Slider by IWEBIX

Emerald – Reckoning Day (2017)

Pubblicato il 20/04/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Reckoning Day
Autore: Emerald
Genere: Heavy / Power Metal
Anno: 2017
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:88

Ecco un’altra vecchia conoscenza della nostra webzine che torna a farsi sentire dopo cinque anni di silenzio, un lasso temporale piuttosto lungo per gli standard degli svizzeri Emerald, band che ci aveva abituati ad una nuova release ogni due/tre anni. Il prolungarsi delle solite tempistiche è dovuto, probabilmente, anche alla mezza rivoluzione che ha colpito la line-up: Manuel Werro e Adriano Troiano non sono più della partita ed al loro posto ci sono, rispettivamente, Julien Menth e Vania Truttmann. Anche Thomas Winkler ha salutato la compagnia e qui la ricerca è stata un pochino più difficoltosa: accantonata l’idea di assegnare il ruolo di cantante all’americano George Call (Cloven Hoof, Aska) a causa della distanza, i Nostri si sono tuffati in una ricerca conclusasi ad aprile 2016, quando hanno annunciato l’approdo nei loro ranghi di Mace Mitchell (pseudonimo di Marcel Hablützel, già voce di Silence Lost ed Eddie’s Beast, tra gli altri) con il quale riescono a concludere le registrazioni del loro settimo album “Reckoning Day”, il quarto rilasciato con l’appoggio della label teutonica Pure Steel Records e prodotto, ancora una volta, da V.O. Pulver – che già si era occupato, con ottimi risultati, di “Unleashed” e “Re-Forged”.
L’album vede la luce nella seconda metà di marzo, pubblicato in CD standard e limited edition, a cui fa seguito una versione in doppio vinile a fine aprile: se il precedente “Unleashed” era riuscito a convincermi abbastanza facilmente, il nuovo “Reckoning Day” alza ulteriormente l’asticella qualitativa risultando ancora più fluido ed efficace, un mix dove potenza, melodia ed ispirazione si equilibrano all’interno di un heavy power metal dai connotati europei.
La prima parte del disco – fino a “Ridden By Fear” – ci offre brani travolgenti e poderosi da cui emergono accenni al solido acciaio americano come “Evolution In Reverse” e “Through The Storm”, due ottimi pezzi marchiati dalle vocals incandescenti di George Call (così come l’altrettanto valida bonus track “End Of The World” posta a fondo tracklist), e non da meno si dimostrano la già citata “Ridden By Fear” ed “Only The Reaper Wins”, opener d’impatto dove il nuovo innesto Mace Mitchell mette in chiaro le sue capacità vocali.
Molto buona anche l’anthemica “Horns Up”, mentre non si può dire la stessa cosa della successiva “Beyond Forever”, una ballad che, sin dal primo ascolto, mi è sembrata piuttosto stucchevole.
La seconda metà di “Reckoning Day” si sviluppa lungo un concept a carattere storico intitolato “The Burgundian Wars” e basato su una novella scritta dal tastierista Thomas Vaucher: qui le sonorità abbracciano atmosfere maggiormente evocative e, in alcuni casi, acquisiscono toni solenni come sulla magniloquente “Signum Dei” e nella breve introduzione “Mist Of The Past”.
In conclusione, è valsa la pena di attendere un lustro, visti gli ottimi traguardi raggiunti: “Reckoning Day” è un disco ben fatto, di ascolto piacevole e molto scorrevole sebbene superi i 67 minuti di durata. Dunque, lo smeraldo elvetico torna a brillare grazie a quello che, probabilmente, è il miglior album della loro discografia!

Tracklist:

1. Only The Reaper Wins
2. Black Pyramid
3. Evolution In Reverse
4. Horns Up
5. Beyond Forever
6. Through The Storm
7. Ridden By Fear
8. Mist Of The Past
9. Trees Full Of Tears
10. Lament Of The Fallen
11. Reckoning Day
12. Reign Of Steel
13. Signum Dei
14. Fading History
15. End Of The World (Bonus Track)

Line-up:

Mace Mitchell – voce
Julien Menth – chitarra
Michael Vaucher – chitarra
Thomas Vaucher – tastiere
Vania Truttmann – basso
Alex Spicher – batteria

Special guests:

George Call – voce su “Evolution In Reverse”, “Through The Storm” ed “End Of The World”
Slädu – assolo di chitarra su “Horns Up”
Alexx Suter – backing vocals su “Beyond Forever”

Sito ufficiale: www.emerald.ch
Facebook: www.facebook.com/emeraldmetal
Etichetta Pure Steel Records – www.puresteel-records.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *