Gama Bomb – The Terror Tapes (2013)

Titolo: The Terror Tapes
Autore: Gama Bomb
Genere: Thrash
Anno: 2013
Voto del redattore HMW: 7,5
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:834

Arriva per chiunque il momento di evolversi, quell’istante in cui realizzi che quanto hai dato sinora, nel nostro caso a livello musicale, non ha confini e può essere valicato. Anzi, deve essere valicato. Quell’istante in cui l’esigenza di cambiare pelle ed evolversi si fa pressante ed esasperante e, a costo di perdere per strada la quasi totalità di coloro che hanno sostenuto a spron battuto e a testa alta la tua causa, perorandola contro tutto e tutti, decidi di rischiare e metterti in gioco sotto un’ottica completamente differente rispetto al passato, gettandoti a capofitto nella sperimentazione sonora, caricandoti della medesima necessità di “andare oltre” che ha animato i padri di quella corrente molto ampia che viene identificata a grandi linee col nome di progressive e tutt’ora infatua decine di musicisti. Insomma, come Giano Bifronte, dalle due facce contrapposte che guardano una il passato e l’altra il presente ed il futuro, mostrare l’altro lato della medaglia tenuto meticolosamente nascosto in attesa del momento propizio.

Bene, ora prendete tutta questa altisonante introduzione e mettetela in un angolino buio… Dimenticatevela, visto che difficilmente si andrà mai ad applicarla ai Gama Bomb, quintetto irlandese che dall’esordio nel 2002 ha sempre confezionato solo e solamente album rigorosamente old school thrash, inquadrati, lontani da alcuna parvenza d’originalità, ma dannatamente efficaci quando hai bisogno di carica ed energia primordiale. La classica band che spacca il pubblico in più tronconi: chi apprezza l’umorismo e la “fede metallica” dei Nostri, chi li bolla come inutili e dannosi, chi li adora e si esalta con i loro brani costruiti attraverso ben noti schemi già completamente delineati e approfonditi da chi il genere lo ha forgiato.

Dall’esordio sulla lunga distanza, quel “Survival Of The Fastest” uscito nel 2005 per l’indie tedesca Witches Brew, attraverso i due full del 2008 e 2009, “Citizen Brain” e “Tales From The Grave Space”, editi dalla storica label inglese Earache, i ragazzi si sono ora accasati nuovamente in Germania, questa volta presso la AFM Records, per questo quarto tassello della loro discografia. “The Terror Tapes” presenta una band affiatata come sempre, pur con l’ennesimo cambio di line up, che ha visto la dipartita del chitarrista Luke Graham, sostituito da John Roche, una vecchia conoscenza visto che già li aveva accompagnati in sede live per sostituire il rientrante a tempo pieno Domo Dixon, assente durante gli ultimi tour a spasso per le strade d’Europa e del mondo.

Trentasei minuti che scorreranno veloci e piacevoli nei vostri padiglioni auricolari, a patto che già siate preparati a non curarvi di quella sensazione permanente di “già sentito” che pervade molti dei riff sciorinati nel corso delle tracce. Anche in questa circostanza, un dubbio amletico pervade l’ascolto critico: che senso avrebbe soffermarsi sulle singole composizioni? Niente paura, dubbio già fugato: nessun senso! “The Terror Tapes” è un blocco monolitico che si abbatterà sull’impreparato ascoltatore dall’opener “The Wrong Stuff” alla conclusiva “Wrecking Ball”, transitando per le terremotanti “We Started The Fire” e “Terrorscope”, primo singolo estratto, decisamente rappresentativo del platter, senza contare bordate del calibro di “The Cannibals Are in The Streets (Therefore) All Flesh Must Be Eaten”, senza che la vena ironica venga mai meno (ne sono esempio “Smoke The Blow With Willem Dafoe”, ma anche “Metal Idiot”).

Una tecnica notevole, mai troppo rimarcata per band il cui intento non è di certo darne mostra, con anche il vocalist Philly Byrne che sfrutta maggiormente la sua timbrica particolare colpendo nel segno. Da notare anche il superlativo artwork, realizzato da Graham Humphreys, autore di numerose locandine cinematografiche, tra cui spiccano titoli come “A Nightmare On Elm Street” ed “Evil Dead”, che ben si sposa con la proposta del combo.

Personalmente adoro i Gama Bomb e la loro attitudine scanzonata ma, se siete avvolti nel vostro vortice di indifferenza nei confronti del revival thrash, allora il consiglio resta sempre quello di rimanere al sicuro nel vostro baccello, visto che anche in quest’occasione i cinque irlandesi vi deluderanno in toto. A tutti coloro che si collocano nella restante percentuale, date una possibilità a “The Terror Tapes”, dal quale rimarrete difficilmente delusi! Supporto!

Tracklist:
1. The Wrong Stuff
2. Legend Of Speed
3. Backwards Bible
4. Beverly Hills Robocop
5. Smoke The Blow With Willem Dafoe
6. We Started The Fire
7. Terrorscope
8. The Cannibals Are in The Streets (Therefore) All Flesh Must Be Eaten
9. Shitting Yourself To Live
10. Matrioshka Brain
11. Metal Idiot
12. Wrecking Ball

Line-up:
Joe McGuigan – Bass/Vocals
Philly Byrne – Vocals
Domo Dixon – Lead Guitar
Paul Caffrey – Drums
John Roche – Guitar

Facebook: http://www.facebook.com/gamabomb
Etichetta AFM Records: http://www.afm-records.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.