Slider by IWEBIX

Hesperia : primo studio report dal sesto album

Pubblicato il 8/09/2015 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:140

HESPERIA: sesto album- Studio Report n.1

Come anticipato, sono iniziate le registrazioni del sesto album di HESPERIA, dal titolo CAESAR [ROMA vol. I], e sono già stati incisi l’intro dell’album ed il primo brano.

Esso sarà il primo di alcuni album incentrati sull’epoca romana, e sarà un concept sul personaggio di Giulio Cesare.

I diversi brani non saranno un “continuum” come nell’album precedente, ma avranno la classica pausa di silenzio ad intervallarli, come classici brani di durata media di 5 minuti anche se coesi dalla storia del concept.

Musicalmente la vita di Cesare sarà ricostruita con atmosfere dal sapore cinematografico e romano, quindi con orchestrazioni cinematografiche, che incontreranno il metal (come al solito visto come un macrogenere forte dei vari suoi sottogeneri), il neo-folk, la forma della rock-opera settantiana-sessantiana (persino con richiami precedenti), il vecchio prog ed il rock identitario, la psichedelia rock radicata nella sua forma primigena di sciamanesimo e nelle forme sacerdotali-rituali romane.

All’interno di queste atmosfere troveranno posto due brani dal sapore culturale più eterogeneo, rispettivamente:

-il brano tema di Cleopatra, dalle atmosfere egizie monumentali.

-Il brano incentrato sul DE BELLO GALLICO (dall’omonimo titolo) che ricreerà l’atmosfera gallo-celtica persino facendo uso della CROTTA (CRWTH) o ROT(T)A, uno strumento antichissimo (VII sec d.C.) tipicamente celtico.

Ancora una volta verranno usati strumenti folk italico-romani, il mellotron, il Korg, ed in più un organo Hammond.

L’uso della musica lirica e del tenore, introdotto nell’album precedente, verrà ampliato.

I luoghi di registrazione saranno diversi.

L’album conterrà una cover tematica “hesperiana” del brano THE IDES of MARCH degli IRON MAIDEN (essendo le Idi di Marzo la datazione ufficiale di morte di Giulio Cesare).

L’aspetto sciamanico-rituale ha coinvolto e coinvolgerà anche la gestazione dell’album in una maniera che verrà esplicitata nel prossimi studio report.

In allegato allo studio report alcune foto che catturano la sessione serale di registrazione della CROTTA, suonata ed arrangiata dallo stesso Hesperus, nel rifugio del maestro di spade piceno-celtico Behoram Wallace (Scuola di Scherma Antica Fortebraccio Veregrense), proprietario della strumentazione tradizionale celtica.

http://fortebraccioveregrense.jimdo.com

Hesperia 2

Hesperia 1

HESPERIA official links:

www.hesperianlands.tk

https://www.facebook.com/HesperiaOfficial

https://www.youtube.com/user/HesperiaOfficial

https://twitter.com/Hesperia_ITA

www.sleaszyrider.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *