Slider by IWEBIX

Disasterhate : i dettagli del debut album

Pubblicato il 14/04/2014 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:311

image description

Dopo l’esordio iniziale dell’ep “Sacrifice To Eclipse”, pubblicato nel 2007 per l’etichetta TAF Production, i Disasterhate tornano con il primo full lenght intitolato “Mirroring The Abyss”. Le nove tracce del cd rappresentano l’evoluzione creativa e stilistica della band: ruvido thrash/death metal che sfocia in inserti clean dalle atmosfere talvolta malinconiche, talvolta cupe e ossessive.
Registrato da Fabio Monaco e Vittorio Blanco, missato da Graziano Emanuele, Mirroring The Abyss vede la collaborazione di due musicisti della scena metal catanese, Tsade (Guru of Darkness) e Federico De Luca (Lost Ape Of Killa), e tutti i brani arrangiati e registrati dal batterista Giando sono presentati live alla batteria da Danilo Ficicchia, (in line up dal 2011, e già militante nella thrash metal band Nemesis). L’uscita ufficiale dell’album avverrà durante il release party del 25 aprile 2014, in occasione del We Rock Death Fest, in cui i Disasterhate si esibiranno insieme a Memories of a Lost Soul e EpisThemE.

Tracklist
1. Me ≡ Android
2. Desecrated Sick Reality
3. Shining Black Mirror
4. In A Rarefied Morning Sun
5. Blank
6. Toxic Sleep
7. The Abyss
8. Day Of Zero
9. The Isle Of The Dead

Mirroring the abyss è un paradosso. Uno specchio che cerca di riflettere l’abisso infinito della mente, ma non può contenerlo; ne emergono solo frammenti brevi e sconnessi. Riff violenti, carichi di pathos, gelidi, ma anche sonorità avvolgenti, che sfiorano vibranti corde dell’anima. Il suono sembra soffocato dalla rabbia, gli screaming squarciano la gola. Basta un attimo e tutto si placa; timbriche calde e avvolgenti sembrano rassicurare e confortare la mente smarrita.
Questo disco è come un tuffo dentro profondità inesplorabili dell’animo umano e noi, come palombari del profondo, abbiamo ridato la luce a reperti inconoscibili della nostra mente. Un viaggio pericoloso sull’orlo del baratro, in cui sprofondare e riemergere, per portare a galla solo qualche frammento di se stessi. Infine, come sopravvisuti scampati alle acque pericolose della conoscenza di sé, approdare nel porto sicuro dell’oblio.

https://www.youtube.com/watch?v=bGvzdOfGy4Q

Disasterhate - band

Official Disasterhate space: https://www.facebook.com/disasterhate?fref=ts

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *