Phantasma – The Deviant Hearts (2015)

Pubblicato il 24/02/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: The Deviant Hearts
Autore: Phantasma
Genere: Symphonic Rock Opera
Anno: 2015
Voto: 8,5

Visualizzazioni post:645

Ho sempre apprezzato le ‘rock opera’, un mondo che nei casi migliori riesce a creare un mood coinvolgente ed estremamente raffinato, una versione ‘elegante’ del rock e della nostra musica preferita, checché ne dicano i diffidenti, dove non solo l’aspetto musicale va sviscerato a dovere ma dove anche una vera e propria storia contribuisce a rendere il tutto più ‘sentito’ a livello emotivo. Due esempi a caso: accadeva con “Streets” dei Savatage nel 1991, ed otto anni più tardi con “Scenes From A Memory” dei Dream Theater… ma di esempi ce ne sono molti (qualcuno ha detto Avantasia?).
Ad oggi, mi sento di annoverare in questo ristretto club anche la nuova rock opera intitolataThe Deviant Hearts, creata dai Phantasma, il nuovo progetto i cui protagonisti principali sono due volti noti della scena symphonic metal: Georg Neuhauser (Serenity) e Charlotte Wessels, la bella frontwoman dei Delain, a cui si aggiunge l’apporto artistico e vocale di Oliver Philipps (Everon).
La collaborazione tra i tre artisti sfocia quindi in questo sontuoso rock sinfonico di pregevole fattura, dove non mancano ospiti vocali di caratura internazionale ad arricchire il tutto. L’esordio, pur restando fedele a quanto fatto dalle band madre (Serenity in particolare) e pur non inventando, di fatto, nulla di particolarmente nuovo, riesce altresì a colmare di lussuosa ricchezza un vuoto che negli ultimi anni si è fatto sempre più largo nella scena symphonic.
Non mi addentro nei meriti delle lyrics e della storia, peraltro bellissima (consiglio caldamente l’acquisto del disco per scoprirla), scritta interamente da Charlotte, per concentrarmi invece sulla splendida musica di questo disco: delicata, fresca, arrangiata in maniera esemplare, dove i numerosi mid-tempos presenti puntano totalmente sulla melodia, sull’impatto sinfonico e su un certo pathos che, in molti casi, strizza l’occhio al pop orchestrale.
Il risultato vede dodici brani che, fin dalla bellissima e delicata intro “Incomplete”, si susseguono in un turbinio di grandi emozioni sonore, dove si mescolano sapientemente le personali timbriche dei due singer. Non si può certo restare inermi di fronte a brani come l’opener e title-track “The Deviant Hearts”, la melanconica ballad “Runaway Gray”, con la sua inaspettata apertura ariosa e progressiva sul finale – in cui Charlotte è gran protagonista – l’appassionante pop sinfonico di “Try” (eccezionale l’apporto vocale) o il soft rock di “Carry Me Home” con il suo trascinante refrain. Toccante la ballad “The Sound Of Fear”, ricca di quell’emotività che Georg ha imparato a trasmetterci negli anni, mentre “Novaturient” è un episodio dove le velocità ed il riffing si fanno più vigorosi e che si avvicina come non mai all’operato dei Serenity. Il pezzo, graffiante quanto basta, potente e deciso, lascia poi spazio al gran finale di “Let It Die”, pezzone di rock sinfonico lento e pomposo, con un bel refrain dai toni speranzosi, che consegna al mondo uno dei migliori dischi symhponic del 2015.
The Deviant Hearts rappresenta un lavoro finalmente fresco, che appassionerà i fan delle sonorità melodiche ed avvincenti. Non aspettatevi un metal sinfonico dai toni sempre forti e rocciosi, perché appare chiaro che gli intenti di questa nuova creatura non siano necessariamente tali anche se per ovvie ragioni, chiaramente, il metal non manca nel DNA dei suoi creatori.
Vale la pena ancora una volta di sottolineare l’impegno che tutti hanno profuso nelle partiture strumentali e nell’arrangiamento dei brani, che li rendono affascinanti e ricchissimi di soavi sfumature. Se amate queste sonorità, non siate scettici e fate vostra la prima rock opera dei Phantasma, un progetto che, visti i presupposti, ci auguriamo continui a crescere.

Tracklist:

1. Incomplete
2. The Deviant Hearts
3. Runaway Gray
4. Try
5. Enter Dreamscape
6. Miserable Me
7. The Lotus And The Willow
8. Crimson Course
9. Carry Me Home
10. The Sound Of Fear
11. Novaturient
12. Let It Die

Line-Up:

Charlotte Wessels – Vocals
Georg Neuhauser – Vocals
Oliver Philipps – Guitars, Keyboards & Vocals

Guests:

Tom S. Englund (EVERGREY) – Vocals
Dennis Schunke (VAN CANTO) – Vocals
Chloe Lowery (TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA, CHAMELEON) – Vocals
Jason Gianni (DAREDEVIL SQUADRON/ NEAL MORSE BAND/ TRANS-SIBERIAN ORCHESTRA) – Drums
Randy George (NEAL MORSE BAND, AJALON) – Bass
Tom Buchberger (ex-SERENITY) – Guitar

Facebook: www.facebook.com/PhantasmaProject
Etichetta Napalm Records – www.napalmrecords.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.