e nell’urlo di Eric Adams, un “Kill!” che vedrà alla fine un solo vincitore. Non erano ancora i “Kings Of Metal”, ma con “Battle Hymns” i Manowar stavano arrivando e nessuno li avrebbe più fermati. Un debut album assolutamente da avere per chiunque si definisca anche un semplice ascoltatore di heavy metal.

Tracklist:
1. Death Tone
2. Metal Daze
3. Fast Taker
4. Shell Shock
5. Manowar
6. Dark Avenger
7. Williams Tale
8. Battle Hymns

Lineup:
Eric Adams – Vocals
Joey DeMaio – Bass Guitar
Ross “The Boss” Funicello – Guitar
Donnie Hamzik – Drums

Sito ufficiale: www.manowar.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *