Mythery – The Awakening Of The Beast (2013)

Titolo: The Awakening Of The Beast
Autore: Mythery
Genere: Symphonic Progressive Rock
Anno: 2013
Voto del redattore HMW: 8,5
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:886

Dona un certo sollievo constatare che, ancora oggi, nuove band che spuntano sul mercato sono in grado di mostrare un’innata abilità compositiva, nonostante spesso ci si senta dire che “è stato detto tutto” in ambito musicale. Alla fine dei conti non importa più essere necessariamente originali, ma certe nuove realtà ci riescono, come i qui presenti Mythery, una nuova realtà proveniente dalla Danimarca che propone nel suo esordio “The Awakening Of The Beast” una riuscita miscela di metal sinfonico e progressive rock, miscelati in arrangiamenti eleganti con l’apporto centrale di un violino, suonato dalla bionda Michala Høj.
Il sestetto è capitanato da Nikolaj (batteria), unico compositore e mente del gruppo, il quale ha impiegato due anni per completare la stesura di questo primo lascito. Tempo speso bene, poiché “The Awakening Of The Beast” si presenta come un album ricco di sfumature, completo in ogni dettaglio e tutt’altro che semplice da assimilare.
Tralasciando l’orribile copertina, ci ritroviamo immersi in un piacevole affresco di musica ben confezionata, a tratti molto evocativa e rilassante, altre volte più lanciata e progressiva. Non esiste traccia di metal propriamente detto. Il tutto è condito da vagonate di melodie sinfoniche che rendono l’ascolto scorrevole ed accattivante, come dimostra l’opener “Another Universe”, dove uno splendido motivo di violino (tutt’altro che secondario il suo ruolo, nel corso dell’album) addolcisce ogni nota su un buon tappeto di batteria, soprattutto nel buon refrain. Si nota sin da subito la voce di Laurits Emanuel: non particolarmente versatile e a volte poco espressiva, è forse l’unico aspetto debole di una band che in futuro potrebbe avere molto da dimostrare. Parecchio interessanti anche la più aggressiva “Epoch Of Destruction”, dalle venature power (senza esagerare) con una, tutto sommato, buona prestazione di Laurits al microfono, e “The Crusade”, la song più orecchiabile del lotto, con un ritornello di quelli che si piantano in testa senza troppe pretese e con un bellissimo duetto centrale di voce femminile e violino. Il prog rock si impadronisce dei Mythery con “Godforsaken”, cupa, meno immediata delle precedenti e più criptica nelle sue variegate sfaccettature, ma ugualmente interessante.
Le prime quattro tracce fungono in realtà solo da contorno a quella che è la maestosa suite di chiusura, la title-track “The Awakening Of The Beast”, brano della considerevole durata di 32 minuti, suddiviso in cinque movimenti. Il colosso in questione si adagia su un notevole tappeto melodico, in cui diversi temi vengono ripetuti più volte con vari arrangiamenti, ora in chiave acustica, ora rock, ora sinfonica, dando al tutto un colore molto variegato ed una struttura mutevole. Nonostante qualche melodia possa dare un senso di ripetitività, il brano non presenta grossi cali o passaggi forzati e scorre piacevolmente fino al gran finale.
I Mythery senza dubbio rappresentano una delle sorprese più inaspettate di questo 2013; una band che sorprendentemente ha già le idee molto chiare sulla propria direzione musicale, su come arrangiare e come far suonare i propri brani. Sarà solo il futuro a confermare o smentire quanto finora abbiamo ascoltato su questo “The Awakening Of The Beast”, un album non esente da qualche lieve mancanza (per esempio qualche solo di chitarra non avrebbe guastato), ma comunque un’ottima opera prima, elegante e di classe come poche.

Tracklist:
01. Another Universe
02. Epoch Of Destruction
03. The Crusade
04. Godforsaken
05. The Awakening Of The Beast Pt. I: Overture
06. The Awakening Of The Beast Pt. II: A Dark Epiphany
07. The Awakening Of The Beast Pt. III: Awoken By The Fire
08. The Awakening Of The Beast Pt. IV: Through Shadow Eyes
09. The Awakening Of The Beast Pt. V: The Words Of Salvation

Line-Up:
Laurits Emanuel – Vocals
Simon Rabenhøj – Guitars
Mikkel Rosenbeck – Keys
Michala Høj – Violin
Tobias Dall – Bass
Nikolaj Holger – Drums

Facebook: www.facebook.com/mytheryofficial
Sito Etichetta: www.mightymusic.dk

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.