Slider by IWEBIX

Sanctuary – Refuge Denied (1988)

Pubblicato il 18/06/2012 da in Classici | 0 commenti

Titolo: Refuge Denied
Autore: Sanctuary
Genere: Us Metal
Anno: 1988
Voto: 8.5

Visualizzazioni post:496

Gli albori e le radici dei Nevermore risiedono nei Sanctuary! Alcuni di questi membri formeranno più avanti la nota band americana anche se non lo sanno ancora. Siamo nel 1988 e per quanto i Sanctuary siano ancora un gruppo acerbo ci sono già tutti i presupposti per qualcosa di grande e per qualcosa di “diverso” ed originale. In “Refuge Denied” la voce di Warrel Dane è ancora acuta e tagliente, ma si percepisce già una sorta di oscura ed introspettiva teatralità che sarà poi il successo e la particolarità dei Nevermore. Un disco come questo è come un fulmine a ciel sereno arrivato forse un po’ più tardi dell’esplosione dell’heavy metal americano. Con una produzione già decente, i Sanctuary non si limitano a dare un’impronta britannica al loro progetto, ma riescono ad evolvere e contaminare il genere passando da note sabbathiane a melodie dark molto mature. Si sente lo stampo vocale priestiano, anche se l’acerbo Warrel cerca di nasconderlo tra tante altre influenze. Nonostante la giovane età, i ragazzi fanno tesoro del passato per mescolarlo alle nuove influenze thrash risultando quindi più aggressivi delle altre band in circolazione. Scoperti proprio da Dave Mustaine dei Megadeth, i Sanctuary ci propongono brani del calibro di “Die For My Sin” e “Soldiers Of Steel”. Le chitarre sono già orientate in riff più acidi seguiti da melodie arpeggiate e più suadenti, dove regna sovrano il ritmo alternato come in “Termination Force”. Un plauso per l’autocelebrativa “Sanctuary”, brano di grande maestria tecnica e di audaci strutture vocali e stupore nell’esecuzione della cover anomala e sperimentale “White Rabbit” dei Jefferson Airplain, accompagnate da cori e assolo del Mustaine. C’è ancora un po’ di confusione, ma direi che ci siamo! Con “Refuge Denied” non siamo solamente andati avanti con l’heavy metal americano e con le sue nuove sfaccettature, ma sono state gettate le basi per una band che avrà il meritato successo.

Tracklist:
01. Battle Angels
02. Die For My Sins
03. Soldiers of Steel
04. Veil of Disguise
05. Sanctuary
06. White Rabbit
07. Termination Force
08. Ascension to Destiny
09. The Third War

Lineup:
Warrel Dane – Voce
Lenny Rutledge – chitarra
Sean Blosl – chitarra
Jim Sheppard – basso
Dave Budbill – batteria

Myspace: www.myspace.com/sanctuaryfans

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *