Slider by IWEBIX

Malice – License To Kill (1987)

Pubblicato il 4/06/2012 da in Classici | 0 commenti

Titolo: License To Kill
Autore: Malice
Genere: Heavy Metal
Anno: 1987
Voto: 7,5

Visualizzazioni post:419

Il destino dei Malice è simile a quello, purtroppo, di molte altre band heavy metal nate all’inizio degli anni ’80, la cui fama è cresciuta in modo più o meno proporzionale al talento dimostrato, e che poi sono sprofondate nell’oblio con il decennio successivo. In questo caso c’è da aggiungere anche un tentativo di reunion avvenuto intorno al 2006, che però al momento non ha prodotto risultati concreti e che tra l’altro si avvale di una voce diversa da quella degli esordi.
Per questa band con molti punti in comune con i Judas Priest, soprattutto per quanto riguarda il timbro di voce di James Neal, vero tratto caratterizzante del gruppo, il successo ottenuto è inferiore alle vere potenzialità, peraltro in una zona come quella di Los Angeles, in cui erano altri generi a farla da padrone. Oltre alla voce di Neal va però sottolineato l’ottimo lavoro svolto dagli strumentisti, in particolare dalle chitarre, che negli intermezzi strumentali scandiscono con precisione ritmi mai banali. Nessun brano di “License To Kill”, che è il secondo album prodotto dai Malice, è stato mai messo in risalto più degli altri ma, dovendo fare una scelta, ci si potrebbe orientare su pezzi come “Sinister Double” e “Christine”, il primo perché rispecchia in pieno lo stile generale, il secondo perché maggiormente complesso e quindi capace di mettere meglio in risalto tutte le doti del gruppo.
Forse i Malice non sono stati mai capiti in pieno dalla generazione di allora. Troppo pesanti per essere uniformati all’hard rock e troppo leggeri per il thrash di recente nascita (nonostante “License To Kill” abbia come ospiti Dave Mustaine e David Ellefson), non risulta difficile capire come mai i fan degli Slayer, con cui i Malice andarono in tour in Europa, li abbiano accolti a male parole. Da qui allo scioglimento del gruppo il passo è breve. Rimane l’impressione che non tutto quello che si poteva fare sia stato in effetti realizzato, ed è anche per questo che negli anni a venire uno zoccolo duro, per quanto ridotto numericamente, ha mitizzato la band e la rimpiange tuttora.

Tracklist:
1. Sinister Double
2. License to Kill
3. Against the Empire
4. Vigilante
5. Chain Gang Woman
6. Christine
7. Murder
8. Breathing Down Your Neck
9. Circle of Fire

Lineup:
James Neal – voce
Mick Zane -chitarra
Jay Reynolds – chitarra
Mark Bohn – basso
Clifford Carothers – batteria

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *