Slider by IWEBIX

Arrayan Path – IV: Stigmata (2013)

Pubblicato il 22/10/2013 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: IV: Stigmata
Autore: Arrayan Path
Genere: Power Metal
Anno: 2013
Voto: 8

Visualizzazioni post:397

Sono sempre tranquillo al cospetto di un nuovo lavoro degli Arrayan Path. Tale serenità deriva solo in minima parte dalla tipologia di metal trattata dai Nostri, dato che la porzione più cospicua è costituita dalla certezza di poter godere dell’ascolto di pezzi di grande qualità: in anni di “frequentazioni” la band non mi ha mai tradito, regalandomi album di valore che, anche a ragguardevole distanza dalla data di release, di tanto in tanto vado a riascoltarmi con piacere. A circa due anni dal precedente “Ira Imperium”, la band cipriota – nel frattempo mutata nella lineup con l’ingresso del tastierista George Kallis e del basso di Paris Lambrou, già al lavoro con Nicholas Leptos in seno agli Astronomikon – rinnova l’alleanza con l’etichetta Pitch Black Records e sforna il suo quarto full length “IV: Stigmata”, un concept i cui argomenti si ispirano alla Bibbia ed in particolare ad alcune vicende narrate nell’Antico Testamento. A seguito dei soliti numerosi passaggi sullo stereo, confermo che la fiducia negli Arrayan Path è ancora una volta ben riposta: egregiamente registrato con il produttore Vangelis Maranis (ex Sanvoisen), “IV: Stigmata” offre un ottimo power metal i cui riferimenti, come di consueto, rimandano ai capofila teutonici del genere e citano anche i Kamelot ed i nostrani Rhapsody Of Fire, oltre ad avere quel gustoso sapore ellenico che rende il tutto più particolare; ne emerge una proposta complessiva maestosa e di classe, carica di sfumature, chorus e melodie efficaci e punteggiata da sonorità orientaleggianti. Il potere evocativo ed emotivo della musica degli Arrayan Path è accentuato da atmosfere più tenebrose rispetto al recente passato, e mi sembra anche che abbiano indurito un poco il sound delle chitarre: il disco, pur muovendosi entro confini sonori abbondantemente esplorati non risulta mai stucchevole, al contrario riesce a tenere costantemente viva l’attenzione attraverso pezzi affascinanti come “Midnight And The First-Born Massacre”, “Pharaoh’s Wish” e “Judas Iscariot”, brani che ben rappresentano quanto descritto sopra. Da menzionare anche la trascinante “Harbingers Of Death”, l’epica oscurità di “Stigmata” e la diretta “The Bible Bleeds”, ma devo dire che tutta la tracklist non concede alcun calo di tensione, attestandosi su livelli qualitativi piuttosto alti. Di grande valore è anche il contributo fornito dai musicisti coinvolti ed in particolare mi ha colpito la prova di Nicholas Leptos, cantante dalle notevoli capacità interpretative. Infine, segnalo che per “IV: Stigmata” sono state previste due bonus track, la versione ri-registrata della potente “Mystic Moon” (pezzo d’apertura del primo demo della band) ed una eterea “Charming Paranoia”. Questo “IV: Stigmata” è dunque un lavoro ottimo e avvincente, a mio parere un bel passo avanti rispetto al pur validissimo predecessore e ben al di sopra della media delle uscite in ambito power metal: gli Arrayan Path sono davvero bravi e meritano il vostro interesse, se amate il genere hanno il disco che fa per voi!

Tracklist:
1. Clepsydra
2. The Bible Bleeds
3. Midnight And The First-Born Massacre
4. Judas Iscariot
5. Stigmata
6. Cursed Canaan
7. Pharaoh’s Wish
8. Harbingers Of Death
9. Disguising Your Soul
10. The Storyteller
11. Mystic Moon (CD Bonus)
12. Charming Paranoia (CD – Download Bonus)

Line-up:
Nicholas Leptos – voce
Socrates Leptos – chitarra
George Kallis – tastiere
Paris Lambrou – basso
Stefan Dittrich – batteria

Myspace: www.myspace.com/arrayanpath
Etichetta Pitch Black Records – www.pitchblackrecords.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *