Slider by IWEBIX

30/05/2012 : Fear Factory + Havok (Roncade, TV)

Pubblicato il 17/06/2012 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:146

30/05/2012 : Fear Factory + Havok – New Age, Roncade (TV)

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Eccoci, in una calda giornata di fine maggio, dirigerci al New Age Club di Roncade (TV) per assistere ad una delle date italiane dei losangelini Fear Factory, accompagnati dai giovani Havok di Denver, Colorado. L’attesa per il combo capitanato dal redivivo chitarrista e mastermind dei tempi d’oro, Dino Cazares, è tanta, data anche la concomitante uscita del loro nuovo album “The Industrialist”. Ci si aspetta molto, visto che il precedente album aveva lasciato qualche dubbio e soprattutto è alta la curiosità nel vedere in azione i due nuovi membri del gruppo, l’ex Chimaira Matt DeVries al basso e il batterista (anche dei System Divide) Mike Heller. Anche dagli Havok ci aspettiamo molto dato che su disco propongono un ottimo thrash compatto, vigoroso e tecnicamente impeccabile. L’affluenza alla serata non è stata enorme, ma un bel po’ del locale si è riempito; per il nord-est il New Age Club si conferma sicuramente il locale più adatto, strutturato e facilmente accessibile, ma vista la generale crisi e l’infrasettimanalità dell’evento si può capire che non ci fosse il tutto esaurito.

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Il compito di aprire la serata spetta agli statunitensi HAVOK, freschi autori dell’EP “Point Of No Return”, uscito proprio qualche giorno prima. Per chi non li conoscesse, diciamo subito che il quartetto di Denver propone un thrash metal classicissimo, in particolare sulla scia di Exodus e Death Angel. Più che sull’EP fresco d’uscita, il gruppo incentra la scaletta su quello che è ad ora l’ultimo full-lenght registrato, ossia quel “Time Is Up” uscito circa un anno fa. Si parte veloci con “No Amnesty” e “Fatal Intervention”, brani da headbanging puro, con i quali la band può mettere in mostra tutta la sua devota attitudine grazie ad un look tipicamente ottantiano e ad una efficace presenza scenica condita dai pochi ma efficenti slogan declamati dal singer David Sanchez. Per essere un gruppo di supporto va notato come i suoni si rivelino da subito ottimi e privi di particolari sbavature, fattore che giova non poco nella resa dei Nostri e difatti il non ancora numeroso pubblico pare gradire fortemente quanto proposto. Dal primo lavoro, “Burn”, vengono ripescate le terremotanti “Morbis Symmetry” e “Afterburner”, che scaldano ancora più gli animi e fanno partire i primi mosh della serata. Proprio quest’ultimo brano pone la parola fine ad uno spettacolo ben riuscito che ci ha lasciato in consegna un gruppo veramente preparato e meritevole. L’unico appunto che mi permetto di fare è che molti brani si sono rivelati un po’ lunghi e prolissi, facendo così calare l’attenzione all’ascoltatore; ma ricordiamoci sempre che stiamo parlando di un gruppo molto giovane che non potrà altro che migliorare in futuro.

Setlist:
01. No Amnesty
02. Fatal Intervention
03. D.O.A.
04. Time Is Up
05. Out Of My Way
06. Morbid Symmetry
07. Point Of No Return
08. Covering Fire
09. Afterburner

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Finalmente, dopo un corto intro, sulle note di “Shock” i FEAR FACTORY salgono sul palco. Si vede subito che la band ha voglia e non lesina le sue energie nonostante le molte date che la attendono. I suoni sono da subito buoni e andando avanti con le canzoni miglioreranno costantemente. Dopo la botta iniziale della prima canzone il pubblico è già carico e, con “Edgecrusher” (tratta come la prima canzone dal secondo album della band, “Obsolete”), salta e partecipa attivamente ai ritornelli in clean vocals del grande Burton C. Bell. Ormai sotto il palco è una bolgia e da sopra non arriva alcuna tregua, altre mazzate sono garantite con “Smasher/Devourer”, con il suo groove micidiale, per passare poi ad “Acres of Skin”, pezzo tratto dal cd “Digimortal”, come anche la successiva “Linchpin”, su cui buona parte della gente si ritroverà a saltare. Nel frattempo, Dino continua a macinare riff su riff senza sbavature, la sezione ritmica si presenta impeccabile e la voce di Burton non presenta cedimenti. Senza respiro, la band spara una tripletta di pezzi del penultimo album, “Mechanize”, che in sede live acquisiscono ancora più forza scatenando il pogo. Dopo aver arringato la folla per alcuni minuti, presentando il nuovo full appena uscito, l’ensemble ha proposto il singolo tratto proprio da “The Industrialist”. Si torna indietro nel tempo con “Martyr” e “Scapegoat”, frutto di una band ancora acerba, e agli esordi presi da “Soul Of A New Machine”, il loro debutto discografico. Sul palco i musicisti si divertono e si vede, e per concludere la serata decidono di massacrare e deliziare le orecchie dei presenti con cinque tracce del loro masterpiece, “Demanfacture”. È un sogno sentire come queste canzoni datate 1995 siano ancora moderne, fresche ed innovative, partendo dalla titletrack, passando poi a “Self Bias Resistor”, smorzando una po’ la tensione con la cover degli Head Of David “Dog Day Sunrise” e non facendo prigionieri con le conclusive “Zero SIgnal” e la leggendaria “Replica”, quest’ultima cantata da proprio tutti coloro che c’erano ed amano questa band. In conclusione, un ottimo concerto, una band in forma e che sa divertirsi e far divertire, suoni quasi perfetti, ottima location e scaletta perfetta; unico neo, la prestazione un po’ breve, altre tre canzoni ci sarebbero state, ma non si può avere tutto dalla vita.

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Setlist:
01. Shock
02. Edgecrusher
03. Smasher/Devourer
04. Acres of Skin
05. Linchpin
06. Powershifter
07. Fear Campaign
08. Christploitation
09. Recharger
10. Martyr
11. Scapegoat
12. Demanufacture
13. Self Bias Resistor
14. Dog Day Sunrise
15. Zero Signal
16. Replica

Di seguito altre foto della serata, realizzate da Duilio “Dielle” Tomasi.
Havoc:

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Fear Factory:

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

I nostri redattori Alessio e Duilio con Burton C. Bell dei Fear Factory:
Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

I nostri redattori Alessio e Duilio con gli Havoc:
Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Live report Fear Factory - Havok - New Age Roncade

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *