Slider by IWEBIX

Resurrecturis : online una cover degli Attitude Adjustment

Pubblicato il 1/08/2015 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:138

I Resurrecturis lanciano una cover degli Attitude Adjustment

I Resurrecturis pubblicano una cover sul tema del lavoro come anticipazione dell’imminente album “Nazienda”.

Here’s the story:  Una nuovissima cover di “Working Class Pride” degli Attitude Adjustment è stata messa on line dai Resurrecturis sui loro canali YouTube e Soundcloud.
I Resurrecturis hanno azzardato un taglio fortemente intenso per un vecchio classico dell’hardcore Americano degli eighties, che è stato trasformato in una corsa sfrenata con tinte di grindcore e furia black metal.
Il brano è stato registrato live al Lullaby Studio di Civitanova Marche nel corso di una prova della band. Successivamente sono state aggiunti I ritornelli dell’ex Resu-vocalist Ivan Di Marco (ora in forze alle leggende HC Straight Opposition) e le tracce di basso di Marco Morosini (ex-Eversor, ex-The Miles Apart, ora con gli old school death metallers, Mannaia).

“Il prossimo album, “Nazienda”, è un concept sul mondo del lavoro, quindi abbiamo pensato che rifare “Working Class Pride” degli Attitude Adjustment sarebbe stato perfettamente in tema. È un vecchio brano che non molti tra i più giovani conoscono. Ma è stupenda ed anche le liriche sono fantastiche ed anche inusuali per l’HC di quegli anni. 
Abbiamo leggermente velocizzato la canzone e aggiunto un sapore più contemporaneo, per farla essere più interessante.
Inoltre è stata un’ottima occasione per passare un po’ di tempo con due amici dei vecchi tempi che sono anche due personalità molto rispettate della scena HC italiana.” (Carlo Strappa / Resurrecturis)

“Working Class Pride” può essere ascoltata sulle pagine YouTube Soundcloud dei Resurrecturis. Per il momento non ci sono piani per una release fisica ufficiale. I Resurrecturis hanno anche creato un logo speciale per l’occasione, coverizzando gli Attitude Adjustment anche in questo. Il risultato è, ironico e significativo allo stesso tempo, come dovrebbe sempre essere il buon punk di annata.
In questa registrazione è anche possibile ascoltare per la prima volta il nuovo batterista dei Resurrecturis, Angelo De Santi.

Resurrecturis

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *