Salem – Forgotten Dreams (2013)

Titolo: Forgotten Dreams
Autore: Salem
Genere: NWOBHM
Anno: 2013
Voto: 7

Visualizzazioni post:1175

Le misconosciute band albioniche che hanno contribuito a generare ed alimentare il mito della New Wave Of British Heavy Metal esercitano su di me un fascino irresistibile: mi sono buttato a capofitto sulle numerose operazioni di ristampa che, negli ultimi anni, hanno riportato a galla una quantità di nomi e relativi lavori dimenticati provenienti da quella fervente scuola musicale. A volte questi recuperi mi hanno riservato cocenti delusioni, più di frequente mi hanno donato album nella media o poco sopra e, ogni tanto, anche qualche scintillante gioiellino. Dell’ultima categoria fa parte “In The Beginning…”, ottima compilation di cui mi occupai nel 2010 e che raccoglieva quanto prodotto tra il 1981 e il 1983 dai Salem, quintetto di Hull ritornato in piena attività sia live che in studio: con queste premesse, potete ben immaginare la curiosità con cui ho atteso l’uscita di “Forgotten Dreams”, a tutti gli effetti il debut album dei Nostri. Rilasciato sotto l’egida di Pure Rock Records agli sgoccioli del 2013, “Forgotten Dreams” si articola per poco meno di un’ora in cui, rispetto ai contenuti della precedente raccolta, predomina un settantiano hard rock ad alto tasso melodico, pur non mancando qualche spunto di primordiale heavy metal. Nel complesso, il risultato ottenuto non suona affatto stantìo o stucchevole, ma evidenzia una dozzina di validi brani, vitali e decisamente soddisfacenti in termini di longevità e coinvolgimento, alcuni dei quali recuperati dai due EP “New Tricks” (2011) e “X-Rated” (2013); va detto che “Forgotten Dreams” non farà passare alla storia i Salem, ma ci riconsegna una band in forma ed in possesso di una certa classe: forse c’è qualche lungaggine di troppo in brani come “Kazakafnu” e “Break The Chains” (in particolare quest’ultima mi sembra non finire mai!), ma ci si consola rapidamente grazie all’aggressivo hard rock di “When Love Is In Your Heart” e “Reach To Eternity”, vecchio brano apparso nella già citata compilation e qui in versione rivista ed aggiornata, la più classicamente maideniana “High Stakes” e le trascinanti cadenze ritmiche della titletrack, in cui trova spazio un breve passaggio di chitarra dal flavour orientaleggiante. Da segnalare anche l’intensa ballata “This Heart Is Mine” e le atmosfere positive e leggere dell’acustica “The Best Is Yet To Come”, pezzo dal forte appeal radiofonico. In conclusione, vado a ribadire quanto espresso in precedenza: “Forgotten Dreams” non è un lavoro epocale ma è sicuramente solido e ben fatto, inoltre non lascia la spiacevole sensazione di essere stato registrato per cavalcare l’onda d’interesse verso le band inglesi del passato. In attesa di vederli in azione al nostrano “Play It Loud!” il 15 marzo 2014, gli irriducibili fans delle vecchie sonorità britanniche si accostino a “Forgotten Dreams” senza alcun timore, perché il disco è davvero buono!

Tracklist:
1. Forgotten Dreams
2. High Stakes
3. When Love Is In Your Heart
4. This Heart Is Mine
5. Kazakafnu
6. The Answer
7. Reach To Eternity
8. The Best Is Yet To Come
9. X-Rated
10. Break The Chains
11. Ask The Lonely
12. Aftershock

Line-up:
Simon Saxby – voce
Paul Macnamara – chitarra
Mark Allison – chitarra
Adrian Jenkinson – basso
Paul Mendham – batteria

Sito ufficiale: www.salemband.co.uk
Myspace: www.myspace.com/salem.uk
Etichetta Pure Rock Records  –  www.puresteel-records.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.