Turma – Kraken (2017)

Titolo: Kraken
Autore: Turma
Genere: Brutal Death / Metalcore
Anno: 2017
Voto: 7+

Visualizzazioni post:1199

I napoletani Turma sono attivi dal 2008, anche se i notevoli mutamenti di line-up ci portano al 2012 per avere una formazione con la proposta attuale. Nati con un sound ispirato al thrash metal degli anni ’80 i Nostri hanno virato verso ritmi più decisi, un misto tra death metal e quello che oggi è definito metalcore. Durante gli ultimi anni la band si è fatta conoscere amche grazie alla partecipazione al Battle Bands per partecipare a Wacken; il disco “Kraken” vede la luce nel 2017 per Agoge Records.
L’album si apre con “Feel No Pain” anche se in realtà il muro sonoro provoca un discreto dolore; ritmiche tritaossa ed un sound compresso con il growl potente di Raffaele sopra ogni cosa. Difficile al primo ascolto rendersi conto di quello che succede, i pezzi sono veramente brevi ed in un attimo “Mortal Combat” devasta le casse. La vicinanza con il sound del brutal death di qualche anno fa è molta, prima che ipertecnicismi invadessero la scena. Qui ci sono riff duri e urla disperate che invitano al massacro collettivo, il riff di “Destroyer” accenna a qualcosa di melodico del death metal nordico, ma con la sessione ritmica questo sound viene reinventato ed interpretato in una veste differente. Ed ecco “Fifth Joint” a metà del disco che con meno di due minuti mette in mostra un incremento della difficoltà tecnica; meno ritmi “saltellanti” e tanti rapidi passaggi brutal death. La titletrack “Kraken” riporta al metalcore, un buon brano sicuramente anche se ha qualcosa di “già sentito”; l’inserimento di parti gutturali profondissime nonostante tutto fa la differenza. Uno dei brani più lunghi, ben oltre i quattro minuti, è “Rebecca’s Shield” dove la band riesce a mescolare bene i vari dettagli tra i generi estremi che sono tra le proprie corde. Si può notare un songwriting più vario rispetto ai primi pezzi, con cambi e alternanza di cadenzati. Si termina con “Magam” che è un altro brano brevissimo ma con un’elevata carica, più lineare per certi versi e che trova perfettamente il suo spazio all’interno del disco.
Un lavoro intenso ma troppo breve, circa 24 minuti di musica. Di certo “Kraken” è interessante, un misto tra Lamb Of God, Fear Factory e Meshuggah, ma anche tante altre band più estreme. La ricerca di una identità ha portato i Turma ad essere catalogati in un genere ma allo stesso tempo ad essere fuori dai soliti schemi. Le premesse sono interessanti per un futuro dove, spero, la band vada avanti a sperimentare.

Tracklist:
01. Feel No Pain
02. Mortal Combat
03. Destroyer
04. Fifth Joint
05. Kraken
06. Forgotten
07. Rebecca’s Shield
08. Magam

Line-up:
Raffaele Berisio – Vove
Lello Di Lorenzo – Chitarra
Giuseppe Cipollaro – Chitarra
Fabrizio La Manna – Basso
Ciro Troisi – Batteria

Facebook: https://www.facebook.com/Turma-Official
Etichetta Agoge Records – www.agogerecords.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.