Slider by IWEBIX

Jorn – Bring Heavy Rock To The Land (2012)

Pubblicato il 18/07/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Bring Heavy Rock To The Land
Autore: Jorn
Genere: Hard Rock
Anno: 2012
Voto: 7

Visualizzazioni post:185

Sarà un’impressione, ma i dischi di Jorn mi sembrano tutti uguali. Per quanto il biondo norvegese rappresenti oggi uno dei punti di riferimento per il canto rock/metal e ne sia, probabilmente, uno dei più quotati, la sua carriera solista rimane un discutibile neo del suo talento musicale. Grande voce, e qui non ci sono dubbi. Ma proprio la sua ugola viene ricordata più per le collaborazioni con altri artisti (vedi Russell Allen e Tobias Sammet) o per le cover in cui Jorn si dimostra grande interprete di David Coverdale e R.J. Dio, piuttosto che per i brani scritti da lui stesso. Anche in questo nuovo “Bring Heavy Rock To The Land” le cose non cambiano. Dopo il recente tributo all’appena citato Dio, Jorn Lande continua a impegnare la sua ruggente voce in un hard rock che richiama fortemente (e volutamente) il sound di Raimbow, Black Sabbath (quelli con il folletto del rock alla voce) e, ovviamente, Whitesnake. I richiami e le influenze di dischi come “Holy Diver” e “Heaven And Hell” sono infatti notevoli, perciò non aspettatevi nulla di nuovo. E non aspettatevi nemmeno un capolavoro del genere, poiché seppur lungo la tracklist di “Bring Heavy Rock To The Land” si trovino ottimi spunti, bisogna ammettere che, tolta la voce del norvegese, rimane ben poco nel cuore e nella memoria dell’ascoltatore. Come in ogni suo lavoro, Jorn è semplicemente divino, per interpretazione e gusto, e senza strafare sistema ogni nota al posto giusto, con il timbro adatto e la cattiveria che serve. Ecco infatti che nella densa “Ride Like The Wind” scopriamo il lato più seducente della sua ugola, mentre con le rombanti “A Thousand Cuts” e “Chains Around You” ci catapultiamo in voragini di grande hard rock. Rimane purtroppo un certo vuoto compositivo che non inferocisce gli arrangiamenti e la resa finale dei pezzi. Per cui anche questo nuovo capitolo della discografia di Jorn Lande rimane un buon disco senza, purtroppo, la ciliegina sulla torta.

Tracklist:


01. My Road

02. Bring Heavy Rock To The Land

03. A Thousand Cuts

04. Ride Like The Wind

05. Chains Around You

06. The World I See

07. Time To Be King

08. Ride To The Guns

09. Black Morning

10. I Came To Rock

11. Live And Let Fly (bonus track)

Line Up:


Jorn Lande: voce
Nic Angileri: basso

Tore Moren: chitarra

Jimmy Iversen: chitarra
Willy Bendiksen: batteria





Sito ufficiale: www.jornlande.com
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *