Slider by IWEBIX

Tokyo Motor Fist – Tokyo Motor Fist (2017)

Pubblicato il 10/03/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Tokyo Motor Fist
Autore: Tokyo Motor Fist
Genere: Hard Rock
Anno: 2017
Voto: 7

Visualizzazioni post:94

Nuova uscita per Frontiers Records in questo inizio del 2017 con i Tokyo Motor Fist; il supergruppo vede dietro al microfono Ted Poley (Danger Danger) e alla chitarra Steve Brown (Trixter). Con loro ci sono Greg Smith (Ted Nugent, Rainbow, Alice Cooper) e Chuck Burgi (Rainbow, Blue Oyster Cult, Joe Lynn Turner), per una sessione ritmica di qualità.
Tutto in questo lavoro richiama i fantastici anni ’80, dall’artwork alla tracklist ovviamente passando per la musica che, se non fosse per la qualità della registrazione, potrebbe passare per un disco uscito nel 1985.
Bastano poche note della prima “Pickin’Up The Pieces” per immergersi in un AOR perfetto in ogni suo aspetto, dai riff alle linee vocali della voce calda di Ted.
Sono brani pronti per essere suonati dal vivo, i cori e i ritornelli di “Love Me Insane”, “Black And Blue” e “Shameless” risultano immediati e radiofonici. Quando si passa a ritmi cadenzati i nostri sanno come non rendere troppo soft il sound generale, complice un accompagnamento (leggermente in secondo piano come livelli) di batteria e basso semplice ed efficace; non c’è la possibilità di saltare tracce come “Love” o “Done To Me” in quanto sono davvero gradevoli. Anche quando spingono lievemente sull’acceleratore i Tokyo Motor Fist creano degli ottimi momenti di musica: “You’re My Revolution”, “Put Me To Shame” e “Fallin’Apart” vi faranno muovere la testa, con riff di chitarra più corposi e ritmati. Niente male anche “Don’t Let Me Go” che riesce a mantenere viva l’atmosfera del lento per i suoi quattro minuti senza mai scadere nel banale.
Queste undici tracce ci mostrano un gruppo che si spera non rimanga solo un side-project ma venga portato avanti, un bel disco nella sua semplicità che, come sempre per questi casi, ci fa ricordare che non servono mille note o tecnicismi per creare musica.
Chiaramente con certi artisti si vince facilmente, Ted e Steve poi sono riusciti a scrivere ottimi brani e a costruire un lavoro credibile, in un’era dove spesso vengono riciclate idee ed artisti. Il sound generale è buono, non esagerato e spinto, con la voce che resta in primo piano senza annullare mai il lavoro di chitarra di Steve.
Nulla di nuovo, nulla di esagerato ma solo bella musica; un disco che non bisogna farsi scappare.

Tracklist:

01. Pickin’ Up The Pieces
02. Love Me Insane
03. Shameless
04. Love
05. Black And Blue
06. You’re My Revolution
07. Don’t Let Me Go
08. Put Me To Shame
09. Done To Me
10. Get You Off My Mind
11. Fallin’ Apart

Line-up:

Ted Poley – Voce
Steve Brown – Chitarra, voce
Greg Smith – Basso
Chuck Burgi – Batteria

Facebook Ted Poley – https://it-it.facebook.com/Ted-Poley-123851607689228/
Etichetta Frontiers Records – www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *