Slider by IWEBIX

Raw Power – You Are the Victim / God’s Course (1983/1982)

Pubblicato il 21/03/2014 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: You Are the Victim/God's Course
Autore: Raw Power
Genere: Punk/Hardcore
Anno: 2013
Voto: 9

Visualizzazioni post:383

Quando ho aperto il pacco speditomi da Alessio un po’ di giorni fa, non ci potevo credere: fra i dischi c’era la ristampa di “You Are the Victim”, il primissimo album dei Raw Power, storico gruppo punk/HC emiliano fra i più influenti al mondo. E si dà il caso che questo disco me lo stavo pure cercando, quindi questo pacco è caduto proprio a fagiolo! La ristampa è opera della torinese FOAD Records, che ha avuto la bella idea di aggiungere all’album anche “God’s Course”, il demo del 1982 mai rilasciato prima d’ora e che è stato trovato nella collezione di Stiv “Rottame” Valli, leggendaria figura dell’HC italiano responsabile della fanzine “TVOR – Teste Vuote Ossa Rotte”. Ecco quindi che in totale ci sono ben 28 pezzi per 40 minuti intensissimi di distruzione totale.

Il punx/ardecore dei Raw Power è scatenato ma inventivo, visto che fra begli assoli di chitarra, siparietti di batteria ed un basso che si fa sentire con prepotenza – scrollandosi di dosso il ruolo secondario che spesso ha in questa musica – c’è di che scegliere. E aggiungiamoci pure un comparto vocale alternato fra la voce grossa di Giuseppe e le urla folli di Silvio, cosa che permette di fare dei giochi vocali con tanto di cori devastanti.

I pezzi sono quasi esclusivamente veloci ma ce n’è qualcuno basato su tempi medi contagiosamente groovy come l’autocelebrativa “Raw Power”, dalle forti influenze rock’n’roll come nel più classico US punk/HC. Ma non solo: qui e là c’è pure qualche (comunque raro) cambio di tempo, come in “Don’t Let Me See It” che, per puro miracolo, è il tour de force dell’album dati i suoi i suoi 2 minuti e mezzo di durata (eh sì, ma “I Hate The System” di “God’s Course” è lunga la bellezza di 3 minuti!).

Il demo presenta sempre 14  pezzi (per venti minuti di durata), di cui cinque fanno parte dell’album stesso, talvolta in una versione parecchio differente (ma non sempre efficace). Inoltre la produzione del demo è molto più sporca e sgraziata, anche se si sente tutto abbastanza bene a parte il comparto vocale, praticamente seppellito dal resto degli strumenti; la produzione di “You Are The Victim” invece è sì sporca ma più potente e graffiante, comunque sempre pregna della fantastica aura caotica tipica dei Raw Power.

Fatemi parlare anche dei testi semplici e d’impatto del gruppo (e qui faccio presente che nel booklet – molto ben curato – sono presenti soltanto i testi dell’album, anche se non tutti). Si va dal sanguinario anti-sbirri “Police Police” all’altrettanto feroce “Politicians”, dove i politici vengono considerati alla stregua di veri e propri fuorilegge che “lavorano” solo per il proprio tornaconto. I Raw Power provano fra l’altro un astio profondissimo verso i comunisti e i socialisti, come si evince dalle liriche di “Burning Factory” e “No Card”, non facendo quindi sconti a nessuno. Molto intelligente è invece “Power”, nel quale si osserva che ogni persona ambisce pericolosamente al potere così da sottomettere gli altri. In una parola: comprate! Punto e basta.

Tracklist “You Are the Victim”:

1 – Politicians
2 – Police Police
3 – Corrosive Water
4 – Raw Power
5 – Burning Factory
6 – Hate
7 – State Oppression
8 – Don’t Let Me See It
9 – You Are the Victim
10 – Repression
11 – No Card
12 – Death Seller
13 – Power
14 – Nihilist

Tracklist “God’s Course”:

1 – Power
2 – For Me
3 – I Hate the System
4 – Chicken Song
5 – X
6 – No Future
7 – Raw Power
8 – Fuck Authority
9 – Police Police
10 – Destroy
11 – Bastard
12 – You Shock Me
13 – Fabbrica
14 – Destroy of Society

Line-up:
Giuseppe – voce/chitarra
Silvio – voce/basso
Mauro – voce (solo nell’album)
Maurizio – chitarra
Helder – batteria

Sito ufficiale: www.rawpowerhardcore.com
Facebook: https://www.facebook.com/pages/Raw-Power/36776807466
Etichetta FOAD Records: www.foadrecords.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *