Slider by IWEBIX

Tyketto – Live From Milan (2017)

Pubblicato il 6/11/2017 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Live From Milan
Autore: Tyketto
Genere: Hard Rock / Hair Metal
Anno: 2017
Voto: 8

Visualizzazioni post:89

“Ok, ladies and gentlemen, who’s got an album called: Don’t Come Easy?”  Lo show in questione, di questa storica e fantastica band del New Jersey, comincia proprio così, con la voce di uno speaker, che fa al pubblico questa domanda facendo innalzare un boato incredibile tra i presenti e continuando poi con quest’ultima affermazione: “These are the guys who keep us “Forever Young”. Please welcome Tyketto!A questo punto il locale, che ospita il quarto Frontiers Rock Festival s’infiamma di entusiasmo e di gioia per un gruppo, che con il suo album d’esordio del 1991 intitolato appunto: “Don’t Come Easy” ha sfornato una pietra miliare dell’hard rock melodico mondiale.
Mentre gli americani, nonostante mille vicissitudini, hanno realizzato negli anni dei prodotti di buona qualità, fan e critica hanno sempre tenuto in ottima considerazione il loro disco di debutto, tanto che con grande piacere, dopo il rilascio del recente e ultimo lavoro in studio “Reach”, l’etichetta discografica Frontiers Records ha invitato la band a suonare al proprio show il 29 aprile di quest’anno (qui la descrizione dell’evento), al Live Club di Trezzo Sull’Adda (MI) per suonare i brani di versioni più recenti, ma soprattutto per eseguire dal vivo proprio il loro primo album, davanti ad un pubblico in estasi e che ormai li adora da anni.
Con una formazione composta dai membri fondatori Danny Vaughn alla voce e Michael Clayton Arbeeny alla batteria, insieme al chitarrista Chris Green, al tastierista Ged Rylands e al bassista Chris Child, questi bravissimi musicisti si sono esibiti – come headliner – nel primo giorno del Frontiers Rock Festival e con il loro carisma hanno fatto saltare in aria, con l’iniziale e super orecchiabile “Sail Away”, il tetto del locale per la forte esultanza degli spettatori e in particolare dei loro fans. Le telecamere erano lì per catturare ogni momento avvincente di questa magnifica performance, registrata per l’occasione in CD/DVD e Blu–Ray e il risultato è stato ottimo sotto ogni punto di vista, dalla produzione all’esibizione, che ha coinvolto tutti i presenti senza un minuto di tregua o di distrazione.
Il singer Danny Vaughn con la sua estensione vocale e con il suo stile mette subito in chiaro che nonostante l’età è un ottimo cantante e soprattutto un vero proprio trascinatore di platee perché riesce a trattenere e coinvolgere tutto il pubblico, che lo segue a occhi chiusi intonando tutti i pezzi proposti in concerto come nell’energetica e carismatica “Nothing But Love” impreziosita da un bell’assolo di Chris Green.
I cinque rockers suonano in pieno stato di grazia un hard rock melodico stile anni ’90, ma non datato come qualcuno potrebbe pensare leggendo la data di pubblicazione del loro primo e fortunato disco. Anzi, le canzoni sono attualissime e moderne, come se la loro musica fosse rimasta sospesa nel tempo. La dimostrazione è l’intro acustico della chitarra del frontman in “Walk On Fire”, dove poi entra in gioco l’elettrica, trascinando l’ascoltatore sui carboni ardenti del loro sound melodico.
Il concerto va avanti con emozioni continue, come nel bel brano “Standing Alone”, che commuove i fans più incalliti e non solo, ma anche con la melodica e tirata “Wings”, cantata a squarciagola dagli spettatori in attesa dell’immortale hit “Forever Young”, che come titolo calza a pennello con lo stato di forma di Danny, che pare aver fatto un patto con il diavolo e chiudendo così in bellezza un album che rimarrà nella storia del genere. Le sue corde vocali sono perfette, stessa cosa il suo fisico. A questo punto, la gente presente è in delirio, applaude a scena aperta i cinque statunitensi e con un’ovazione li acclama a gran voce al termine di questo magnifico pezzo.
Lo spettacolo termina con ritmi qualitativi elevati anche negli ultimi due discreti brani: “Rescue Me” estrapolato dall’album “Strenght  In Numbers” del 1994 e “Reach”, singolo dell’ultimo album datato 2016.
In conclusione, la domanda si ripresenta spontanea: carissimi lettori, avete un album dei Tyketto intitolato “Don’t Come Easy?”. Se sì, bene. Altrimenti dovete comprarlo o ascoltarlo urgentemente, partendo anche da questo “Live From Milan”, perché vi garantisco che vi manca qualcosa d’importante e prezioso nella vostra collezione privata e soprattutto nella vostra cultura hard rock e hair metal.
Divertimento, energia, euforia e un ottimo rock melodico suonato divinamente da una band in pieno vigore artistico, che non si è voluta arrendere al suo avverso destino, ma che continua a proporci il suo sound a testa alta e con lo stesso spirito di ventisei anni fa.
Non so se i Tyketto riusciranno, in questa loro seconda giovinezza, a creare un altro album in studio così bello come “Don’t Come Easy” ma le premesse per fare ancora bene in futuro ci sono tutte e noi staremo qui ad aspettarli a braccia aperte in attesa della prossima fatica discografica e, perché no, anche di un prossimo concerto in Italia.

Tracklist:

1 – Introduction
2 – Sail Away
3 – Strip Me Down
4 – Nothing But Love
5 – Walk On Fire
6 – Lay Your Body Down
7 – Standing Alone
8 – Seasons
9 – Burning Down Inside
10 – Wings
11 – Forever Young
12 – Rescue Me
13 – Reach

Line-up:

Danny Vaughn – voce
Chris Green – chitarra
Ged Rylands – tastiera
Chris Childs – basso
Michael Clayton Arbeeny – batteria

Sito ufficiale: https://www.tyketto.com
Facebook: https://www.facebook.com/TykettoTheOfficial/
Etichetta Frontiers Records – http://www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *