Slider by IWEBIX

Destruction : polemiche anche alla data di Calenzano (FI)

Pubblicato il 7/02/2017 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:139

Dopo le polemiche seguite alla data di Foggia, dove i thrashers tedeschi DESTRUCTION  si sono rifiutati di suonare per inadeguatezza del locale, le cose non sono andate bene nemmeno in una data successiva, al Cycle Club di Calenzano (FI). Il concerto si è svolto regolarmente ma lo staff ha postato sul Facebook del locale un messaggio non proprio positivo nei confronti della band:

Grazie a tutti voi per essere venuti ieri sera!
Ma soprattutto un grazie con tutto il nostro cuore ai Barbarian, delle persone magnifiche e degli amici sinceri.

Invece, per quanto riguarda Destruction e compagnia bella, volevamo ringraziarvi anche pubblicamente per la vostra sobrietà ed umiltà: minacciare svariate volte di far saltare il concerto, con la comodità di esservi già messi in tasca l’anticipo mesi fa, è sempre il modo migliore per instaurare un produttivo rapporto lavorativo ed un clima sereno.
Ci dispiace che 9 casse spia con un wattaggio totale sufficiente per il Franchi non siano state abbastanza per voi, effettivamente ci eravamo scordati che siete in 3 sul palco.
Grazie di averci fatto noleggiare una indispensabile pedana da batteria di 3 metri per 2, che poi era troppo grande, quindi ne abbiamo montata mezza, che poi però era troppo piccola allora l’abbiamo tolta: in questo modo ci avete aiutato a far girare la piccola e media impresa di Calenzano, che anche per noi è una priorità.
Grazie per averci fatto noleggiare un set di luci degno di una partita di calcio all’aperto, per poi scoprire che il vostro tecnico luci era troppo avanti per abbassarsi ad imparare a usarle, il corso accelerato avanzato su Google che ci siamo fatti sulla sua centralina luci mai vista prima ci servirà senz’altro in futuro.
E poi vogliamo parlare di quella mossa da rockstar favolosa? Cazzo, ci avete conquistati tutti quanti quando avete ritardato l’inizio del concerto di 20 minuti perché volevate un’altra bottiglia di succo d’arancia che non c’era perché le avevate già finite tutte.
E un grazie di cuore anche a tutta la vostra crew, composta da professionisti, simpatici e alla mano, che quando alle 3 di notte hanno fatto l’ennesima richiesta extra rispetto al rider, già soddisfatto pienamente, hanno cominciato ad urlare, spaccare bicchieri, sputare in terra e dare calci e pugni ovunque.
E’ stato un vero piacere lavorare con voi, non vediamo l’ora di ospitarvi di nuovo.
Già, non la vediamo proprio.

~Tutti noi del Cycle~

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *