Slider by IWEBIX

Vicolo Inferno – Stray Ideals (2016)

Pubblicato il 20/03/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Stray Ideals
Autore: Vicolo Inferno
Genere: Hard Rock
Anno: 2016
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:229

Tornano sulle nostre pagine gli imolesi Vicolo Inferno (il nome è tratto da una via della loro città esistente ancora oggi) e gruppi come loro sono sempre i benvenuti sulle nostre pagine. Ci eravamo già occupati del precedente “Hourglass” sottolineando la loro umiltà – oltre alla bontà del loro hard rock – e questo “Stray Ideals” è il giusto seguito di quelle idee che già avevamo apprezzato a suo tempo.
I nuovi brani portano in dote tanta esperienza in più, i chilometri di strada macinati per salire sui palchi di tutta Italia (e non solo) si sentono e si riflettono in primis su una produzione coi fiocchi che esalta ogni singolo strumento e anche nel songwriting, che appare più maturo, meno scanzonato e più realista. I Vicolo Inferno sono “diventati grandi”, sono cresciuti attraverso i problemi di tutti i giorni e i cambi di line-up e ora sono carichi e in gran forma, pronti a sfogarsi e a farci divertire.
Brani solidi e sporchi come l’opener “Grey Matter Brain” e “Dirty Magazzeno” sono un bel biglietto da visita che si allunga con la titletrack graffiante e mai banale, complice il timbro vocale a tratti southern del cantante Igor Piattesi.
Stanchi di ricevere polvere in faccia? Ecco che arriva “Two Matches”, con la voce femminile di Caterina Minguzzi a spezzare il ritmo senza essere per forza sdolcinati. Anche in “Ambush” si rallenta prima di riprendere a pestare sull’acceleratore con “Heartwoofer”, “On Road’s Edge” e “Rough Hills”, tre brani in pieno stile Vicolo Inferno, dove l’hard rock è sudato, viscerale e grezzo. C’è ancora tempo nel finale per la doppietta conclusiva “Crosses Market” / “Blood Mist”, che chiude in maniera tosta e decisa un disco carico di groove, di entusiasmo ma anche di voglia di farci riflettere, visto che dalla loro bio leggiamo “500 anni dopo i fatti cruenti del Vicolo Inferno, siamo ancora preda di poteri politici che dividono e disorientano il popolo”.
Ora come allora, oggi almeno abbiamo la musica come valvola di sfogo, e che musica! Promossi in pieno, pollice e volume decisamente alzati!

Tracklist:

1. Grey Matter Brain
2. Dirty “Magazzeno”
3. Rude Soul
4. Stray Ideals
5. Two Matches
6. Unnameables
7. Ambush
8. Heartwoofer
9. On Road’s Edge
10. Rough Hills
11. Noise Of Silence
12. Crosses Market
13. Blood Mist

Line-up:

Igor Piattesi – Voce
Marco Campoli – Chitarra
Wallace – Bass
Michele “Gollo” Gollini – Drums

Facebook: https://www.facebook.com/vicoloinferno
Etichetta Logic(il)Logic Records – http://www.logicillogic.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *