Winterfylleth – The Divination Of Antiquity (2014)

Titolo: The Divination Of Antiquity
Autore: Winterfylleth
Genere: Black Metal
Anno: 2014
Voto: 6,5

Visualizzazioni post:721

Nuovo disco per i Winterfylleth – il quarto per essere precisi – band di Manchester che tiene alta la bandiera del black metal britannico. Con temi legati alla storia e alle leggende della loro terra, i nostri intrecciano soluzioni tipicamente black metal con elementi vicini al viking, senza cadere nella “trappola” del creare pezzi banali mischiando generi molto apprezzati in questo periodo.
La titletrack apre questo disco, brano diretto che alterna parti veloci con altre cariche di atmosfera, in oltre sei minuti di musica. Una prima cosa da evidenziare è proprio questa, la lunga durata dei brani di questo disco; quasi tutti oltre i sei minuti, un approccio che suona diverso da band di black metal, con pezzi brevi e decisi. I Winterfylleth invece ricercano qualcosa di diverso, sempre utilizzando suoni e soluzioni grezze, con uno scream veramente buono, cercando di catturare l’attenzione dell’ascoltatore non con un muro sonoro ma attraverso un percorso musicale.
Le lunghe parti arpeggiate di “A Careworn Heart” (oltre nove minuti di musica) faranno apparire intorno a voi paesaggi di antiche leggende. Come contrasto la successiva “Foundations Of Ash” è decisamente più cattiva e veloce, anche se i suoni utilizzati (soprattutto la batterica che appare sempre lievemente indietro rispetto alle chitarre) rendono tutto sempre troppo “morbido”.
La strumentale “The World Ahead” spacca a metà il disco, breve intermezzo con chitarre acustiche e cori, ed ecco “Over Borderlands” sempre con la stessa modalità delle precedenti: gli intervalli tra bordate black e melodie sono sempre presenti e determinano la particolarità nel sound della band. Il disco termina con “Pariah’s Path”, brano che racchiude tutte caratteristiche dei Winterfylleth e si chiude con un coro sfumato che riporta l’ascoltatore a casa.
Un disco interessante, ben suonato e con tutte le caratteristiche per essere una presenza indispensabile nella vostra discografia personale. Tutto è ben scritto e costruito, forse troppo poco spazio è lasciato all’immaginazione, in quanto la band non si allontana da sentieri tracciati da altri prima di loro. Ecco, forse una maggior personalità sarebbe la chiave per far decollare questo gruppo, che rischia di rimanere chiuso nella stretta cerchia degli addetti ai lavori o ai cultori del genere.

Tracklist:
01. The Divination Of Antiquity
02. Whisper Of The Elements
03. Warrior Herd
04. A Careworn Heart
05. Foundations Of Ash
06. The World Ahead
07. Over Borderlands
08. Forsaken In Stone
09. Pariah’s Path

Lineup:
Christopher Naughton – Chitarra, voce
Simon Lucas – Batteria
Nick Wallwork – Basso
Mark Wood – Chitarra

Sito ufficiale: www.winterfylleth.co.uk
Facebook: www.facebook.com/Winterfylleth
Etichetta Candlelight Records – www.candlelightrecords.co.uk

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.