Slider by IWEBIX

15/06/2012 : Pentagram + Rain (Cesena)

Pubblicato il 10/09/2012 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:460

15/06/2012 : Pentagram + Rain – Big Barrè (Cesena)

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Mette una certa malinconia entrare in un piccolo locale come il Big Barrè di Cesena e constatare che i pochi presenti potrebbero sistemarsi nel salotto di un appartamento di grandi dimensioni. La tristezza aumenta al pensiero che questa data, come la recente di Blaze Bayley a Bologna, è organizzata da ragazzi davvero disponibili e simpatici, una tipologia di organizzatori di concerti che sta diventando sempre più merce rara e per la quale ci si augura ogni volta che i concerti possano regalare anche delle meritate soddisfazioni economiche. Esattamente come per la data bolognese di Blaze, la premessa infelice di cui sopra non riuscirà comunque a rovinare la seconda esibizione dal vivo dei Pentagram nel bel paese a distanza di un anno abbondante dalla precedente data ravennate. Il mio arrivo al locale coincide con la fine del concerto degli SHININ’ SHADE che avevo già avuto il piacere di vedere al Fillmore di Cortemaggiore a supporto di un’altra doom metal band di culto, gli Electric Wizard.

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

A seguire, il piccolo palco ospita un breve concerto dei bolognesi RAIN che per l’occasione puntano più sul groove e sulla melodia a conferma della chiara intenzione di proseguire il nuovo corso musicale improntato su sonorità heavy rock che si rifanno a bands come AC/DC, The Cult e Billy Idol abbandonando parzialmente il classic power metal che aveva rappresentato per anni uno degli stili di riferimento della band. In scaletta la cover di “Rain” e la catchy “Only For The Rain Crew” sembrano aver trovato nella nuova “Whiskey On The Route 666” una compagna di viaggi per le setlist del futuro prossimo della brigata bolognese. Se l’assenza dello storico bassista Gino è difficile da compensare per carisma ed entusiasmo va detto che il vocalist Francesco (“il biondo”) è di certo il componente del gruppo che ha beneficiato maggiormente della svolta sonora impressa dai Rain che da sempre hanno nel clima festaiolo da “balotta” on stage una delle frecce più appuntite nella propria faretra.

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

L’inizio del concerto dei PENTAGRAM è accolto subito da un grande entusiasmo e anche il pubblico si è almeno quadruplicato rispetto ad un’oretta prima anche perchè molti ragazzi avevano preferito attendere all’esterno l’arrivo sul palco della storica compagine capitanata dal sempiterno Bobby Liebling. I circa cento presenti urlano per duecento garantendo una massiccia dose di passione e calore e coinvolgendo una band peraltro straordinariamente catartica in sede live. Il riffing di Victor Griffin è una meraviglia, il sound a disposizione del quartetto in questa notte doom decisamente meno ma rimane comunque accettabile consentendo agli irriducibili presenti di gustarsi più di un’ora di doom di altissimo calibro con le sempre deliranti scenette di Bobby Liebling a condire un tappeto sonoro sempre convincente e straordinariamente compatto. Il bassista Greg Turley, che si trova a meraviglia a suonare insieme a Victor (l’hanno già fatto nei Place Of Skulls) rende la vita ancor più facile al nuovo drummer Sean Saley, il quarto approdato in seno al gruppo nel giro di due anni.
Tra i pezzi eseguiti spicca la doppietta di apertura con le vecchie “Death Row” ed “All Your Sins” a fare da trampolino di lancio per la sempre splendida cavalcata di “The Sign Of The Wolf”, un retaggio NWOBHM nel suono della doom band americana per eccellenza (insieme al binomio Saint Vitus-Trouble). I riffs a spirale della clamorosa “Relentless” fanno girare il sottoscritto su sè stesso come l’elica di un motoscafo prima del gran finale in cui vengono eseguite due chicche come “Dying World” e la belligerante (in tutti i sensi) “Wartime”. Il commiato avviene con il bis che vede l’esecuzione della settantiana “When The Screams Come”, un vero trip in acido con massicce dosi di psichedelia pesante come una statua grazie alla quale Mastro “Vittorio” alla chitarra ha ancora modo di mostrarci l’arte della scultura del doom metal sound. Dei veri maestri nel genere e dei signori anche nell’aftershow quando i nostri sono rimasti a disposizione dei presenti per chiacchierare, fare autografi o foto ricordo.

Di seguito altre foto della serata, tutte realizzate da Massimo “Max Moon” Guidotti.
Rain:

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Pentagram:

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena
Un curioso cartello all’interno dei bagni…

Live report Pentagram + Rain - Big Barrè, Cesena
Bobby Liebling con il nostro Max.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *