Spartan Warrior – Hell To Pay (2018)

Titolo: Hell To Pay
Autore: Spartan Warrior
Genere: N.W.O.B.H.M. / Heavy Metal
Anno: 2018
Voto del redattore HMW: 6/7
Voto dei lettori: 6.8/10
Please wait...

Visualizzazioni post:1857

La Pure Steel Records ci porta in Inghilterra con la nuova uscita degli Spartan Warrior, eroi minori del periodo N.W.O.B.H.M.. La band di Sunderland è nota tra gli appassionati per due album dei primi anni ottanta, “Steel N’ Chains” (1983) e “Spartan Warrior” (1984); discreti lavori, diretti e carichi di energia, ma dal modesto riscontro di vendite. La band dei fratelli Wilkinson è tornata su disco nel 2010 con “Behind Closed Eyes”, lavoro caratterizzato dalla presenza di nuove composizioni e vecchi pezzi risalenti agli anni ’80. Dopo aver continuato a suonare dal vivo, eccoli nuovamente alle prese con un album di inediti, tutti realizzati per l’occasione.
Hell To Pay” è il manifesto perfetto per la musica degli Spartan Warrior, che non hanno spostato di una virgola le proprie coordinate e sono rimasti fedeli allo stile che li contraddistingue fin dagli albori. Sicuramente pescando tra l’heavy rock di UFO, Saxon, Van Halen, Judas Priest, etc… ritroverete le origini della loro proposta. La formazione è cambiata per ben tre quinti rispetto a “Behind Closed Eyes” (solo Dave e Neil sono rimasti al posto di comando), ma la presenza di nuovi compagni “d’armi” non ha influito a livello compositivo. La pregevole copertina, perfetta rappresentazione dei contenuti lirici dell’album – un peccatore sul letto di morte la cui anima viene reclamata all’inferno – non passerà di certo inosservata.
Nel disco si alternano brani più o meno veloci, tutti molto diretti e semplici nella struttura, d’impatto, suonati con energia e marchiati dalla voce ruvida e un poco sgraziata di Dave Wilkinson.
La traccia d’apertura è quella che dà il titolo all’album e i ritmi sono già sostenuti. La stessa intensità la ritroviamo anche in “Court Of Clowns”, “Walls Fall Down” e “Fallen”. Proprio nel mezzo è stata inserita anche una ballad, “Something To Believe”, utile a spezzare il ritmo, ma invero piuttosto superflua. Non ci sono eccessivi cali qualitativi durante l’ascolto e neppure numeri da capogiro (un po’ come era stato per i loro lavori passati), così alla fine resta la piacevole sensazione di un disco comunque riuscito. Lunga vita agli Spartan Warrior e alla N.W.O.B.H.M.!

Tracklist:

01. Hell To Pay
02. Bad Attitude
03. Letting Go
04. Court Of Clowns
05. Something To Believe
06. Walls Fall Down
07. Shadowland
08. Covered In Lust
09. Fallen
10. In Memorium

Line-up:

Dave Wilkinson – voce
Neil Wilkinson – chitarra
Dan Rochester – chitarra
Tim Morton – basso
James Charlto – batteria

Facebook: https://www.facebook.com/spartanwarriorofficial
Bandcamp: https://spartanwarrior.bandcamp.com/
Etichetta: Pure Steel Records

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.