Slider by IWEBIX

18/02/2012 : Finnish Metal Expo (Helsinki)

Pubblicato il 5/04/2012 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:182

18/02/2012 : Finnish Metal Expo (Kaapelitehdas, Helsinki)

Live report Finnish Metal Expo

Radio Rock Main Stage
15:30-16:30 EVERGREY
17:00-17:30 GHOUL PATROL
18:00-18:30 AMORAL
18:30 FINNISH METAL AWARDS
19:15-19:45 ENGEL
20:30-21:30 FLESHGOD APOCALYPSE
22:15-23:15 TURISAS
00:00-01:30 STAM1NA

Second Stage
16:30-17:00 PRESSURE POINTS
17:30-18:00 FOR THE IMPERIUM
18:45-19:15 ORANSSI PAZUZU
20:00-20:30 SINISTHRA
21:30-22:15 ODDLAND

Il secondo giorno di festival si presenta forse più allettante del precedente per il pubblico finlandese, visto che, a parte qualche eccezione svedese (Evergrey e Engel) e italiana (Fleshgod Apocalypse), il programma prevede tutte band del luogo, che rendono il festival degno del suo nome.

Live report Finnish Metal Expo

Dopo un’intervista (che presto potrete leggere qui su Entrate Parallele!) a Mathias Nygård, cantante dei Turisas, e un bel giro per gli stand del festival, affollati di fan e musicisti famosi, il primo concerto a cui assistiamo, incuriosite dal considerevole affollamento nel salone del main stage, è quello degli AMORAL. Questa band non è nuova sulla scena, visto che ha alle spalle cinque album, ma è molto lontana da quello che era in origine, essendo passata da un pesante death metal a un metal molto melodico e tendente al power, grazie alla sostituzione della voce growl con il pulito di Ari Koivunen. Sebbene a molti fan di vecchia data questo cambiamento non sia piaciuto (forse esiste un motivo per cui gran parte delle prime file fosse composta da ragazzine?), nel corso degli anni la band ne ha trovati di nuovi, molti dei quali si sono radunati qui al Finnish Metal Expo. Nonostante il tempo a disposizione sia poco, la band riesce a dare il meglio di sè con cinque canzoni, ovvero “Beneath”, “Mute”, “(Won’t Go) Home”, “Release”, “Silhouette”. Il quintetto finlandese trasmette buonumore e dà l’idea di essere un gruppo che sul palco prima di tutto si diverte. Un tocco in più viene dato dai capelli svolazzanti di Ari (che sembra giovanissimo!) grazie ai ventilatori posti sotto il palco e dall’enorme simbolo della band, creato con tante lucine, sullo sfondo.

Live report Finnish Metal Expo

Conclusa la performance degli Amoral, il pubblico non si schioda dalla propria postazione e, anzi, si comprime di più con l’arrivo di altri appassionati. Alle 18.30, infatti, sul main stage vengono finalmente annunciati i vincitori dei FINNISH METAL AWARDS dell’anno appena trascorso, ovvero premi riguardanti varie categorie ottenuti grazie ai voti dei fan via Internet e SMS. Che dire, i Turisas hanno letteralmente sbancato quest’edizione dei Finnish Metal Awards, accaparrandosi ben quattro premi su sette! La classifica dei vincitori di ogni categoria viene annunciata da due presentatori sullo stage, che, prima di rivelare il primo classificato (che poi arriva sul palco per essere premiato), si divertono a stuzzicare la curiosità del pubblico con scherzetti in finlandese e tanta suspence, cosa che, però, non funzionerà a lungo data la continua apparizione dei Turisas sullo stage. Alla fine, rassegnati, i presentatori chiedono al pubblico di indovinare il vincitore della categoria più importante, ovvero quella della miglior band del 2011: qualcuno urla “Stam1na” e pochi altri qualcos’altro, ma la maggioranza fa esplodere un potente “TURISAS!!!”, ovviamente indovinando. All’ennesima entrata in scena della band, il cantante Mathias chiede (in finlandese) alla presentatrice qualcosa del tipo “e questo premio per cos’è?!”. Come biasimarlo, dopo tutti questi premi! Il sestetto di Hämeenlinna, infatti, ha vinto le categorie “Band Of The Year”, “Album Of The Year”, (con “Stand Up And Fight”), “Album Artwork Of The Year” (sempre con “Stand Up And Fight”) e Mathias Nygård ha vinto la categoria “Vocalist Of The Year”. Come se non bastasse, il violinista Olli Vänskä è arrivato secondo nella categoria “Musician Of The Year”.

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo


Di seguito l’elenco completo dei vincitori, che potete trovare anche sul sito www.fme.fi:

BAND OF THE YEAR 2011:
01. Turisas
02. Insomnium
03. Nightwish
04. Amorphis
05. Amoral
06. Turmion Kätilöt
07. Before The Dawn
08. Stratovarius
09. Omnium Gatherum
10. Medeia

ALBUM OF THE YEAR 2011:
01. Turisas – Stand Up And Fight
02. Insomnium – One For Sorrow
03. Nightwish – Imaginaerum
04. Amoral – Beneath
05. Amorphis – The Beginning Of Times
06. Turmion Kätilöt – Perstechnique
07. Omnium Gatherum – New World Shadows
08. Before The Dawn – Deathstar Rising
09. Medeia – Abandon All
10. Stratovarius – Elysium

VOCALIST OF THE YEAR 2011:
01. Mathias D.G. “Warlord” Nygård (Turisas)
02. Tomi Joutsen (Amorphis)
03. Niilo Sevänen(Insomnium)
04. Ari Koivunen (Amoral)
05. Marco Hietala (Tarot, Nightwish)
06. Timo Kotipelto (Stratovarius)
07. Tuomas Saukkonen (Before The Dawn, Black Sun Aeon, RoutaSielu)
08. Jules Näveri (Profane Omen)
09. Tarja Turunen (Harus, solo)
10. Keijo Niinimaa (Medeia, Rotten Sound, Nasum)

MUSICIAN OF THE YEAR 2011:
01. Tuomas Saukkonen (guitar/drums/keys, Before The Dawn, Black Sun Aeon,
RoutaSielu)
02. Olli Vänskä (violin, Turisas)
03. Alexi Laiho (guitar, Children Of Bodom)
04. Tuomas Holopainen (keyboards, Nightwish)
05. Ben Varon (guitar, Amoral, Tornado)
06. Markus Vanhala (guitar, Omnium Gatherum, Insomnium, Malpractice)
07. Ville Friman (guitar, Insomnium)
08. Esa Holopainen (guitar, Amorphis)
09. Matias Kupiainen (guitar, Stratovarius)
10. Vesa Pännäri (bass, Wankers Of The Zoo Crew)

NEWCOMER OF THE YEAR 2011:
01. Constantine
02. RoutaSielu
03. Battle Beast
04. Ghoul Patrol
05. Bob Malmström
06. Disease Of The Nation
07. Brymir
08. For The Imperium
09. Mors Subita
10. Rage My Bitch

DEMO / SELF-RELEASE OF THE YEAR 2011:
01. Artificial Heart – Broken Bones & Buried Dreams
02. Nerve End – Axis
03. Standing Ovation – Scars Suit Me
04. Wankers Of The Zoo Crew – Modulated Launderings
05. Mekanism – Cicatrized
06. Unborn Generation – Culture Of Violence
07. Unhoped – Die Harder
08. Dreadful – It’s Killing Me Inside
09. Lost Society – Lost Society
10. Human Sculpture – Our World – Torn Down

ALBUM ARTWORK OF THE YEAR 2011:
01. Turisas – Stand Up And Fight (Album art by Pasi Juhola & Titanik
Helsinki)
02. Insomnium – One For Sorrow
03. Nightwish – Imaginaerum
04. Amorphis – The Beginning Of Times
05. Amoral – Beneath
06. Stratovarius – Elysium
07. Before The Dawn – Deathstar Rising
08. Ghost Brigade – Until Fear No Longer Defines Us
09. Children Of Bodom – Relentless Reckless Forever
10. Wankers Of The Zoo Crew – Modulated Launderings

Live report Finnish Metal Expo

Conclusa la premiazione, spostandosi nella sala del second stage si può assistere alla singolare performance degli ORANSSI PAZUZU, che si esibiscono quasi al buio, accompagnati da una tetra illuminazione e improvvisi lampi di luce (cosa che rende la vita difficile ai fotografi).
Tutto ciò, però, non stona col loro genere, che è qualcosa di molto particolare, ma anche difficile da capire. Il genere viene chiamato psychedelic black metal e oserei dire che la parola “psichedelico” calza perfettamente. La voce growl del cantante (che indossa una lunga veste nera che si confonde nel buio) emerge sporadicamente e il sound è sostenuto dal massiccio lavoro del tastierista, un enigmatico uomo incappucciato (come anche il chitarrista), che si sbizzarrisce con suoni bizzarri e synth. Anche le chitarre hanno un ruolo importante e “dialogano” con la tastiera eseguendo melodie un po’ inquietanti.
Attenti, però, perchè se non vi piace il genere finirete per annoiarvi…!

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

Alle 20.30 è il turno dell’unica band italiana presente al festival. Si tratta dei FLESHGOD APOCALYPSE, che stanno conquistando una discreta fama all’estero, molto di più che nel nostro paese. Con due album alle spalle, di cui l’ultimo (“Agony”) uscito ad agosto 2011 per la Nuclear Blast, la band nostrana approda a Helsinki radunando un vasto pubblico e guadagnandosi tanto supporto dai fan finlandesi. Il gruppo propone un symphonic technical black metal molto potente e dimostra un’abilità tecnica impressionante realizzando magistralmente i propri pezzi, tra cui spicca soprattutto l’aggressiva “The Violation” (della quale è stato fatto anche un videoclip) insieme agli altri
brani tratti dal nuovo album. Con la loro grinta, i cinque romani lasciano a bocca aperta il pubblico finnico, che partecipa entusiasta battendo le mani e urlando a suon di headbanging mentre la band dai vestiti eleganti (tutti in frac e papillon) e le facce impiastricciate di nero si esibisce con precisione impeccabile in complessi riff, guidata dal velocissimo batterista Francesco Paoli. Di sicuro, se non sapete che cosa sia il technical black metal, vi basterà ascoltare questi ragazzi per dissolvere ogni dubbio.

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

Dopo il concerto dei nostri Fleshgod Apocalypse e l’ultima performance sul palco più piccolo (quella degli Oddland), è finalmente giunta l’ora dei tanto attesi TURISAS, la band che ha trionfato ai Finnish Metal Awards del pomeriggio. E finalmente possiamo vedere all’opera i guerrieri della “Varangian Guard”, che, come sempre, arrivano sul palco con i volti pitturati di strisce rosse e nere, preceduti da una voce ignota che recita un pezzo della loro celebre “To Holmgard And Beyond”.
Il primo brano è la solita “March Of The Varangian Guard”, suonata all’inizio di ogni concerto e che subito ci porta nell’atmosfera epica che la musica della band riesce a trasmettere così bene con possenti suoni orchestrali. Sebbene l’uso di basi sia preponderante (sarebbe impossibile rendere tutto questo con i soli strumenti della band) e nonostante l’assenza di Netta Skog (la brava fisarmonicista che ha lasciato il gruppo recentemente), il sestetto riesce a regalare al pubblico un’esecuzione eccezionale e soprattutto coinvolgente di pezzi sia nuovi che vecchi, con qualche sorpresa. Gli altri brani proposti, infatti, sono la grintosa “Take The Day!”, l’avvincente “To Holmgard And Beyond”, “The Dnieper Rapids” e una versione inedita di “One More”, realizzata da Mathias accompagnato solo da Jussi con la chitarra acustica e da Olli col suo immancabile violino. Seguono poi “The Great Escape”, “A Portage To The Unknown” e l’immancabile “Battle Metal”, che li ha resi famosi a tal punto che molte persone chiamano il loro genere proprio “battle metal”. Questo è generalmente il brano più atteso dai fan, grazie alla melodia che facilmente rimane fissa nella mente e alla possibilità di partecipare urlando “Battle! Metal!” durante il ritornello.

Live report Finnish Metal Expo

Dopo questo pezzo, i sei guerrieri finlandesi abbandonano il palco per poi ritornare con un lungo brano (inusuale per i loro concerti) tratto dall’ultimo album (“Stand Up And Fight”), ovvero “End Of An Empire”. L’eterogeneità di questo pezzo, con i suoi cori esaltanti e la complessità di alcune melodie eseguite dal nuovo tastierista Robert, rende questo concerto in un certo modo speciale e, per coronare il tutto, sul pubblico comincia a cadere una pioggia di palline di schiuma, simile a neve. Peccato che la magia creata dai Turisas finisca presto, come spesso accade quando ci si diverte, e la band debba lasciare il palco a un altro gruppo tanto atteso, ovvero gli STAM1NA.

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

La band tanto cara ai finlandesi (le canzoni sono tutte nella loro lingua madre) viene accolta con immenso entusiasmo dal pubblico del Finnish Metal Expo che, naturalmente, sa tutti i brani a memoria. Il cantante si presenta con un kilt e porta sul palco tutta la sua grinta (bisogna amare il genere per apprezzarla, altrimenti risulta piuttosto fastidiosa), seguito dagli altri quattro compagni d’avventura.
Il concerto è piuttosto particolare perchè la band propone tutti i dieci brani del nuovo album “Nocebo”, uscito da pochissimo (l’8 febbraio), nell’esatto ordine in cui appaiono sul disco. Conclusa l’ultima canzone dell’album, ovvero “Arveton On Arvoton”, salgono sul palco Tuomo Saikkonen e Janne Hyrkäs, rispettivamente chitarrista e batterista della band Mokoma, per rappresentare la Sakara Records e premiare uno ad uno i componenti del gruppo Stam1na. Questo perchè, dopo solo dieci giorni dall’uscita, l’album era già disco d’oro nel paese. Oltre ai musicisti, è stata anche premiata Mariska, l’autrice del testo della canzone “Tavastia Palamaan!”.

Dopo questa pausa, il gruppo passa all’esecuzione di brani tratti dagli album precedenti, con una sorpresa: durante alcune canzoni, infatti, la band viene accompagnata da Perttu Kivilaakso, violoncellista della band Apocalyptica. Insomma, una giornata dominata da artisti finlandesi! Così si conclude il Finnish Metal Expo, uno dei più importanti festival in Finlandia. Sebbene alcuni pareri definissero quest’edizione peggiore rispetto alle precedenti (per quanto riguarda la scelta delle band), il bilancio finale è positivo, data la presenza di circa 3800 persone, molte di più di quelle che sono affluite l’anno scorso. Che dire, attendiamo con ansia l’annuncio dei gruppi del prossimo anno!

Di seguito altre foto del festival, tutte realizzate da Titania Banfi.
Amoral:

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Finnish Metal Awards:

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Fleshgod Apocalypse:

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Oranssi Pazuzu:

Live report Finnish Metal ExpoLive report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal ExpoLive report Finnish Metal Expo

Turisas:

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

Stam1na:

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo

Live report Finnish Metal Expo Live report Finnish Metal Expo

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *