Slider by IWEBIX

Desaster – The Arts Of Destruction (2012)

Pubblicato il 18/12/2012 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The Arts Of Destruction
Autore: Desaster
Genere: Black / Thrash Metal
Anno: 2012
Voto: 8

Visualizzazioni post:160

E’ sempre bello trovarsi ad ascoltare band come i Desaster, perchè sai che il prodotto che hai davanti sarà sicuramente di qualità e fedele ai dettami del feroce thrash/black metal di cui da anni sono dei portabandiera.
I quattro tedeschi però non si limitano a suonare un album banale per accontentare i fans più intransigenti, ma cercano di uscire con un prodotto che incorpori molteplici generi.
Non preoccupatevi: nessuna ballad o cavalcata in stile Helloween, bensì un “best of” di quello che Venom, Bathory, Sodom,Destruction, Darkthrone, Watain e la N.W.O.B.H.M. hanno sfornato nei loro anni d’oro. Sì, perchè anche la lezione del metal inglese è ben presente in questo Lp, con stacchi ed assoli ottantiani inseriti nel contesto estremo perfettamente, il tutto con un pizzico di melodia a condire sapientemente questi pezzi veloci.
La produzione della relase è ottima nel saper valorizzare ogni strumento e la musica di questi ragazzi, conservando un sound old school senza però cadere nella trappola del grezzo ad ogni costo.
La voce di Sataniac, le cui basi sono da ricercare in Martin Van Drunen, Quorthon e comunque di tutta la scuola estrema europea, è un condensato di male sputato a pieni polmoni sull’ascoltatore inerme.
Gli altri tre membri del gruppo pensano ad essere il più possibile sporchi, cattivi e a pestare duro sui loro strumenti.
Sicuramente nessuna traccia su questo album compare per caso, in particolare tre canzoni mi hanno portato ad un headbanging sfrenato: la slayerana “Graves Of Saints”, la più death oriented “Splendour Of The Idols” e la mia preferita “Phantom Funeral”: il male racchiuso in una canzone, direi un manifesto d’intenti per questo gruppo. Ottima pure la cover dei Cancer.
Da segnalare anche la splendida copertina (che sulla versione vinile rende ancora di più) e gli ottimi testi blasfemi e vecchia scuola.
I Desaster con questa ultima fatica fanno un ulteriore passo avanti nella ricerca di un suond personale e centrano in pieno il bersaglio, convincendomi completamente e facendomi godere notevolmente.
Di certo guadagneranno altri fan grazie alla loro capacità di creare musica violenta, melodica e con malsani ritornelli.

Tracklist:
01. Intro
02. The Arts Of Destruction
03. Lacerate With Hands Of Doom
04. Splendour Of The Idols
05. Phantom Funeral
06. Queens Of Sodomy
07. Cancer Fucking Cancer
08. At Hell’s Horizon
09. Troops Of Heathens – Graves Of Saints
10. Possessed And Defiled
11. Beyond Your Grace
12. Outro

Line-up:
Sataniac – Vocals
Infernal – Guitars
Odin – Bass
Tormentor – Drums

Sito ufficiale: www.total-desaster.com
Myspace: www.myspace.com/desasterofficial
Facebook: www.facebook.com/666Desaster666

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *