Slider by IWEBIX

25/02/2012 : Still Doomed Fest (Parma)

Pubblicato il 23/03/2012 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:237

25/02/2012 : Still Doomed Fest – Onirica Club (Parma)

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Complice il consueto orario di inizio concerti a ora decisamente tarda, divenuto ormai uno dei trademarks dell’Onirica Club, prima di partire alla volta del locale sito nella periferia parmense il sottoscritto ha avuto il tempo di guardare in tv un evento calcistico atteso da milioni di appassionati. Dalla partita meglio nota come “il ritorno della banda Bassotti” (questa era per Buore ndMax) ad a una piccola festa doom metal dove si sono riuniti poco meno di duecento appassionati intrigati dalla chance di assistere ad una delle primissime esibizioni italiane dei cult metallers Pagan Altar. Anche questa è l’Italia, dallo sport nazional-popolare ad un ritrovo per pochi intimi, decisamente molto più di nicchia.

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Il primo gruppo che riesco a vedere sono i DOOMRAISER, formazione capitolina dedita ormai da molti anni ad un doom metal piuttosto roccioso e compatto impregnato di atmosfere plumbee e da viaggio anche grazie ad interessanti inserti di moog ad opera del vocalist Nicola Rossi. Il membro della band con la stage presence più carismatica, al di là del citato frontman, è certamente il bassista Andrea Caminiti, che non disdegna di certo l’uso di effetti che danno quel tocco “stoner” in più al sound della band, ed è particolarmente prodigo di gesti piuttosto teatrali e solenni. La formazione dal vivo ha davvero un buon tiro e di certo non indugia troppo sulle cadenze più lente tipiche di questo sound (pensate ai Candlemass di “Black Dwarf”) riuscendo così ad essere meno indigesta anche agli estimatori del metal più classico. I Doomraiser hanno già sfornato tre dischi (l’ultimo è “Mountains Of Madness” del 2011) e diversi 7″, puntando anche sulla valorizzazione dei vinili a tiratura rigorosamente limitata, da sempre un oggetto di culto per gli appassionati del genere e degli artworks originali. Da tenere d’occhio.

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Con i genovesi ABYSMAL GRIEF ci si sposta maggiormente verso il gothic horror, con le tastiere ad assurgere ad un ruolo di primaria importanza. Il cantato alterna vocals più estreme a parti più clean quasi da crooner. Pensate a dei Death SS miscelati con i Moonspell e alle atmosfere tenebrose delle soundtracks dei Goblin. Il tutto senza mai far emergere troppo la matrice chitarristica in fase solista ma piuttosto cercando di enfatizzare sempre l’aspetto più groovy e da viaggio di certi semplici impianti armonici ossessivi. Un altro punto di riferimento della band, a voler fare un altro bel complimento a questi ragazzi che, pur con diversi cambi di line-up, stanno insieme dal 1995, pare essere anche l’Alice Cooper più horror e lugubre di “Welcome To My Nightmare”. Non mi sembra una coincidenza che, come è sempre accaduto per i Death SS e per tante altre bands che propongono un horror dark rock molto teatrale, gli Abysmal Grief hanno fans decisamente più scatenati del solito. Non capita spesso di vedere ragazze lanciarsi sui ragazzi delle prime file facendo stage diving durante dei pezzi di gothic horror, senza dimenticare un assatanato (probabilmente abbeverato con sangue ad alta gradazione alcoolica direttamente dal maligno in persona) che ha minacciato di uccidere un amico per un motivo non meglio identificato. The dark side of rock’n’roll.

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

L’arrivo sul palco del vocalist dei PAGAN ALTAR Terry Jones – dopo che il resto della band, con l’altro membro fondatore Alan Jones a sfoggiare una camicia decisamente poco metallica, ha già occupato il proprio posto nel minimale e minuto stage del locale – è di quelli da ricordare con un certo affetto. A volte basta poco per creare un’atmosfera oscura. Come un impermeabile lungo e un cappello molto british old style indossati da un uomo che ha oltrepassato la sessantina da un pezzo ma che mantiene un magnetismo non indifferente. Aggiungete un po’ di fumo da palco e con un po’ di fantasia potreste anche pensare di avere davanti Jack lo squartatore arrivato nel futuro con la macchina nel tempo (come in un vecchio film di culto). E Jack… ehm Terry canta ancora bene. Dal punto di vista musicale i Pagan Altar possono vantare in Alan Jones uno dei chitarristi solisti più sottovalutati della NWOBHM, un genere al quale il gruppo inglese è stato sempre associato per motivi cronologici anche se in realtà i Jones hanno sempre creato un sound più oscuro, epico e doomy rispetto alla maggioranza delle altre formazioni emerse nella seconda metà degli anni ’70 nella terra natìa della musica heavy. Alan Jones suona con buona tecnica ma soprattutto con grande feeling e ha il merito di aver scritto un gran numero di giri melodici di grande fascino nei pochi album pubblicati dalla formazione inglese. Lo status di cult band per i Pagan Altar è assolutamente il minimo per una band di assoluto valore che non ha mai goduto di grande visibilità perchè non ha mai visto il proprio materiale distribuito da una label che non fosse solo una piccola etichetta indipendente. E’ un vero peccato che pezzi come “Pagan Altar”, “Samhein”, “Lords Of Hypocrisy” e la stupenda “Reincarnation” rimangano tuttora gemme sconosciute ai più. Quest’ultima perla, non in scaletta, è stata suonata nei bis dopo essere stata richiesta dal sottoscritto ad Alan durante lo show, niente male per una band che ha pure aggiunto la vecchia “The Aftermath” al set regolare per concludere al meglio un’esibizione davvero riuscita ed accolta in modo caloroso da parte di tutti i presenti.

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Al termine dello show, vista la grande disponibilità manifestata durante la perfomance, mi sono intrattenuto qualche minuto a parlare con i “fratelli” Terry ed Alan Jones, scoprendo dalla loro viva voce un paio di aneddoti interessanti. Jack lo squartatore dovrebbe essere il protagonista di uno dei nuovi brani in fase di songwriting, per un nuovo disco che dovrebbe mantenere l’aura dark e l’alone di epicità tipici della band. La seconda curiosità scoperta è in realtà uno dei piccoli “best kept secrets of heavy rock music”, e cioè che il singer Terry è in realtà il padre del chitarrista Alan e non suo fratello (come in molti pensano), anche se hanno fondato insieme la band nel lontano 1976 (quando Alan di anni ne aveva solo quattordici!), cosa che rende Terry Jones probabilmente uno dei cantanti di heavy rock più longevi ancora in attività, senza dimenticare Bobby Liebling dei Pentagram. Non c’è che dire, il doom è davvero una musica “senza tempo” e il pensiero che ci siano ancora degli ultrasettantenni in forma ed alle prese con registrazioni di nuovi dischi e tour in giro per il mondo mi manda a nanna con un bel sorriso sulla bocca.

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

La bella serata all’Onirica è terminata dopo le tre di notte con un breve show acustico del chitarrista finlandese KIMI KARKI (meglio noto come Peter Vicar) di Lord Vicar e Reverend Bizarre che ha proposto qualche pezzo solista e diverse covers. Tra queste una bella versione di “Thirteen”, gran pezzo di Glenn Danzig scritto per Jonny Cash, e un classico di Leonard Cohen. Altri “men in black”, anche senza le chitarre distorte.

Di seguito altre foto della serata, sempre opera di Massimo “MaxMoon” Guidotti.

Doomraiser

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Abysmal Grief:

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Pagan Altar:

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Kimi Karki:

Live report Still Doomed Fest - Pagan Altar - Parma

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *