Slider by IWEBIX

Furyon – Gravitas (2012)

Pubblicato il 3/05/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Gravitas
Autore: Furyon
Genere: Hard Rock
Anno: 2012
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:161

Ci sono ancora le etichette discografiche di una volta. Quelle che investono sulla qualità per raggiungere solo in un secondo momento la quantità – di vendite. Ci sono ancora quelle etichette che danno valore al talento delle band emergenti. Etichette come l’italiana Frontiers Records, che raccoglie il roccioso album “Gravitas” dei Furyon, lo raccoglie dalle piccole nicchie di strada e lo porta sul grande mercato internazionale. Il ruvido “Gravitas” è stato inizialmente pubblicato con un numero limitato di copie che hanno emozionato numerosi fan e fatto crescere il nome della band britannica sia in Europa che negli USA. Oggi Frontiers si fa avanti per una distribuzione massiccia di questo disco di ottimo hard rock che si avvicina al lato più pesante di Alter Bridge e Sixx:A.M., e non mancano strizzate d’occhio ai primi Nickelback. I Furyon puntano molto sull’ugola sporca e aggressiva di Matt Mitchell e sui chitarroni di Chris Green e Pat Heat, che propongono tappeti massicci e spigolosi. Hard rock infettato di grunge, mi viene da pensarla così, ma i ritornelli sono invece decisamente melodici e orecchiabili, e spezzano nettamente l’attenzione dalle strofe granitiche. La tracklist presenta brani di ottima fattura, tutti simili tra loro, e ad essere sincero durante il primo ascolto non mi sono sempre accorto del cambio canzone… Ci sono brani che, tuttavia, si mettono in evidenza da soli, come la lunga, densa e bellissima “Souvenirs” (che c’ha un assolone di chitarra davvero fantastico); grandiosa anche “New Way Of Living”, una traccia con una lunga parte strumentale che esalta gli strumentisti lasciando un pochino in ombra, ma solo un pochino, il cantante. Proprio Mitchell, come già accennato, risulta la chiave di volta di “Gravitas”, sia per il timbro incredibilmente adatto al genere, sia per l’interpretazione dei testi e per l’attitudine scrupolosa a restare sempre sul brano, senza mai strafare come invece capita ad alcuni colleghi (senza fare nomi). C’è spazio anche per il lentone da lacrimuccia, in perfetto stile Nickelback, con la nostalgica “Or Peace Someday”: carina, ma niente miracolo. L’esagerata uniformità della tracklist è forse l’unica pecca del disco che, ad ogni modo, non ha nulla da invidiare ai lavori di punta dei big di questo genere sempre più in voga.
Pollice alzato.

Tracklist:
1. Disappear Again
2. Stand Like Stone
3. Souvenirs
4. Don’t Follow
5. New Way Of Living
6. Voodoo Me
7. Fear Alone
8. Wasted On You
9. Our Peace Someday
10. Desert Suicide

Line up:
Matt Mitchell – voce
Chris Green – chitarra
Pat Heath – chitarra
Alex “Nickel” Bowen – basso
Lee Farmery – batteria

Sito ufficiale: www.furyon.net
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *