Necrodeath – The Age Of Dead Christ (2018)

Titolo: The Age Of Dead Christ
Autore: Necrodeath
Genere: Thrash Metal / Black Metal
Anno: 2018
Voto del redattore HMW: 9
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:1665

Signori e signore è con immenso onore e piacere che mi accingo a recensire l’undicesima fatica discografica degli italianissimi Necrodeath, una band nata esattamente trentaquattro anni fa a Genova e che, dopo anni di gavetta e di duro lavoro, è diventata un’autentica icona del metal estremo.
Questo nuovo cd ha l’onore e l’onere di essere il successore dell’ottimo “The 7 Deadly Sins” uscito nel 2014 ma soprattutto ha il pregio di farci riascoltare e riapprezzare le sonorità che avevano caratterizzato il demo “The Shining Pentagram”. Per farsene una chiara idea basta dare un’occhiata alla splendida ed altamente sinistra copertina ed alla grafica del logo che non fa presagire nulla di buono: ed è effettivamente così perché i nostri “malefici” musicisti oltre a regalarci un vero e proprio “ritorno” alle sonorità degli esordi sono riusciti a produrre un disco addirittura migliore del precedente.
Sin dalla prima microtraccia l’ascoltatore sarà letteralmente travolto dal puro, inimitabile, violentissimo, inconfondibile ed altamente marcio thrash/black di chiara matrice anni ’80 che riesce a dare gli stessi brividi e le stesse sensazioni che mi aveva regalato quel capolavoro di malvagità targato 2006 che rispondeva al nome di “100% Hell”. Siamo dinanzi ad un cd tempestato sino alla fine da terrificanti sfuriate metalliche mozzafiato ed assassine. Per farsene una chiara idea basta ascoltare “The Whore Of Salem”, un’autentica mazzata in pieno stile black caratterizzata da tempi velocissimi, dal cantato scream del carismatico, geniale e talentuoso Flegias e da un ritornello dannatamente emozionante che entra subito in testa e sembra creato appositamente per essere urlato a squarciagola in sede live e che fa da vero e proprio apripista per l’irrompere della violentissima “The Master Of Mayhem” che, dopo uno stranissimo inizio a base di percussioni, si lancia a capofitto in un velocissimo e terrificante riff che fa tornare in mente i vecchi fasti dei maestri Slayer grazie anche all’indemoniata e titanica prova dietro le pelli di quella macchina da guerra che risponde al nome di Peso.
La band ci regala un momento, per così dire, di tregua durante l’esecuzione di “The Order Of Baphomet”, un brano heavy ma al tempo stesso dannatamente oscuro e caratterizzato da un egregio lavoro di chitarra e sezione ritmica completato, manco a dirlo, dalle splendide linee vocali di Flegias. Ma è, come suol dirsi, la quiete prima della tempesta che si scatena con tutta la sua potenza e la sua violenza con “The Kings Of Rome”, un’altra terrificante mazzata sonora in continuo bilico tra thrash e black. Una citazione a parte merita sicuramente “The Return Of The Undead”, una traccia che ci riporta sino agli esordi della band ed è impreziosita dalla presenza, come guest vocals, di A.C. Wild, una vera e propria leggenda del metal italiano. Con “The Crypt Of Nyarlathotep”, traccia dedicata ad uno dei personaggi delle opere di Lovecraft e “The Revenge Of The Witches” si ritorna sui lidi del thrash/black oscuro e senza tregua grazie anche al malefico e malvagio Flegias che alterna parti pulite ad altre che sfiorano addirittura il growl. Ma la vera ciliegina sulla torta arriva durante l’esecuzione della title-track, una traccia in cui la band tocca addirittura i lidi del doom.
Per concludere non resta che fare i complimenti alla band per averci regalato, grazie ad una produzione a dir poco maniacale che ha curato al meglio ogni minimo particolare, un vero e proprio capolavoro che, ne sono certo, diventerà uno dei classici del thrash/black italiano e non solo e si candida, senza il benchè minimo dubbio, ad essere uno dei migliori dischi dell’anno. Considerando che quest’estate i Necrodeath saranno presenti all’Agglutination Festival in quel di Chiaromonte (PZ), chi ci andrà avrà l’onore ed il piacere di poterli vedere dal vivo e lasciarsi travolgere dalla loro potenza e dalla loro energia.

Tracklist:
01 – The Whore Of Salem
02 – The Master Of Mayhem
03 – The Order Of Baphomet
04 – The Kings Of Rome
05 – The Triumph Of Pain
06 – The Return Of The Undead
07 – The Crypt Of Nyarlathotep
08 – The Revenge Of The Witches
09 – The Age Of Dead Christ

Lineup:

Flegias – Vocals
Pier Gonella – Guitar
GL – Bass
Peso – Drums
A.C. Wild – Guest Vocals on Track 6

Sito Internet: http://www.necrodeath.net
Facebook: https://www.facebook.com/necrodeath.official
Etichetta Scarlet Records – http://www.scarletrecords.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.