Malignant Asceticism – Ascensum Serpens (2013)

Titolo: Ascensum Serpens
Autore: Malignant Asceticism
Genere: Black Metal
Anno: 2013
Voto: 7

Visualizzazioni post:985

E tre! I Malignant Asceticism sono il terzo gruppo cileno su tre che recensisco su queste pagine, ormai credo di aver fatto un record! Come gli altri due, anche l’Ep “Ascensum Serpens” è una produzione della Blood Harvest, anche se stavolta non si tratta di una ristampa (ed era pure ora!).

Come gli Istengoat, anche i Malignant Asceticism suonano black metal, seppur in modo parecchio diverso. Il loro è infatti un black purissimo e glaciale, non ci sono melodie nè assoli di chitarra, anche se l’ascia solista qui e là si fa viva per enfatizzare tutto l’assalto, specie durante i rallentamenti doom. Questi ultimi rivestono un ruolo fondamentale, soprattutto in “The Black Dance”, permeando così ancor di più la musica di un’opprimente aura occulta che si respira in tutti i dieci minuti (circa) del disco.
“The Black Dance” è il pezzo che preferisco perchè è più strutturato e vario di “Seventh Breath” e arriva ad includere addirittura certi passaggi belli groovy in tupa-tupa, più o meno come nei pescaresi Black Faith (il cui album “Jubilate Diabolo”, uscito pochi mesi or sono, è un capolavoro con i controcosiddetti!). “Seventh Breath” è invece un brano decisamente più diretto e violento, pieno di blast-beats esagitati, ma mantiene sempre un’atmosfera veramente oscura non così facile da beccare in giro, anche perchè il pezzo si apre con una specie di intro da quasi due minuti un po’ suonata e un po’ messa nera (ultimamente i gruppi black/death hanno fantasia zero per quanto riguarda le intro…).
A creare maggiore atmosfera ci pensa anche la struttura dei brani, più che altro perchè, a un certo punto, vi è una sorta di pausa demoniaca che introduce sistematicamente dei momenti doom lungo la parte centrale di ogni brano. Il tutto è di sicuro effetto, anche grazie ad una chitarra solista a volte bella disturbata (come in “The Black Dance”, che ha pure delle semplici partiture di basso non male).

Veniamo al comparto vocale, è fondato prevalentemente su delle urla diaboliche che in “Seventh Breath” sono così intense e furiose da essere aiutate (raramente) da qualche grugnito bestiale, roba che nemmanco i Bestial Warlust (che pure di mera distruzione di massa se ne intendevano). Inoltre, è da segnalare che le liriche sono talvolta in spagnolo.
Insomma, questo primo EP dei Malignant Asceticism, pubblicato dopo due demo, è un bell’antipasto per i futuri stermini che verranno. Fra l’altro, la produzione di “Ascensum Serpens” sa il fatto suo, perchè è potente e compressa ma allo stesso tempo sporca e maligna come poche. Peccato però che il disco duri pochino, ma se ‘sti cileni fanno questo effetto con sole due canzoni non riesco ad immaginare come sarà l’album di debutto!

Tracklist:
1 – Seventh Breath
2 – The Black Dance

Line-up:
P. T. – voce/chitarra
V. G. – chitarra
D. S. – basso
C. A. – batteria

Etichetta Blood Harvest – http://www.bloodharvest.se

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.