Slider by IWEBIX

10/01/2018 : Septicflesh + guest (Bologna)

Pubblicato il 29/01/2018 da in Live report | 0 commenti


Visualizzazioni post:653

10/01/2018 : Septicflesh + Inquisition + Odious + Hierophant (Alchemica Club, Bologna)

Ricomincia l’attività live del nuovo anno con la prima data italiana del tour europeo dei Septicflesh. Dopo diverso tempo ho avuto il piacere di tornare all’Alchemica Music Club, luogo dell’evento e locale bolognese noto per la professionalità e la disponibilità dei suoi gestori. Arrivata sul posto c’era già una cospicua fila all’esterno, l’attesa di vedere in particolare Septicflesh e Inquisition previsti in scaletta, è stata delusa improvvisamente dalla notizia di un malore che ha coinvolto il batterista di questi ultimi, Incubus, che non ha permesso quindi alla band di esibirsi. L’amarezza è stata tanta per molti presenti, un episodio che però va al di là delle responsabilità degli organizzatori che hanno cercato di ridurre i malumori riducendo il prezzo del biglietto. La partenza dei concerti prevista per le ore 20 è stata posticipata quindi di circa un’ora e mezza, ciò nonostante non si sono notati segni di nervosismo, fornendo la possibilità ai ritardatari di arrivare in tempo e riempire il locale.

Hierophant

I primi a salire sul palco sono stati i ravennati Hierophant: avevo già avuto la possibilità di vederli dal vivo a novembre 2016 in occasione del release party del loro ultimo album “Mass Grave”, del quale sono stati riproposti brani anche in questa occasione. Nel frattempo però ci sono stati dei cambiamenti nella line-up con l ‘ingresso del bassista/cantante Fabio Carretti e l’ abbandono del cantante/bassista Giacomo e del chitarrista Steve. Ho ritrovato quindi la band sotto forma di trio, comunque omogeneo, confermando a mio avviso l’attitudine death della formazione e il sempre più udibile abbandono di tracce mathcore e sludge prediligendo ritmi sempre più cadenzati.

Hierophant

Sentenced to Death
Execution of  Mankind
Forever Crucified
Mass Grave
Trauma
In Decay
Eternal Void

Odious

Con l’ingresso degli Odious ci siamo addentrati sempre più nel fulcro della serata. Il gruppo egiziano è composto principalmente dai due membri Basem Fakhry alla voce e George Boulous alla batteria. Nonostante quindi la presenza di turnisti a completare il quartetto, la band ha proposto un buon black metal sinfonico: ho apprezzato particolarmente le influenze orientaleggianti del loro sound, non mi ha convinta pienamente invece l’impostazione gutturale della voce di Fakhry ma per puro gusto soggettivo. Ciò nonostante il pubblico ha accolto calorosamente la performance della band interagendo in particolare con il cantante, quest’ultimo molto contento di essere insieme al proprio gruppo per la prima volta in Italia a presentare i brani del loro album “Skin Age”.

Odious

Dungeon keys
A picture of a dead art
New mystery
Crystal clear
Al zar
Hot blood fumes

Septicflesh

Calata l’oscurità sull’Alchemica dai sipari con i simboli dei Septicflesh. Il  gruppo ellenico è apparso in gran forma: il cantante Seth ha invitato noi amici a farci trasportare dalle sinfonie: la scaletta ha spaziato da brani del nuovo album “Codex Omega” fino a grandi classici come “Prometheus” e “Pyramid God”, acclamati dal pubblico anche brani come “Communion” e “Anubis”. Nel finale il vocalist ha voluto dedicare la serata a Incubus e si è soffermato con un pensiero sull’importanza dell’arte, preambolo del nuovo brano in chiusura “Dark Art”. L’alchimia e l’interazione con il pubblico sono state tali che a fine concerto Seth si è inchinato ripetutamente in totale riconoscenza e insieme al batterista Kerim si sono trattenuti per stringere forte le mani dei loro fans o soffermarsi per qualche foto.

Septicflesh

Dante’s Inferno
Vampire from Nazareth
Martyr
Prototype
Pyramid God
Enemy
Communion
Prometheus
Portrait of the Headless Man
Anubis
Dark Art

Di seguito altre foto della serata, tutte realizzate dalla nostra oscura e tenebrosa Michela Olivieri.

Hierophant:

Odious:

Septicflesh:

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *