Avenue X : nel nuovo album anche Steve Sylvester


Visualizzazioni post:705

Novità in casa Avenue X, la band della controversa cantante, chitarrista, compositrice ed attrice Dionna Marie Dal Monte, balzata all’ “onore” delle cronache italiane dopo la sua esibizione alla serata finale del Summer Jamboree in cui ha fatto capolino un tatuaggio “scomodo”.

Dionna, 21enne neo mamma, e’ recentemente tornata con il marito e bassista Marzio Dal Monte, paracadutista acrobatico, a New York City, dove il marito ha finito di scontare una condanna per aggressione a mano armata. Nell’ultimo anno la cantante si e’ dedicata alla maternita’, dando alla luce il suo primo figlio, chiamato Bronson in onore del piu’ famigerato galeotto inglese, in puro stile punk rock.

In questi giorni la cantante sta iniziando la pre produzione del suo secondo album ai Replay Music Studio nel West Village a Manhattan, dove la coppia punk rock piu’ chiacchierata degli ultimi tempi ha casa. Si trattera’, secondo l’ufficio stampa della newyorkese, di un lavoro molto piu’ impegnativo del primo album “Avenue X” che vedeva come special guest Marky Ramone dei Ramones e David Peel, indimenticato guru di John Lennon.

Proprio David Peel e’ entrato a far parte della formazione di Dionna, come chitarra acustica e seconda voce, insieme ad alcuni membri dei celebri Lower East Side (qui durante un’esibizione con John Lennon e Yoko Ono: https://www.youtube.com/watch?v=ThUkPscsUEU e qui nel suo recente duetto con Dionna sulle note di The Pope Smokes Dope, brano prodotto nel 1972 da John e Yoko https://www.youtube.com/watch?v=2ThVzPQBilg). Dionna e David Peel sono soliti improvvisare prove al celebre Thompkins Square Park, abitudine che il portoricano hippie di sinistra David Peel ha dai tempi di John Lennon). I due, dopo aver rivisitato The Pope Smokes Dope, hanno in programma anche una nuova versione, sempre con duetto, di I Like Marijuana, che sara’ inserita come bonus track nel cd.

Altre le curiosita’ riguardanti il secondo album degli Avenue X, tra cui forse la piu’ interessante una inedita collaborazione con Christiane F. (I ragazzi dello zoo di Berlino) su un brano di Dionna. “E’ stato mio marito a farmi conoscere Christiane F. e subito mi ha colpito molto per la sua visione cinica e disillusa del mondo moderno. Ora Christiane ha 51 anni, vive a Berlino ed e’ fisicamente piuttosto provata. So che mio marito sta organizzando qualcosa con lei ed il suo entourage per promuovere il suo secondo libro, e le ho proposto una collaborazione su un mio brano riguardante la maternita’. Mi hanno colpito molto i suoi lavori da musicista come Christiane X, e vi ho trovato molte affinita’”.

Nel secondo album anche un cameo di Spike Lee, circa un minuto e mezzo di improvvisazione registrata in presa diretta circa la liberta’ d’espressione degli artisti, in risposta alle polemiche suscitate nel nostro paese da uno scomodo tatuaggio, mai rinnegato, della giovane cantante. “Spike Lee e’ non solo amico di lunga data, ma ricordo che mio padre, l’attore e sceneggiatore Victor Colicchio (Inside man, Goodfellas, Law and Order, Boardwalk Empire tra gli altri) ha scritto il film Summer of Sam per Spike Lee, recentemente venduto alla Disney per 20 milioni di dollari. Appreso delle polemiche in Italia, l’amico di famiglia e collega (anch’io ho fatto un piccolo cameo in Summer of Sam, a sei anni), simpatizzante delle Black Panthers, si e’ subito detto disposto ad affrontare il tema della liberta’ totale d’espressione per gli artisti, ed e’ quello che verra’ inciso (probabilmente all’interno di un inedito contesto jazz) sull’album”.

Infine, una seconda collaborazione con i Death SS di Steve Sylvester. Gia’ nel primo album Dionna ha duettato con Sylvester nel brano “The Devil’s Wall”, che ha riscosso molto successo tra i fan della granitica band italiana ed anche oltreoceano. In questo album la collaborazione si fa ancora piu’ stretta: i due registreranno insieme i video dei due brani, legati tra loro da una comune tematica, e l’album sara’ registrato oltre che a New York, anche all’ FP Recording Studio di Freddy Delirio, tastierista dei Death SS, che collaborera’ anche con la tastiera ad un paio di brani di Dionna. Resta quindi stretto il legame tra la cantante ed attrice newyorkese ed il nostro paese.

“Mio marito e’ italiano. Mio figlio e’ nato in Italia ed ha anche lui doppia cittadinanza, ovviamente. Adoro l’Italia. Mi fa ridere come certi argomenti di gossip appassionano molte persone che si scandalizzano facilmente, e mi rendono il lavoro piu’ facile, perche’ provocare e scandalizzare e’ una delle cose che da sempre mi divertono di piu’. Sono stata 15 mesi in Italia al fianco di mio marito Marzio Dal Monte, cui era stata ritirata temporaneamente la cittadinanza americana ed e’ stato condannato a 15 mesi di obbligo di dimora a Forli’, suo paese natale, e sedute settimanali di “anger management” da una psicologa forense, con l’accusa d’assalto a mano armata, un’esagerazione per dire che mio marito ha rotto un bicchiere in faccia ad una nota attrice in un pub di New York, dopo che questa mi stava infastidendo. Siamo punk e anti sociali. Viviamo nel nostro mondo e ce ne freghiamo. Ho recentemente letto in un articolo su Radio Citta’ del Capo che dal Summer Jamboree in poi vi e’ stato il nulla. Beh, in questi 15 mesi abbiamo ricevuto 4 denunce in Italia per diffamazione e minacce, una condanna per vandalismo in concorso aggravato, e fatto il piu’ bel figlio del mondo. Direi che stiamo andando piu’ che bene! Sono stati mesi intensi e folli, e mesi in cui mi e’ capitata la cosa piu’ bella della vita: dare alla luce il mio primogenito. Ho solo 21 anni, tutta la vita davanti… e mi sto divertendo moltissimo!”.

L’album uscira’ di nuovo nella sua versione fisica con distribuzione in 36 paesi con l’etichetta belga Music Avenue, mentre in digitale uscira’ sotto la societa’ del marito: M.O.B. Dal Monte, che gia’ ha prodotto il primo album, il brano con David Peel ed alcuni inediti degli Squirrels, famosa band americana solita suonare al CBGB con i Ramones e Blondie, e che vede alla voce e chitarra il padre di Dionna Victor Colicchio (che ha collaborato anche con Doc Pomus e Otis Blackwell), il bassista e cantante Frank Cadilacc ed il batterista Tommy Accosta. E proprio Tommy Accosta sara’ il batterista nel nuovo album, inciso tra New York City e Pisa.

Secondo indiscrezioni, l’album si chiamera’ “I Hate Everybody” ed avra’ in copertina la foto di Bronson Dal Monte, il figlio della coppia. La track list sara’ la seguente:

I WANNA BE FREE (feat. David Peel)

ASHLEY (feat. Steve Sylvester)

UNPREDICTABLE

I’M NOT A MACHINE (feat. Christiane F.)

WHAT HAVE I DONE?

JIMMY FUCK OFF

ONE DAY (feat. Christiane F.)

I’VE GOTTA A GUN IN MY HAND

TOMORROW BELONGS TO US (feat. Steve J. Drakos)

UPSIDE DOWN

4:20 PART TWO (feat. David Peel and The Lower East Side)

SHE DOESN’T LOVE YOU

I LIKE MARIJUANA (feat. David Peel and The Lower East Side)

Il genere sara’, a detta di Dionna, piu’ blues e rock oriented, ma con una spinta punk. Blues Punk, come dicono in molti. Dionna Style, come piace ripetere alla cantante.

Le registrazioni ufficiali agli FP Recording Studio inizieranno il 15 marzo, e l’album uscira’ il 29 aprile 2015 in tutto il mondo.

Aumentano quindi le collaborazioni di Dionna con musicisti di fama internazionale: da LES PAUL ai CRASH TEST DUMMIES, da MARKY RAMONE ai DEATH SS, da DAVID PEEL a CHRISTIANE F.

Fanpage Dionna: https://www.facebook.com/DionnaMarieDalMonte

Fanpage Avenue X: https://www.facebook.com/pages/Avenue-X/263050057083520

Avenue X I Hate

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.