Slider by IWEBIX

Furious Barking vs Desmodus – Italian Thrash Relics Vol.1 (2016)

Pubblicato il 3/11/2016 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Italian Thrash Relics Vol.1
Autore: Furious Barking vs Desmodus
Genere: Thrash Metal
Anno: 2016
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:240

Cosa succede quando due capaci etichette italiane come DeathStorm Records e Rude Awakening Records decidono di unire le forze? Solo cose buone, visto che il risultato ottenuto corrisponde a “Italian Thrash Relics Vol.1”, interessantissimo progetto che, come indica il titolo, dovrebbe svilupparsi su più pubblicazioni ed il cui lodevole intento è quello di strappare dall’oblìo che le aveva avvolte delle demo tricolori provenienti dagli anni ’80 e dai successivi ’90.
Rilasciato a maggio di quest’anno – anche se sono trascorsi alcuni mesi dalla data d’uscita ufficiale, se un album è di valore non è mai troppo tardi per parlarne! – e con una copertina che riprende quelle dei gruppi coinvolti, il primo volume di “Italian Thrash Relics” si occupa di riesumare “De-Industrialized” dei marchigiani Furious Barking e “Human Wreck” dei friuliani Desmodus, autoproduzioni uscite rispettivamente nel 1991 su vinile e nel 1992 su cassetta. Dei dieci brani qui contenuti, i primi sei sono a carico dei Furious Barking, quintetto di Ascoli Piceno che si prodiga in un thrash a stelle e strisce piuttosto tecnico e con un pizzico di malvagie atmosfere di fondo, per una proposta articolata in cui si intrecciano aperture melodiche e passaggi ritmici meno sostenuti all’impeto e all’aggressività tipica del genere: ne conseguono brani piacevolmente variegati, da cui ho apprezzato in modo particolare il chirurgico apporto delle chitarre e del basso. “W.W.M.O.D.” e la strumentale “Ipse Dixit” esplicano a dovere le capacità in possesso della band, ma devo dire che anche le altre canzoni si attestano su livelli qualitativi considerevoli: ottimi anche i suoni che escono dalle casse, realizzati un quarto di secolo fa e trasferiti su CD senza ritocchi.
Più “da demo” è, invece, la produzione che accompagna le quattro composizioni firmate dagli agguerriti Desmodus: “Human Wreck”, unica release lasciataci dalla band friulana, si avvale anch’essa di un thrash che rimanda alla Bay Area ma, rispetto a quelle dei Furious Barking, le coordinate musicali sono più selvagge ed irruente, più dirette e dalle velocità quasi costantemente elevate. Pezzi travolgenti e strabordanti d’energia per una demo esplosiva che, a suo tempo, deve aver fatto scapocciare violentemente i thrashers che se la procurarono.. e non oso immaginare che impatto live potessero avere i Desmodus!
In conclusione, c’è davvero tantissimo thrash di qualità in “Italian Thrash Relics Vol.1”, eccellente iniziativa che spero vivamente possa avere un seguito: gli amanti del genere non esitino a procurarsi la loro copia (tra l’altro il CD è in tiratura limitata a trecento pezzi numerati a mano), perchè “De-Industrialized” ed “Human Wreck” devono far parte delle vostre collezioni e meritano di raccogliere, seppur postuma, un po’ di quella gloria mancata all’epoca dell’uscita originale!

Tracklist “De-Industrialized”:

1. ADM. Concilium
2. W.W.M.O.D.
3. Neophyte Necessity
4. Euthanasia
5. Ipse Dixit
6. Soldiers (Hill A136)

Tracklist “Human Wreck”:

7. Domination
8. Human Wreck
9. See The Light
10. Everything Is Dying

Furious Barking line-up:

Roberto Mattei – voce
Francesco Giaconi – chitarra
Fabio Bottazzo – chitarra
Giorgio Olori – basso
Massimo Ferranti – batteria

Desmodus line-up:

Massimo Cechet – voce
Ares Movio – chitarra
Emiliano Pressacco – chitarra
Andrea Attollino – basso
Ilario Figallo – batteria

Etichetta DeathStorm Records – www.dstormrecords.com
Etichetta Rude Awakening Records – www.rudeawakening-records.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *