Slider by IWEBIX

4th Dimension – The White Path To Rebirth (2011)

Pubblicato il 27/08/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The White Path To Rebirth
Autore: 4th Dimension
Genere: Power Metal
Anno: 2011
Voto: 8

Visualizzazioni post:95

Arriviamo in ritardo di parecchio tempo con i 4th Dimension, che sono usciti nel 2011 con il loro debutto per l’etichetta Crash & Burn Records. Ciononostante siamo ben felici di aver incrociato la nostra strada con quella del talentuoso gruppo vicentino.
“The White Path To Rebirth” è un album davvero bello, che ha consentito ai ragazzi di poter andare in tour con Sonata Arctica e Labyrinth lo scorso anno per ben undici date. Prodotto dal tastierista Alessio Lucatti (Vision Divine) e mixato da Luigi Stefanini presso il New Sin Studio, il debutto dei ragazzi è altamente professionale ed è impreziosito dall’artwork firmato da Alexandra Bach.
Il genere proposto dalla band, come forse avrete già intuito (oltre al tour con due “mostri sacri” del power, “Fourth Dimension” è anche il titolo di un album degli Stratovarius), è un power metal sinfonico, incentrato sulle tastiere di Talete Fusaro, arricchito dalle schitarrate neoclassiche di Michele Segafredo e completato dalla voce di Andrea Bicego, che offre una buona prova e che probabilmente, con l’andare del tempo e maturando esperienza, potrà crescere ancora.
Tutti i brani viaggiano speditamente fornendoci i classici ingredienti del power metal con evidenti richiami ai primi Stratovarius, ai vecchi Labyrinth e anche ai primi Rhapsody. I guest che appaiono sul disco, cioè lo stesso Alessio Lucatti, Fabio Lione e Melody Castellari, non fanno altro che aggiungere sostanza ad un album che sfreccia spedito e che fa dell’immediatezza la sua arma vincente. Dai brani più veloci come “The Sun In My Life”, “Sworn To The Flame” o “Angel’s Call” si passa per i flauti di “Goldeneyes”, fino alla più lenta e dolce “Everlasting”, al clavicembalo di “Labyrinth Of Glass” e infine alla conclusiva “Landscapes (Vestige of the Earth)”, che ricorda come atmosfere le conclusioni lunghe e sognanti degli album degli Stratovarius come “Visions”, “Destiny” o “Infinite”.
“The White Path To Rebirth” è un debutto davvero molto valido, che porta freschezza al power metal italiano e che ci fa ben sperare per il futuro. Consigliatissimo!

Tracklist:
1. The Sun in My Life
2. Consigned to the Wind
3. Goldeneyes (feat. Alessio Lucatti)
4. Sworn to the Flame
5. Everlasting (feat. Melody Castellari)
6. A New Dimension (feat. Fabio Lione)
7. Winter’s Gone
8. Labyrinth of Glass
9. Angel’s Call
10. Landscapes (Vestige of the Earth)

Line-up:
Andrea Bicego: Cantante
Talete Fusaro: Tastierista
Massimiliano Forte: Batterista
Michele Segafredo: Chitarrista
Stefano Pinaroli: Bassista

Sito ufficiale: www.4thdimensionmetal.com
Myspace: www.myspace.com/4thdimensionmetal
Facebook: www.facebook.com/pages/4th-Dimension/266122103424782
Etichetta Crash & Burn Records – www.crashandburnrecords.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *