Slider by IWEBIX

Cadaveria – Horror Metal (2012)

Pubblicato il 6/12/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Horror Metal
Autore: Cadaveria
Genere: Black Metal / Gothic Metal
Anno: 2012
Voto: 8

Visualizzazioni post:247

Ho sempre considerato la voce di Cadaveria come una delle migliori in campo metal femminile: non avendo mai amato troppo i canti lirici e altamente tecnici che negli ultimi anni sembrano essere la sola opzione riservata alle donne che vogliono fare metal, quella di Cadaveria mi è parsa un’ottima alternativa, un riportare il cantato femminile a qualcosa di più autentico e viscerale; la sua voce calda ed emozionante si scontra con quella fredda, troppo impostata, di tante sue colleghe.
“Horror Metal” è il disco di ritorno per la band omonima della vocalist dopo “In Your Blood” del 2007, anche se in questo lasso di tempo la cantante non è stata con le mani in mano, ma ha pubblicato il secondo album del suo sideproject elettronico Dynabyte, di cui anche noi abbiamo parlato.
In questo nuovo disco la cantante torinese sfoggia sia il growl che parti di voce pulita, adattandole perfettamente alla musicalità della canzone; gli undici brani del disco si susseguono granitici l’uno dietro l’altro, senza dare mai segni di cedimento e senza cali di tensione; le chitarre e la batteria creano un vero e proprio muro di suono, rimpolpato ulteriormente dal basso di Killer Bob. Questa è anche la prima prova su disco del secondo chitarrista Dick Laurent, aggiuntosi alla band nel 2009.
“Flowers In Fire” è posizionata nel ruolo di apripista, le chitarre sono stridenti al punto giusto, la batteria picchia a tutta potenza e la voce oscilla tra il sensuale, il growl e l’urlo disperato. La musica stessa subisce un cambio di rotta regalando un arpeggio sussurrato per poi riprendere la sua carica esplosiva: un brano praticamente impeccabile nel suo genere.
Si prosegue con “The Night’s Theatre” e poi con “Death Vision”, in cui cominciano a farsi sentire le influenze black metal, le quali troveranno il loro culmine in “The Days Of The After And Behind” che a mio parere potrebbe tranquillamente essere uscita da “Volcano” dei Satyricon. Notevole anche “Assassin” col suo ritmo spesso rallentato che crea molta atmosfera, mentre “Apocalypse” è caratterizzata da chitarre grattate in linea col metal più moderno.
Siamo a questo punto oltre la metà del lavoro e le pile sono ancora carichissime: i Nostri hanno altre cartucce da sparare e la misticissima “The Oracle (Of The Fog)” è una di queste: lo stile è quello del gothic metal più oscuro ed anche in questo caso l’aggressività viene bilanciata da un bell’arpeggio acustico su cui si innalza la voce di Cadaveria, che accompagna la traccia fino alla fine. In chiusura c’è “Hypnotic Psychosis”, che resta sullo stile proposto in tutto l’album, a differenza della classiche canzoni “conclusive” che spesso sono più lente e riflessive.
Direi insomma che questo “Horror Metal” rappresenta un ottimo ritorno sul campo per il gruppo italiano, in giro ora per concerti tra Italia e Francia.
Curiosità: sapevate che i componenti della band, esclusa la cantante, usano come pseudonimo il nome di personaggi cattivi delle opere di Lynch?

Tracklist:
1. Flowers In Fire
2. The Night’s Theatre
3. Death Vision
4. Whispers Of Sin
5. Assassin
6. The Days Of The After And Behind
7. Apocalypse
8. The Oracle (Of The Fog)
9. Requiem
10. This Is Not The Silence
11. Hypnotic Psychosis

Line-up:
Cadaveria – voce
Frank Booth – chitarra
Dick Laurent – chitarra
Killer Bob – basso
Marcelo Santos – batteria

Sito ufficiale: www.cadaveria.com
Myspace: www.myspace.com/cadaveriaband
Facebook: www.facebook.com/cadaveria
Etichetta Bakerteam Records – www.bakerteamrecords.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *