Slider by IWEBIX

Nocturnal Rites – Phoenix (2017)

Pubblicato il 4/11/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Phoenix
Autore: Nocturnal Rites
Genere: Melodic Metal
Anno: 2017
Voto: 6.5

Visualizzazioni post:48

Ci sono album che rimangono nel cuore e ogni metallaro che si rispetti ne ha tanti, a volte addirittura lontani dai generi che ascolta di solito. Anni e anni fa ho consumato “The Sacred Talisman” dei Nocturnal Rites e stessa sorte ho riservato successivamente (anche se è uscito prima) a “Tales Of Mistery And Imagination”. Power metal becero ed ignorante, semplicemente fantastico per i miei timpani. E poi? Poi i Nocturnal Rites hanno cambiato cantante, è andato via Anders Zackrisson ed è arrivato l’attuale Jonny Lindqvist, la band ha virato verso lidi thrash e, non solo dal mio punto di vista, si è spenta piano piano, tanto che l’ex chitarrista Chris Rorland, intervistato da noi qualche mese fa (ora è nei Sabaton), ci ha detto che a parer suo i Nocturnal Rites erano persi nell’oblio.
E invece no, ecco che, dieci anni dopo il precedente “The 8th Sin” la band risorge dalle sue ceneri con questo “Phoenix”, che segna il traguardo del nono studio album in carriera.
I Nocturnal Rites si confermano un gruppo fuori dal comune, dentro il quale convivono diverse anime, da quella power a quella thrash fino a quella progressive, tutte mescolate e portate in un ambito moderno.
Ci sono brani ispirati, come l’opener “A Heart As Black As Coal”, la successiva “Before We Waste Away”, melodica ed orecchiabile che va a scomodare il passato o “The Ghost Inside Me” che con i suoi cori farà una bella figura dal vivo. Ci sono anche brani meno brillanti, in particolare nel finale (“Flames” e “Welcome To The End”).
In conclusione “Phoenix” non si discosta molto da ciò che ci hanno proposto i Nocturnal Rites dal 2000 in poi. Quella patina oscura che li contraddistingue da tempo è rimasta, (piaccia o meno), il nuovo corso è iniziato, la fenice è risorta, ma la nostalgia per i tempi andati – personalmente – è rimasta..

Tracklist:

1. A Heart as Black as Coal
2. Before We Waste Away
3. The Poisonous Seed
4. Repent My Sins
5. What’s Killing Me
6. A Song for You
7. The Ghost Inside Me
8. Nothing Can Break Me
9. Flames
10. Used to Be God (Limited Edition Bonus Track)
11. Welcome to the End

Line Up:

Johnny Lindqvist – Vocals
Per Nilsson – Guitars
Fredrik Mannberg – Guitars
Nils Eriksson – Bass
Owe Lingvall – Drums

Sito ufficiale: http://www.nocturnalrites.com
Facebook: https://it-it.facebook.com/nocturnalritesofficial
Etichetta AFM Records – https://www.afm-records.de

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *