Slider by IWEBIX

Thy Majestie – ShiHuangDi (2012)

Pubblicato il 10/01/2013 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: ShiHuangDi
Autore: Thy Majestie
Genere: Symphonic Power Metal
Anno: 2012
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:328

Finalmente. Dalle lande siciliane, sono finalmente riapparsi gli ancora troppo sottovalutati Thy Majestie, realtà italica che sforna ora il suo quinto album in quasi quindici anni di carriera. E’ ormai passata una decade da quando la band diede vita al suo capolavoro assoluto, il secondo album “Hastings 1066”, un’opera inarrivabile, maestosa, che diede il via alla tradizione dei concept storici: alcuni avvenimenti della storia mondiale sono stati infatti riproposti dal combo su ambiziosi album fatti di un power metal dagli esordi ad oggi sempre più influenzato dalla sinfonia e dal prog. Così è anche per il nuovo “ShiHuangDi”, dove questa volta viene reso omaggio al primo imperatore della Cina unificata, Qin Shi Huang, vissuto tra il terzo ed il secondo secolo a.C.
Dopo tre anni dal mezzo passo falso “Dawn” (un album valido, ma inferiore ai precedenti), la band torna su Scarlet Records e, musicalmente, ricalca le proprie classiche orme stilistiche, componendo undici tracce che si snodano sui fasti del bellissimo “Jeanne D’Arc” (2005), assestandosi su una qualità compositiva sopra le righe e con un trademark ormai ben rodato, nonostante i numerosissimi cambi di line-up (della formazione originale restano solo Claudio Diprima alla batteria e Dario D’Alessandro al basso).
Per rendersi conto di cosa abbiamo tra le mani, bastano songs potenti e molto variegate come “Seven Reigns”, “Harbinger Of A New Dawn”, “Walls Of The Emperor” o “Farewell” (giusto per citare gli highlights del disco); con le loro possenti cavalcate, i loro grandiosi ed epici refrains, le insenature sinfoniche, gli intermezzi orchestrali, le avvincenti melodie e le consistenti spruzzate di prog metal moderno, le canzoni scorrono deliziosamente una dietro l’altra.
I Thy Majestie, anche in questo nuovo prodotto, non lasciano nulla al caso, curando tutti gli arrangiamenti in maniera esemplare; le tastiere assumono un ruolo costante e deciso, sia in termini di atmosfera sia in fase solistica, ma riescono comunque a non esondare troppo, lasciando il giusto spazio alle virtuose e potenti chitarre di Simone Campione. Da notare, la brillante prova canora della new entry Alessio Taormina, accompagnato anche dal notissimo Fabio Lione sul cadenzato ed interessante mid-tempo “End Of The Days”.
Anche se tecnicamente la band si assesta sempre su livelli ottimi, l’estenuante ricercatezza compositiva e sonora ha probabilmente influito sulla lieve diminuzione delle atmosfere che avevano reso grandi “Hasting 1066” e “Jeanne D’Arc”, ma si tratta di una scelta che non va assolutamente a minare la qualità eccelsa di un lavoro davvero pregevole e convincente.
Resta da capire come mai questa band sia ancora poco considerata nel nostro Paese; “ShiHuangDi” ha tutte le carte in regola per dare ai Thy Majestie il giusto spazio che si meritano nel metal italiano. In ambito power, il 2012 si è rivelata una grande annata per la scena italica e ad incrementarne ulteriormente la qualità si accodano di diritto i grandi Thy Majestie con un nuovo album esplosivo, epico, combattivo e mai banale. Un grande ritorno.

Tracklist:
01. Zhoongguo
02. Seven Reigns
03. Harbinger Of A New Dawn
04. Siblings Of Tian
05. Walls Of The Emperor
06. Under The Same Sky
07. Farewell
08. Huanghun
09. Ephemeral
10. End Of The Days
11. Requiem

Line-Up:
Alessio Taormina – Vocals
Simone Campione – Guitars
Giuseppe Carrubba – Keyboards
Dario D’Alessandro – Bass
Claudio Diprima – Drums

Sito ufficiale: www.thymajestie.com
Myspace: www.myspace.com/thymajesty
Facebook: https://www.facebook.com/ThyMajestie
Etichetta Scarlet Records – www.scarletrecords.it

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *