King Company – Queen Of Hearts (2018)

Titolo: Queen Of Hearts
Autore: King Company
Genere: Hard Rock
Anno: 2018
Voto: 7+

Visualizzazioni post:557

Ah, le donne: croce e delizia del genere umano! Come si farebbe senza di loro! Non so immaginare un mondo senza il gentil sesso: con la loro bellezza, ma anche con il loro amore, sanno davvero rendere felici noi uomini, coccolandoci e facendoci sentire dei veri e propri re, ma se le trattiamo male e si arrabbiano, sanno essere vendicative e spietate. La regina di cuori dei King Company si rifà sicuramente alla storia concepita da Lewis Carroll nel “Paese delle Meraviglie”, dove la Regina è l’allegoria di una caratteristica negativa dell’età adulta e l’uomo o la donna s’irritano di continuo e per motivi futili solo per creare confusione.
I nostri nordici eroi adorano per fortuna il genere femminile (e non solo loro) e in un certo senso in quest’ottimo ritorno discografico ne fanno proprio una filosofia di vita e d’ispirazione nel comporre la propria musica.
Il batterista e leader Mirka “Leka” Rantanen (Raskasta Joulua, Warmen, Thunderstone, Kotipelto), ha formato questa nuova band di hard rock melodico in pieno stile classico, seguendo le orme dei grandi Rainbow e dei mitici Deep Purple, chiamando gli artisti con cui ha lavorato in passato e che conosce sia come ottimi professionisti, sia come inseparabili amici. Ha ingaggiato il chitarrista Antti Wirman (Warmen), che è stato il primo ad aderire, poi lo sfortunato cantante Pasi Rantanen (Thunderstone, Warmen), che era nella mente di Mirka fin dall’inizio del progetto, il tastierista Jari Pailamo (Kiuas, Ponies To Kill) e alla fine il bassista Time Schleifer (Enfarce).
Fortunatamente, avendo molti contatti nel settore discografico, dopo un po’ di gavetta e dopo vari concerti in patria Mirka ha stipulato un contratto discografico con la famosa e irriducibile casa discografica Frontiers Records, leader nel settore del rock melodico internazionale. Nel 2016 gli scandinavi debuttano con l’album “One For The Road”, che riceve ottime recensioni in tutto il mondo. Nel 2017, dopo varie esibizioni in Finlandia, il cantante Pasi, colpito da gravi problemi alle corde vocali, decide a malincuore di lasciare la carriera di singer ma rimane nel nuovo gruppo come produttore vocale contribuendo nell’agosto di quest’anno a terminare le registrazioni per il secondo album dei finnici.
Grazie al potere della tecnologia i King Company ingaggiano tramite YouTube l’italo-argentino Leonard F. Guillan, che non fa rimpiangere il predecessore e si dimostra un grande cantante, soprattutto dal vivo. Il disco è trasportato dallo spirito e dalle sonorità hard rock tradizionali dei favolosi anni ’80, dove i cinque vichinghi fanno razzia di melodie e ritornelli indovinati, senza inventare comunque niente di nuovo.
Il loro regno parte dal mix dinamico e melodico della prima canzone “Queen Of Hearts”, che ricorda il sound dei maestri Whitesnake, per continuare con la grintosa “One Day Of Your Life” – dove le tastiere e la chitarra si fondono avvicinandosi a sonorità legate ai bravissimi Eclipse – e con la dolcissima ballata “Stars”, che con le sue tastiere iniziali proviene direttamente dagli indimenticabili eighties.
“Living In A Hurricane” contiene un intro potente che ne fa un brano di hard rock roccioso, piacevole da ascoltare perché più metal rispetto alle prime tracce. Ottimo l’assolo del virtuoso Antti Wirman ma fantastica pure la sonorità di rock classico del pezzo, messa in risalto da un ritmo emozionale e dai toni morbidi della tastiera. Carina la melodia di “Under The Spell”, che propone le amate sensazioni incarnate nell’era rock degli anni ’80, mentre il lento super melodico “Never Say Goodbye risalta l’aspetto romantico e sdolcinato del gruppo nordeuropeo. “Berlin” ha un forte riff d’apertura, un assolo di chitarra ossessionante ma pesante e una tonalità vocale da brividi che promuove Guillan a pieni voti. A questo punto del platter, le tastiere climatiche di Pailamo in “King For Tonight” preparano il palcoscenico per voci e cori melodici elevati all’ennesima potenza, in pieno stile AOR. La stessa cosa avviene nello zuccheroso brano “Living The Dream”, che è orchestrale e acusticamente ben eseguito. Dopo questa pausa di amore senza confini, l’hard rock riprende con l’accattivante “Arrival”, che prende il via con chitarre dai suoni scricchiolanti, atmosfere ondulate e riff in forte espansione che ricordano il sound anni ’70 degli attuali e vicini svedesi Europe.
Chi è in cerca di vera passione ed emozioni sonore legate ai maestri dell’hard rock degli anni ‘80 può ascoltare tranquillamente e piacevolmente “Queen Of Hearts” in auto durante un lungo viaggio o seduto in poltrona a bere una birra a casa, riflettendo e pensando agli amori della propria vita. Riff efficaci, assoli potenti, groove energici, voci spigolose fanno dei finlandesi un gruppo interessante e con un futuro roseo.
Per i King Company questa seconda fatica discografica è stata quindi ben superata, anche se manca un po’ di originalità ma oggi purtroppo è difficile creare qualcosa di innovativo in questo genere musicale. La stessa cosa si può dire sulla loro giusta concezione delle donne, che rimangono per noi maschiacci un piccolo mondo da scoprire e da capire. Forse l’unica cosa che dovremmo far nostra è che le donne sono dei grandi tesori dedicati a noi uomini e quindi è giusto coronarle come delle vere e proprie regine. Cosa che purtroppo facciamo poco.
Le nostre “regine” vanno quindi venerate ogni giorno perché rappresentano la vita e soprattutto il regalo più bello che il creatore abbia fatto all’intera umanità, altrimenti rischiamo di fare la stessa fine del re di cuori raffigurato nell’artwork del disco. Buon ascolto!

Tracklist:

1 – Queen Of Hearts
2 – One Day Of Your Life
3 – Stars
4 – Living In A Hurricane
5 – Under The Spell
6 – Never Say Goodbye
7 – Learn To Fly
8 – Berlin
9 – King For Tonight
10 – Living The Dream
11 – Arrival

Line–up:

Leonard F. Guillan – voce
Antti Wirman – chitarra
Jari Pailamo – tastiera
Time Schleifer – basso
Mirka “Leka” Rantanen – batteria

Sito ufficiale: http://www.kingcompanyband.com/
Facebook: https://www.facebook.com/kingcompanyofficial/
Etichetta Frontiers Records – http://www.frontiers.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.