Slider by IWEBIX

Korn – Live At The Hollywood Palladium (2012)

Pubblicato il 6/10/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Live At The Hollywood Palladium
Autore: Korn
Genere: Nu Metal
Anno: 2012
Voto: 4.5

Visualizzazioni post:222

Ben poca cosa questo “Live At The Hollywood Palladium”, ultima fatica dei Korn. Il disco è diviso, nettamente, in due parti, con la prima dedicata esclusivamente all’iperdiscusso “The Path Of Totality” e la seconda sviluppata intorno ad un set maggiormente classico, a ripercorrere tutta (o quasi) la carriera dei californiani. Dopo qualche ascolto la sentenza, per chi scrive, non può che essere inappellabile: delle due non se ne salva una. La prima metà subisce la stessa sorte del citato ultimo album in studio, il quale, pesantemente infarcito di atmosfere dubstep e drum & bass ha spaccato nettamente i fans: da una parte gli amanti della musica elettronica hanno apprezzato l’ennesima evoluzione (svolta?) nel sound del quintetto, dall’altra si sono innalzati prepotentemente gli ululati di disapprovazione dei kids legati maggiormente al nu metal più canonico. Il sottoscritto si trova nella seconda categoria e quindi è abbastanza semplice immaginare il giudizio sulle varie “Get Up”, “Narcissistic Cannibal” o “Illuminati”, certamente ad anni luce di distanza dall’ispirazione dei primi album del combo. Le speranze, quindi, vengono riposte tutte nel “lato b”, ma anch’esso è ben lontano dal raggiungere la sufficienza. Nonostante la presenza di un mostruoso Ray Luzier alla batteria e la perizia tecnica di una band dalla storia oramai ventennale, i vecchi cavalli di battaglia dell’ensemble di Bakersfield non pungono, lasciando la sensazione che le ultime tendenze abbracciate da Jonathan Davies e soci abbiano condizionato in maniera pesantemente negativa anche la riproposizione dei brani più datati del proprio repertorio. Esattamente come quando li vidi al Colonia Sonora di Collegno un anno fa, sembra che i Korn non riescano più a convogliare la potenza sonica necessaria a rendere onore ai pezzi più vecchi in scaletta. L’esempio perfetto è la preistorica (e rarissimamente suonata dal vivo) “Predictable”, che non conserva neanche per un attimo il “wall of sound” della registrazione di “Korn”, risuonando banale e svuotata, quasi come mancassero gli inserti elettronici di cui sopra. Stessa sorte tocca a brani come “Shoots And Ladders” o “Here To Stay”, ma soprattutto ad una irriconoscibile “Freak On A Leash”, qui riproposta in maniera quasi imbarazzante. L’unica a salvarsi, forse, è la finale “Blind”, selvaggia e rabbiosa come sempre, ma troppo isolata per poter salvare l’intera release. In fin dei conti un prodotto assolutamente non indispensabile e una band solo lontana parente di quella che infuocava i palchi di tutto il mondo qualche anno fa. Se volete capire che cos’erano i veri Korn vi consiglio di farvi un giro su youtube e di cercare il video (di oltre un’ora) del live al Rock Am Ring del 2007, con Joey Jordison alla batteria: in questo caso si può veramente dire che quella era tutta un’altra musica.

Tracklist:
1. Get Up
2. Kill Mercy Within
3. Illuminati
4. Chaos Lives In Everything
5. My Wall
6. Way Too Far
7. Narcissistic Cannibal
8. Here To Stay
9. Freak On A Leash
10. Falling Away From Me
11. Predictable
12. Another Brick In The Wall
13. Shoots And Ladders
14. One
15. Got The Life
16. Blind

Line up:
Jonathan Davis – voce
James “Munky” Shaffer – chitarra
Reginald “Fieldy” Arvizu – basso
Ray Luzier – batteria

Sito ufficiale: www.korn.com
Myspace: www.myspace.com/korn
Etichetta AFM Records – www.afm-records.de

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *