Merciless Attack – Mercy For None (2013)

Titolo: Mercy For None
Autore: Merciless Attack
Genere: Thrash
Anno: 2013
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:1397

Esordio per i connazionali Merciless Attack, quartetto veneto che non riserva sorprese sin dal monicker, un chiaro indizio della proposta. Di cosa parliamo? Ma di thrash naturalmente, del più crudo e becero immaginabile, un miscuglio letale, tossico se andiamo a chiamare in causa le tematiche di cui i nostri si fanno “portavoce”, che si affaccia a momenti alterni verso l’Europa centrale (stiamo parlando di thrash teutonico) e verso l’America degli albori del genere. I Merciless Attack scelgono lo step della demo, passaggio che in molti sembrano oggigiorno aver dimenticato; tutti immediatamente pronti a sfondare con album, forti di una tecnica sicuramente superiore rispetto alla media di un tempo, ma nella maggioranza dei casi deboli dal punto di vista della composizione, ancora acerba e decisamente troppo legata ai numi tutelari. I quattro non ci cascano, il loro biglietto da visita sono i sei brani di “Mercy For None”, coi quali giungono a tastare il terreno.
Nati nel 2010, con membri di altre band del panorama underground veneto (vedi Exilium e Sacrificator, questi ultimi non più attivi), i Merciless Attack non hanno le idee chiare: le hanno assolutamente nitide e cangianti, tant’è che non si può assolutamente rimarcare nulla sulla bontà del loro operato. Si presentano come affamati di anni ’80, si dimostrano voraci divoratori dei cliché dello stesso periodo storico, saranno certamente coerenti e ben felici di confermare che non è l’originalità il leit motiv della loro proposta. Purtroppo duole sottolineare come venga a mancare anche quel briciolo di personalità che ad oggi fa la differenza di molti epigoni più quotati ed apprezzati nel panorama underground, un punto decisamente a sfavore del quartetto veneziano, che gioca a carte scoperte una dura partita.
Inquadrato il combo sin da subito, non ci si può esentare dall’indirizzare verso altri lidi quanti sono allergici alla corrente odierna che riprende pedissequamente gli stilemi del thrash che fu, il decantato “old school thrash”; avvertimento forse superfluo, considerato che basterebbe una rapida occhiata all’artwork, oppure una veloce scorsa dei titoli dei brani dei nostri, per fugare ogni dubbio. Certo che “The Toxic Avenger” (introdotta dallo slogan promozionale che accompagnava l’omonimo film al momento della sua uscita), “In The Pit”, “Nuclear Tsunami” o “Leatherface” non aiutano nel difficile compito di dare una scossa ad un panorama definito da molti come ormai asfittico.
Prendete gli Exodus, aggiungete l’inclinazione “stradaiola” di una qualsiasi band hardcore, shakerate per bene con Sodom e Destruction (e perché no, anche i primi Deathrow), servite con contorno di Slayer: a voi i Merciless Attack! Destreggiandosi fra veloci sfuriate e centellinati mid tempos, i quattro veneti non lasciano il tempo di soffermarsi a respirare, correndo alla meta senza sosta, forti di un’attitudine al 100% “in your face”. La sensazione di déjà vu che permane durante i 23 minuti di durata della demo non sminuisce il piacere di fondo nel lasciarsi trasportare dalla carica del giovane combo, forte di quell’entusiasmo che manca ormai a tante formazioni navigate.
I nostri decidono di non giocare nemmeno la carta relativa alla qualità della registrazione, che non faticherebbe ad ingannare una buona fetta di pubblico circa l’anno di uscita di “Mercy For None”. D’obbligo spezzare una lancia a loro favore: nell’era del ritocco digitale, delle batterie campionate, delle produzioni da capogiro, la propensione alla corrente di pensiero ancorata alla “presa diretta” è quasi una ventata di aria fresca, con brani suonati dalla prima all’ultima nota, senza badare alle piccole imprecisioni che rendono più naturale il risultato finale.
Una demo onesta, che va inquadrata senza timori nel calderone del thrash d’annata senza compromessi, per molti manna dal cielo, per molti altri perfetta come sottobicchiere, senza usare mezzi termini e scomodare usanze più singolari. Ai quattro mancano un approccio più analitico ed una ricerca più meticolosa di una dimensione maggiormente personale, che li porterebbe inevitabilmente ad ottenere un supporto più consistente ed a creare qualcosa di meno standardizzato, a patto che questa sia una loro ferma intenzione. In caso contrario, questa resta la demo onesta di cui sopra, da parte di una band altrettanto onesta che suona per divertirsi e divertire, al bando altri scopi meno “nobili”. Piacevole sorpresa contraddistinta dalla perseveranza tipica degli amanti del genere, supporto!

Tracklist:
1. The Toxic Avenger
2. In The Pit
3. Nuclear Tsunami
4. Leatherface
5. Pray To Your God
6. Merciless Attack

Line-up:
Fede – Chitarra
Punzo – Basso, Chitarra
Orgio – Voce
Marco – Batteria

Sito ufficiale: http://www.facebook.com/mercilessattack.thrash

2 commenti su “Merciless Attack – Mercy For None (2013)”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.