Slider by IWEBIX

Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti’s Cassios Inc. – Omonimo (2017)

Pubblicato il 1/04/2017 da in Nuove uscite | 1 commento

Titolo: Omonimo
Autore: Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti's Cassios Inc.
Genere: Indie Black Gore Metal
Anno: 2017
Voto: 6.5

Visualizzazioni post:153

Anche nelle migliori famiglie può capitare un litigio, ma lo split che è avvenuto in seno alle Teste Di Cassios, già ospitati per ben tre volte sul nostro sito (curiosamente sempre il primo di aprile) ha davvero lasciato il segno.
Dopo mesi di comunicati stampa con colpi bassi di tutti i tipi, con i due ex amici (l’Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti e il Demone Circoncisore Con Forbici Arrugginite) che si sono accusati reciprocamente di nefandezze varie, tra cui coprofagia, pederastia e zoofilia, ecco che il nome “Teste Di Cassios” è attualmente conteso nelle aule dei tribunali e, comunque vada a finire, la Musica ne uscirà sconfitta, oppressa dalle carte bollate.
Ma la produzione artistica non si ferma ed ecco che l’Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti non ce la fa ad aspettare l’esito della causa e crea questi “Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti’s Cassios Inc.”, con evidenti riferimenti alla band madre e che contiene in realtà delle cover, dove vomita fiele e disprezzo nei confronti dell’ex compagno.
Lo stile di quella che è ad oggi una one man band non è cambiato più di tanto, l’Oscuro Signore (abbreviamo per comodità il suo nome) si limita a strimpellare e a grugnire, ma dalle note biografiche apprendiamo che invece di mani, plettri e bacchette utilizza il suo membro, volto a dimostrare la sua superiorità nei confronti dell’ex compagno affermando che il Demone Circoncisore Con Forbici Arrugginite è talmente poco dotato da non riuscire nell’intento.
Non sappiamo se ciò corrisponde a verità, ma senza dubbio si tratta di una cosa quantomeno curiosa. Limitandoci al discorso musicale è ovvio però che in questo caso si è data troppa importanza all’acredine attualmente esistente e questo “OMONIMO” è troppo permeato di odio per avere un reale valore musicale.
Comunque sia le cover nel complesso sono ben eseguite, spiccano tra le altre “Mi Culito Esta Caliente” e “Bestial Onanism”, dotate di refrain irresistibili e di un flavour quasi settantiano.
Ci auguriamo che il buonsenso prevalga e che le due Teste Di Cassios possano fare la pace perchè insieme avevano dimostrato davvero tanto talento. Attendiamo quindi, smaltita la rabbia, un bel comunicato stampa recante la scritta “ragazzi, era tutto uno scherzo!”.

Tracklist:

1. I Noticed That You’re Gay (Anal Cunt)
2. Abomination of Unnecessarily Augmented Composition Monickers (Anal Cunt)
3. Vomitous Errand (Diarrhea Vomit)
4. Anal Crescendo (Haemorrhagic Diarrhea)
5. Screaming with Shit in Mouth (Autophagia)
6. Genitals on My Face (Autophagia)
7. Consumistas consumidos (Anal Abort)
8. A mi novia le gustan las vaginas (Lamida Vaginal)
9. Mi culito esta caliente (Clitorodectomia)
10. Postmortem Coprohrrea (Repulsive Excremental Crypt)
11. Defecation of the Heavenly Graceful (Blood Shit)
12. The Gore Sound of Vaginal Putrid (Syphilitic Abortion)
13. Vomiting Pus (Scatologic Madness Possession)
14. Sucking the Brain by the Nose (Anopsy)
15. Vomitando o Sangue Menstruativo de um Cadaver com Gonorréia (Ovários)
16. Shitting Your Entire Life Out (Vomitrocity)
17. Bestial Onanism (Carnivore Mind)
18. Precoious Eyaculation (Extreme Masturbation)
19. Scruto il tuo discreto scroto (Grumo)
20. The Legend of Penis: Ocarina of Troll (Chainsaw Penis)
21. Suck My Ass (Genital Gore)
22. Areophagia (Impaled Bitch)
23. Projectile Diarrhea (666 Shades Of Shit)
24. Intestinal Blowjob (Clitoridus Invaginatus)
25. Only the Torso Remains (Heinous Killings)
26. Grim And Frostbitten Gay Bar (Impaled Northern Moonforest)
27. Heaven (Stryper)

Line-up:

Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti – voce, grugniti
Pene dell’Oscuro Signore Delle Nefandezze Putrescenti – tutti gli strumenti

Sito ufficiale Teste Di Cassios – www.testedicassios.it

  1. Lele Triton says:

    Mi spiace tantissimo per lo split, erano una grande band. Una serie incredibile di successi: album stampati ogni anno il 1°Aprile.
    Carino il disco cover con l’idea finale di redenzione, adoro gli Stryper.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *