Slider by IWEBIX

Hesperia – Caesar [Roma vol. I] (2017)

Pubblicato il 25/04/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Caesar [Roma vol. I]
Autore: Hesperia
Genere: Heavy Metal
Anno: 2017
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:216

Per una recensione completa e particolareggiata di “Caesar [Roma vol. I]” di Hesperia ci vorrebbe non dico un libro, ma sicuramente un “racconto breve”. Sono davvero tantissimi i particolari e le piccole o grandi precisazioni e “pennellate” sull’opera che il suo creatore Hesperus ha voluto inserire. Ne volete qualcuna? La voce del tenore registrata all’Arena Sferisterio di Macerata, i rumori del Rubicone presi direttamente dalle rive del fiume, l’utilizzo della crotta celtica suonata direttamente nel rifugio di un “maestro di spade”, l’utilizzo di incensi e di princìpi di sciamanesimo, il tutto per farvi capire quanta preparazione e meticolosità ci siano dietro ogni album di questa che rimane, eccetto le ospitate, pur sempre una one man band.
Dopo i quattro album dedicati all’Eneide, Hesperus continua il suo viaggio alle radici d’Italia e ci guida nell’epoca romana, narrandoci i momenti più rappresentativi della vita di Giulio Cesare, probabilmente il personaggio più conosciuto della storia di Roma.
Il genere che utilizza è certamente legato all’heavy metal (c’è anche qualche growl che ripercorre i retaggi passati dei primi album), ma tendenzialmente il tutto è messo sotto forma di opera rock, come una sorta di musical che prende riferimenti dalla NWOBHM (“Le Idi Di Marzo” con la sua nuova chiave di lettura del grande classico degli Iron Maiden), dal neo folk (“De Bello Gallico” e “Trivmviratvm” con arpa e crotta) e anche dal prog rock (molto bella a tal proposito “Britannia Capta Erit / Alea Iacta Est”). Grande importanza viene data anche alle parti narrate in italiano, che ci accompagnano lungo i viaggi di Cesare, le guerre, le cospirazioni e la sua morte, quest’ultima descritta con grande intensità.
“Caesar [Roma vol. I]” è un disco complesso per chi ha voglia di scavare più a fondo nei mille indizi che Hesperus ci mette nelle orecchie, ma allo stesso tempo gode di una grande ed immediata fruibilità, le canzoni scorrono velocemente, sono melodiche e piacevoli e adatte anche a coloro che volessero più semplicemente un bel sottofondo guerresco per i loro giochi di ruolo o da tavolo. A proposito, nell’edizione speciale c’è anche un gioco da tavolo, giusto per non farsi mancare niente. La storia d’Italia prosegue e Hesperus è davvero un ottimo maestro!

Tracklist:

1. Ivlia Gens (Incipit) / Svpremvs Dvx
2. Trivmviratvm
3. De Bello Gallico
4. Britannia Capta Erit / Alea Iacta Est
5. Roma
6. Aegyptvs (Tema di Cleopatra)
7. Caesar (Tema di Cesare)
8. Romana Conspiratio (Tema di Bruto)
9. Divini Praesagii (Romanorvm Deorvm)
10. Le idi di marzo (The Ides of March)
11. Ivlivs Caesar (Divvs et Mythvs)

Line-up:

Hesperus: tutti gli strumenti, voci, orchestrazioni, effetti

Guest:

Shelmerdine (Dark Awake): ambient fx on“Ivlia Gens”&“De Bello Gallico”
M (The True Endless, Skoll): epic choirs on “De Bello Gallico”
Ant (Frentrum, Orcrist): 2nd black metal final voice on “Roma”
Christian Bartolacci (Ibridoma, Scala Mercalli): tenor Caesar’s voice on “Aegyptvs”
Aeretica (Amethista): soprano Cleopatra’s voice on “Aegyptvs”
Clemente Cattalani (Scala Mercalli, Sleazer): 2nd solo guitar on “Le Idi di Marzo”*

Sito ufficiale: http://www.hesperianlands.tk
Facebook: https://it-it.facebook.com/HesperiaOfficial
Etichetta Sleaszy Rider Records – www.sleaszyrider.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *