Axel Rudi Pell – Into The Storm (2013)

Titolo: Into The Storm
Autore: Axel Rudi Pell
Genere: Guitar Hero
Anno: 2013
Voto del redattore HMW: 7
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:1547

Eccoci davanti all’ennesima uscita del guitar hero tedesco Axel Rudi Pell. Tra raccolte, live e studio album il biondo axeman ha scritto così tante canzoni da far impallidire artisti dalle carriere molto più lunghe. Eppure la formula è quella giusta. Le line up cambiano, ma lo stile rimane invariato. La terribile perdita del selvaggio Mike Terrana alla batteria non ci dà tempo per piangere, dato che il sostituto alle pelli è nientemeno che Bobby Rondinelli, ex batterista di band del calibro di Warlock, Doro, Riot. Insomma, Pell ha già dimostrato in passato di saper gestire la band rimpiazzando una voce unica come quella di Jeff Scott Soto con quella di Johnny Gioeli, che ancora oggi ci rinnova la sua carica e capacità al microfono. E’ vero che i brani del chitarrista teutonico a volte sono un po’ ripetitivi, soprattutto per i lunghissimi e melodici ritornelli, ma qualità e tecnica sono sempre al top. Dopo tanti anni è ancora magico sentire quei riff rock ‘n’ roll tipici di ogni disco di Axel che si sposano così bene con la potentissima voce di Gioeli. “Into The Storm” è quanto di più classico ci si possa aspettare dalla formazione dell’artista tedesco. Non mancano i ritmi veloci e serrati a partire dall’opener “Tower Of Lies”, passando per le note struggenti di “When Truth Hurts”, che sarà sicuramente inserita nel prossimo disco delle ballad ormai arrivato alla sua 4° edizione. E c’è naturalmente anche una cover, come da tradizione: in questo caso abbiamo Neil Young con “Hey Hey My My”, e come al solito l’esecuzione è ottima. La title track “Into The Storm” chiude magistralmente ancora una volta l’ennesimo album di Axel Rudi Pell. Non sarà una novità, ma il suo lavoro lo fa dal 1989. Tra i tanti nomi dei guitar hero spocchiosi o noiosi, a mio avviso, Axel è forse il più onesto e comunque valido sulla scena. Non ci si può stancare.

Tracklist:
1.   The Inquisitorial Procedure
2.   Tower Of Lies
3.   Long Way To Go
4.   Burning Chains
5.   When Truth  Hurts
6.   Changing Times
7.   Touching Heaven
8.   High Above
9.   Hey Hey My My
10. Into The Storm

Line-up:
Axel Rudi Pell – chitarra
Johnny Gioeli – voce
Volker Krawczak – basso
Ferdy Doernberg – tastier
Bobby Rondinelli – batteria

Sito: www.axel-rudi-pell.de
Facebook: https://www.facebook.com/pages/AXEL-RUDI-PELL-OFFICIAL-SITE
Etichetta SPV / Steamhammer: www.spv.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.