Slider by IWEBIX

The Ficient : online il singolo “Nazinga”

Pubblicato il 2/02/2018 da in News | 0 commenti


Visualizzazioni post:1577

L’acciaio é ancora lucido: Nazinga, il singolo dei The Ficient

Il periodo è quello che va tra la morte di Kurt Cobain e l’11 settembre. L’ambientazione è la provincia italiana, precisamente la città di Trento. Un gruppo di ragazzi cerca la propria identità trovandola nel perineo tra metal e punk.

I The Ficient provocano, evocando i sentimenti più beceri e latenti di quel pubblico narcolettico post-lynchiano che, negli anni novanta, bazzicava nei circoli arci e nei centri sociali. Sul palco sfoggiano parrucche, vestiti femminili, corpse painting e grembiuli sudtirolesi.
Come coreografie usano poster di pornostar e croci di legno che vengono fatte a pezzi assieme a bambolotti rinchiusi in bare.
Sul pubblico piovono aeroplanini con foto porno scat.
Esso viene coinvolto da improbabili lotterie dove materiale pornografico viene regalato.
Il tutto in una salsa goliardica e scatologica dove il pubblico ha reazioni forti ed esplicite. Tuttavia gli insulti e il lancio di oggetti non fermano la band che, anzi, si carica e suona con ancora più convinzione. La provocazione di “GG” Allin, la controversia dei Death SS sono i riferimenti di questi ragazzi.

I The Ficient non hanno mai avuto l’onore di toccare grandi piazze ma bazzicavano tra i palcoscenici con un’attitudine degna di vere rockstar…delle rock star di provincia.

2018 La riesumazione

La deprimente scena musicale rock di questi giorni è formata da band che quasi si scusano per essere sul palco.
Un rock che non offende nessuno e quando prova a farlo fallisce miseramente.
Questa è la molla che porta a riesumare dalla cripta del rock dimenticato uno dei brani più significativi dei The Ficient: “Nazinga” remixato magistralmente dal tecnico che in loro ha sempre creduto, Sua Maestà Industriale Mauro Andreolli (R.S.U.)

Nazinga

In un universo parallelo esiste un paese chiamato Metalia dai cui cieli piomba Nazinga, un mega robot proibizionista che dilania chiunque provi ad offrigli della droga.
La sua nemesi è Thefi Robot, il robot drogato, con il quale combatte in quel duello ancestrale tra peccato ed astinenza.
Ma Nazinga è un robot tutto di un pezzo con i componenti saldati assieme: anche volendo non riuscirebbe a drogarsi perché le siringhe non sono in grado di bucare la sua invincibile corazza.
Forse le cose cambieranno quando Thefi Robot lo illuminerà! L’eroina si può anche sniffare!
Ma per ora spacca tutto e tutti e non si lascia minacciare dalle siringhe della droga.

“Per noi i The Ficient sono un’entità superiore e misteriosa, avvolta negli avvolti dove vennero combattuti epici concerti al tramonto del secondo millennio.”
The Bastard Sons of Dioniso

“The Ficient: li vedi una volta e prendi il morbo per sempre! Un vero deposito di controversie sociali e pubblico scandalizzato, ma se Nazinga è nei paraggi l’ordine sarà restituito in un baleno! The Ficient! That’s it! And more!!!”
Bullet-Proof 

“Il concerto metal migliore al quale sia mai stato. La provincia è l’unica scuola che io abbia mai avuto, quindi dico The Ficient. Nazinga e tante hit indimenticabili. Carne macinata sul pubblico e odore di ascelle. Niente è più stato lo stesso per me dopo quel concerto.”
Johnny Mox

https://www.facebook.com/TheFicient/

Nazinga su Spotify

Nazinga su iTunes

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.