Crying Steel – Stay Steel (2018)

Titolo: Stay Steel
Autore: Crying Steel
Genere: Heavy Metal
Anno: 2018
Voto del redattore HMW: 8.5
Voto dei lettori:
Ancora nessun voto. Vota adesso!
Please wait...

Visualizzazioni post:1330

A ben cinque anni dal precedente “Time Stands Steel”, è finalmente tempo per i mitici Crying Steel di aggiungere un nuovo tassello alla loro discografia attraverso “Stay Steel”, album numero quattro per la band ed il terzo da quando sono tornati in piena attività. Ansiosamente atteso dal sottoscritto, “Stay Steel” è stato pubblicato a metà giugno dall’etichetta tedesca Pride & Joy Music e, oltre all’esordio su disco del chitarrista JJ Frati (ormai da diversi anni nei ranghi della band), si avvale dell’operato – anche se solo in studio – di un fuoriclasse del microfono come Tony Mills (TNT, Shy, Siam)!
Confesso che alla vista della copertina ho sgranato gli occhi, in primis per la bella signorina che ne è protagonista, in seconda battuta perchè mi ha fatto pensare quasi istantaneamente al mitologico “On The Prowl”: eh sì, perchè se l’album di ritorno “The Steel Is Back!” rappresenta un vero e proprio blocco d’acciaio ed il successivo “Time Stands Steel” mostra venature atmosferiche ed elementi differenti, con il nuovo “Stay Steel” siamo al cospetto di quello che è il disco più variegato realizzato dai Crying Steel del nuovo millennio e per varietà di contenuti è sicuramente il più vicino al loro splendido debut album
Il nuovo arrivato in casa Crying Steel è un disco tanto energico e dinamico quanto ricco di ottime melodie, composto da dodici brani freschi e coinvolgenti, dove il rovente heavy metal tipico della band felsinea costituisce una solida base – più o meno evidente a seconda dei pezzi – che viene ampliata attraverso ramificazioni hard rock e, in misura minore, rimandi ad un certo heavy metal a stelle e strisce.
Capacità, classe ed esperienza abbondano nei ranghi della band ed emergono con veemenza da pezzi vibranti come la travolgente opener “Hammerfall” e la sferzante “Speed Of Light” intervallati dalle cadenze massicce di “The Killer Inside”, brano che dal vivo promette headbanging e pugni al cielo tanto quanto la più epica “Warriors”, altro ottimo esempio di mid tempo di grande fascino.
Introdotta da un pianoforte (!) “Born In The Fire” sembra essere una ballata, salvo poi acquisire consistente potenza ed assestarsi su coordinate metalliche dal sapore americano: anche “Crank It Up” ricorda il nuovo continente e ci proietta sulle strade californiane degli eighties attraverso un hard & heavy corale e divertente. Da citare anche l’ottima “Raise Your Hell”, pezzo esplosivo con una parte finale più ariosa ed evocativa e l’affilata “Name Of The Father” sostenuta da ritmiche martellanti, ma è nella sua interezza che “Stay Steel” convince appieno, completamente privo di passaggi a vuoto!
Ottimamente registrato, l’album ci regala poco meno di un’ora di musica di grande qualità su cui – senza nulla togliere al grandioso contributo offerto dagli altri musicisti – imperversano le vocals di Tony Mills, autore di una prova eccellente: dunque, i Crying Steel si ripresentano in forma strepitosa, forti di un lavoro fresco, divertente ed ispirato come non mi capitava di apprezzare da tempo e che, previsione facile facile visti i contenuti, si candida sin da ora per un posto tra le migliori uscite di quest’annata metallica! “Stay Steel”: acquisto non consigliato.. obbligatorio!

Tracklist:

1. Hammerfall
2. The Killer Inside
3. Speed Of Light
4. Born In The Fire
5. Blackout
6. Barricades
7. Raise Your Hell
8. Crank It Up
9. Sail The Brave
10. Name Of The Father
11. Warriors
12. Road To Glory

Line-up:

Tony Mills – voce
Franco Nipoti – chitarra
JJ Frati – chitarra
Angelo Franchini – basso
Luca Ferri – batteria

Facebook: www.facebook.com/CryingSteel
Etichetta Pride & Joy Music – www.prideandjoymusic.de

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.