Slider by IWEBIX

13/01/2018 : Wolf Alice (Milano)

Pubblicato il 15/01/2018 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:418

13/01/2018 : Wolf Alice + I’m Not A Blonde – Santeria Social Club (MI)

Che la serata sia di quelle importanti, da ricordare in futuro, lo si capisce subito dalla difficoltà a trovare parcheggio in zona Santeria Social Club: del resto il concerto è stato preceduto da un hype importante e, a mio parere, del tutto meritato per una band così giovane, capace di scalare la vetta delle classifiche inglesi nel giro di pochi anni, ottenendo diverse nomination, sia ai Brit Awards che agli NME Awards, vincendone addirittura due (come migliore interpretazione live rock e come migliore brano rock) nel 2016.

A più di un’ora dal concerto il locale è già talmente pieno che noi fotografi veniamo relegati sui lati e in mezzo agli spettatori perché impossibile guadagnare il pit.

Aprono lo show le italianissime I’m Not A Blonde, al secolo Chiara Castello e Camilla Matley, gruppo elettropunk tra i più interessanti della scena musicale attuale: polistrumentiste e compositrici navigate, sia sul palco che in studio, la loro musica strizza un occhio sia all’elettronica anni ’80, per l’uso di synth e loop station, che al punk anni ’90 (alla Prozac+ per intenderci).
I ritmi sono incalzanti, i sintetizzatori corposi, la chitarra elettrica ammiccante, con cori all’unisono alternati a voci calde: insomma, una ventata di aria fresca per il panorama musicale del Bel Paese che, a breve, sarà rinvigorita dall’uscita del secondo album, dopo “Introducing I’m not a Blonde” del febbraio 2016; per chi fosse interessato sarà in presentazione il prossimo 25 gennaio al Biko di Milano.

Intorno alle 22.30 è la volta dei Wolf Alice, capitanati dalla bellissima Ellie Rowsell, voce e chitarra, una novella Debbie Harry per carisma e presenza scenica, accompagnata da Joff Oddie alla chitarra, Theo Ellis al basso e Joel Amey alla batteria.
Iniziano con “Heavenward”, tratta dall’ultimo album “Visions Of A Life” del 2017, un uragano di echo e riverbero che scivola sulla chitarra di Joff Oddie; il pubblico è in visibilio, nelle prime file si poga come non vedevo fare da molti anni; proseguono con i ritmi martellanti e le chitarre distorte di “Yuk Foo”, impossibile non pensare a Sonic Youth e Nirvana.
I quattro di Londra hanno grinta da far invidia a band ben più blasonate e riescono a proporre un mix di generi, suoni e sfumature sorprendente per la loro giovane età, senza però dimenticare le influenze melodiche tipiche del brit rock, evidenti soprattutto nei brani del primo album del 2015 “My Love is Cool”, in particolare con le più “radiofoniche” “Don’t Delete the Kisses” e “Beautifully Unconventional”.
Per chi non fosse riuscito a vederli ieri sera al Santeria – l’evento era sold out da tempo – può sempre rifarsi il 24  giugno in occasione degli I-Days di Milano, dove condivideranno il palco con QOSA e Offspring

Questa la setlist del concerto:

HEAVENWARD
YUK FOO
YOU’RE A GERM
YOUR LOVES WHORE
ST.PURPLE & GREEN
DON’T DELETE THE KISSES
PLANET HUNTER
BROS
SILK
LISBON
BEAUTIFULLY UNCONVENTIONAL
FORMIDABLE COOL
SADBOY
SPACE & TIME
MOANING LISA SMILE
VISIONS OF A LIFE
FLUFFY

Encore:

BLUSH
GIANT PEACH

Di seguito altre foto della serata, tutte della nostra Stefania D’Egidio ( http://www.instagram.com/stefania_degidio_photography )

I’m Not A Blonde:

Wolf Alice:

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.