Slider by IWEBIX

Freedom Call – Master Of Light (2016)

Pubblicato il 20/01/2017 da in Nuove uscite | 1 commento

Titolo: Master Of Light
Autore: Freedom Call
Genere: Power Metal
Anno: 2016
Voto: 8-

Visualizzazioni post:136

Arriva a fine 2016 l’ultima fatica dei tedeschi Freedom Call, che negli ultimi anni hanno sfornato dischi con regolarità. Il solito power metal, certo, sempre registrato in modo ottimale e con brani che in pochi minuti vengono memorizzati; una delle certezze del genere sono proprio i Freedom Call e anche questa volta possiamo scrivere che hanno realizzato un ottimo disco.
Le caratteristiche del power della band di Chris sono i cori e le melodie e, dalla prima “Metal Is For Everyone”, abbiamo già trovato tutto; un vero inno alla fratellanza metallica che ogni appassionato potrà cantare con loro durante i live.
Non mancano gli accenni a Helloween/Gamma Ray, pietre alla base della musica dei Freedom Call: “Hammer Of The Gods” è un altro brano “happy” che resterà facilmente in testa. Un pizzico di folk per l’intro vocale di “A World Beyond”, una chitarra acustica per “Master Of Light”, un pianoforte in “Riders In The Sky” sono brevi indicazioni per i pezzi che seguiranno, il resto è storia già scritta con gli ottimi riff di Chris e Lars che vengono supportati egregiamente da Ilker e Ramy, vere macchine sempre al posto giusto. Una bella botta nello stomaco è “Kings Rise And Fall”, per quanto mi riguarda uno dei brani migliori, aggressivo e con meno “coretti”, più vicino al caro power tedesco. COme non inserire una ballad? Ai fans piacciono le ballad. Decisamente iniziano a stufarmi, tranne quelle dei Freedom Call, sempre ben strutturate e mai troppo soporifere. Dal suono più moderno “Ghost Ballet” sia per l’utilizzo del synth che per come suona la batteria, probabilmente un esperimento che pare riuscito; nonostante sia leggermente lontano dalla solita produzione della band si lascia ascoltare e dopo qualche passaggio non sembra nemmeno troppo fuori posto. C’è il tempo anche per altre bordate perfette da cantare e per far saltare il pubblico: “Rock The Nation”, “Riders In The Sky” e “High Up” che chiudono alla grande questo lavoro.
Un disco dei Freedom Call è sempre un’uscita e un ascolto gradito, riesce a risvegliare l’animo powerone e far cantare anche chi ha abbandonato da tempo questo genere di sonorità. Sound al top, preciso e cristallino come ci si aspetta da un prodotto del genere. Che dire invece dell’artwork??? I dischi del settore sono sempre stati una galleria d’arte, illustrazioni che sono diventate classici e immortali grazie a disegnatori con fantasia e bravura esagerata. In questo caso no, decisamente no. Viene davvero da chiedersi il perchè… quindi un “meno” nel voto è assolutamente da inserire. Per il resto, bravi Freedom Call, grazie a voi il power metal continua ad essere cantato in ogni Stato della Terra.

Tracklist:

1. Metal Is For Everyone
2. Hammer Of The Gods
3. A World Beyond
4. Masters Of Light
5. Kings Rise And Fall
6. Cradle Of Angels
7. Emerald Skies
8. Hail The Legend
9. Ghost Ballet
10. Rock The Nation
11. Riders In The Sky
12. High Up

Line-Up:

Chris Bay – Voce, chitarra
Lars Rettkowitz – Chitarra, cori
Ilker Ersin – Basso, cori
Ramy Ali – Batteria, cori

Sito Ufficiale: www.freedom-call.net
Facebook: www.facebook.com/FreedomCallOfficial
Etichetta Steamhammer/SPV – www.spv.de

  1. Gli ultimi dischi mi avevano deluso, ma vista la rece del nostro bravo Lele ascolterò qualcosa su Youtube. La copertina è una delle peggiori in campo power metal degli ultimi decenni!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *