Slider by IWEBIX

Discordant Hemispheres : primi singoli online

Pubblicato il 30/01/2018 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:331

Riceviamo e pubblichiamo dalla band:

“Inferno+Paradiso” è il primo singolo dei Discordant Hemispheres, gruppo progressive metal romano  uscito il 27 Novembre 2017 e disponibile su YouTube, Spotify, SoundCloud, BandCamp e altre piattaforme.

Tutto a partire dai titoli dei brani e come vengono scritti è strettamente legato al nome della band. Trascritti in italiano sulla copertina, riportati in inglese nella track list, citati nei testi nella lingua più opportuna. Discordante è anche il legame con le melodie e strutture utilizzate per rappresentare ogni pezzo.

PARADISE (IS NOT HERE) è un titolo che rimanda a sensazioni di beatitudine, tranquillità e felicità. La musica invece scatena aggettivi opposti quali inquietudine, frenesia e rabbia. Un mix di tecnica strumentale, velocità esecutiva e rallentamenti sperimentali. Il tutto accompagnato sempre da una forte melodia.

Il testo usa la parola Paradiso in modo sarcastico ed illusorio.

HELL capovolge lo schema, contrapponendo un titolo duro ad una musica armoniosa composta solamente da piano e voce. Il testo entra in collisione con la musica per descrivere una situazione di vita difficile, usando il titolo come sfida del protagonista.

“Dicembre”, contenente la traccia “(24) Dicembre” è il secondo singolo dei Discordant Hemispheres uscito il 24 Dicembre 2017 e disponibile su YouTube, Spotify, SoundCloud, BandCamp.

Nulla è lasciato al caso, oppure il caso ci viene incontro. 

Nel periodo dove anche gli animi più fervidi trovano calma, causa le festività natalizie, la nostra musica si fa opprimente, cupa e dura. 

Non mancano sezioni dove gli strumentisti hanno potuto esprimersi con le loro capacità. 

Il testo nasce dalla lettura de IL PROCESSO di Kafka e ne prende solamente il lato più snervante, quello del non conoscere la causa di un qualsiasi problema o avvenimento. 

Dalla non conoscenza si innesca un meccanismo di moto perpetuo interiore che passa per stadi come l’angoscia, il vuoto, la rabbia senza avere mai la possibilità di applicare alcun tipo di soluzione alla situazione. La non conoscenza scaturisce l’impossibilità al contrattacco. 

Per quanto riguarda il (24) nel titolo, bè, è puramente DH

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.