Slider by IWEBIX

Deep Purple – InFinite (2017)

Pubblicato il 18/04/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: InFinite
Autore: Deep Purple
Genere: Hard Rock
Anno: 2017
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:145

Nel nostro “lavoro” di recensori incontriamo tante band, molte estremamente valide che piacciono a noi e al pubblico e talvolta alcune di esse vengono proiettate nell’Olimpo del rock (Alter Bridge, The Darkness, Volbeat, ecc.), finendo per suonare nei grandi palazzetti o nei festival, venendo definiti come il futuro della musica “pesante”.
E poi arrivano loro, i Deep Purple. E quando ti trovi a recensire “InFinite” e premi il tasto play ascoltandolo fino alla fine pensi che questo gruppo di anziani signori settantenni rimane ancora inarrivabile in quanto alla qualità e alla bellezza delle canzoni.
Nel complesso “InFinite” (“forse” ultimo disco in studio della band, che si sta preparando anche per l’ultimo tour) è un album che pare realizzato per i fan storici dei Deep Purple, senza facili ritornelli e senza brani immediatamente orecchiabili, in contrapposizione alla musica usa e getta proposta oggi per accattivarsi i giovani.
I Deep Purple non hanno bisogno di queste cose, i loro più fedeli ascoltatori hanno già figli grandi, una vita non eccessivamente frenetica e possono permettersi di piazzarsi seduti sulla poltrona preferita e di godersi “InFinite” ascolto dopo ascolto, scoprendo uno dopo l’altro una nuova acrobazia di Steve Morse o un passaggio di Don Airey che la prima volta era sfuggito.
Si rimane ammaliati davanti all’hard rock tinto di blues di brani come “Hip Boots”, “One Night In Vegas” o “The Surprising”, ci si diverte con “All I Got Is You” e “Johnny’s Band” e si ha anche il tempo di stupirsi con la cover di “Roadhouse Blues” dei Doors.
Non tutti i brani sono perfettamente riusciti (paiono un po’ sottotono “Get Me Outta Here” e “Birds Of Prey”), “InFinite” è probabilmente un mezzo gradino sotto il precedente “Now What?!” che risultava più diretto, ma è comunque un disco pienamente Deep Purple, carico di classe, di eleganza e di rock, segno che la band riesce ancora ad esprimersi ad altissimi livelli surclassando gli eredi o presunti tali (per quanto bravi).

Tracklist:

1. Time for Bedlam
2. Hip Boots
3. All I’ve Got Is You
4. One Night in Vegas
5. Get Me Outta Here
6. The Surprising
7. Johnny’s Band
8. On Top of the World
9. Birds of Prey
10. Roadhouse Blues

Line-up:

Ian Paice – batteria
Ian Gillan – voce
Roger Glover – basso
Steve Morse – chitarra
Don Airey – tastiera

Sito ufficiale: http://www.deeppurple.com
Facebook: https://www.facebook.com/officialdeeppurple
Etichetta Ear Music – http://www.ear-music.net

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *