Inglorious – Ride To Nowhere (2019)

Pubblicato il 4/03/2019 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: Ride To Nowhere
Autore: Inglorious
Genere: Hard Rock
Anno: 2019
Voto: 9

Visualizzazioni post:228

Gli Inglorious sono uno di quei gruppi che ti fanno innamorare della loro musica al primo ascolto perché sono riusciti ad avere una propria personalità nonostante le tante influenze musicali degli anni ’70 da cui prendono spunto. Negli ultimi tempi molte nuove band che prendono spunto dal passato hanno ricevuto un grande sostegno dalle radio e dai media in generale ma sinceramente non trasmettono nulla di appassionante perché sembrano non avere interesse a creare un suono proprio e alternativo. “Ride To Nowhere” mostra ancora una volta la classe pura dei britannici che continuano imperterriti in una loro crescita artistica fatta di maturità professionale e di grande abilità nel suonare. Il leggendario Kevin Shirley (Led Zeppelin, Aerosmith) ha prodotto anche questa terza opera degli inglesi, ammorbidendone i suoni e rendendoli appetibili sia a livello melodico e sia a livello commerciale.
Questo aspetto si sente subito dal primo singolo “Where Are You Now”, che è una traccia leggermente diversa rispetto a quello che è stato proposto in passato, ma possiede ancora quell’incredibile sound per cui gli Inglorious sono diventati famosi. Dall’astuto lavoro di tastiera e al grande impulso del basso di “Where Are You Now”, si passa alle bellissime melodie e sfumature blues della quasi ballata “I Don’t Know”, per continuare con lo sbalorditivo assalto rock di “Freak Show”. Apprezzerete il lento acustico “Glory Days” che è il gioiello assoluto del disco e che mostra non solo tutte le influenze del rock and roll dei seventies, ma anche lo stile e l’interpretazione di una band di rock moderno. Ed è questo punto quello più interessante perché il gruppo, famosissimo in Inghilterra, con quest’ultima fatica discografica compie una metamorfosi che sarà discutibile per gli specialisti del settore e per i fans più ortodossi ma che a livello pratico proietta il combo verso prospettive di maggior successo.
La forza e l’adrenalina degli Inglorious sono sempre i riff, le melodie istantanee, l’elevato songwriting e la voce unica di Nathan James che è un cantante meraviglioso. Credo che in questo momento il singer sia anche angosciato per ciò che è avvenuto qualche mese fa quando comunicò lo split di alcuni membri della formazione e penso che vedere l’uscita di questo bellissimo album senza Andreas, Andrew e Colin sia per lui una cosa strana perché del gruppo da lui fondato è rimasto solo il batterista Phil Beaver.
E’ un vero peccato che questa line-up sia priva adesso di musicisti di valore che hanno contribuito al successo della formazione inglese perché questo cd è superbo e proietta la band verso la consacrazione internazionale. Per i supporters l’unica consolazione al momento è di ascoltare questo nuovo platter e farsi trasportare dalla straordinaria melodia di “Never Alone”, che è una canzone fatta di classe infusa e di blues o dall’orecchiabile “Liar” che è valorizzata dalla profonda e calda voce del fantastico vocalist.
Non è una novità indicare James come il nuovo David Coverdale al quale peraltro si ispira. Basta ascoltare le affascinanti canzoni hard rock “Tomorrow” e “Queen” per sentire le tante affinità con i Whitesnake. “Time To Go” è una traccia trascinante con un ottimo riff, un’interpretazione vocale fenomenale e si può considerare una vera e propria commemorazione dell’hard rock classico. Infine la titletrack “Ride To Nowhere” aggiunge una bella profondità all’album poiché ha uno stile diverso rispetto ai brani precedenti, ha un groove moderno e lontano da quello classico degli anni ’70 e ’80.
Quest’ultima opera investe gli Inglorious come una delle migliori band hard rock in circolazione ma lascia delle ombre sulla direzione artistica futura. Nessuno sa bene da quale parte andrà Nathan con i nuovi arrivati: il bassista Vinnie Colla e i chitarristi Danny Stevens e Danny Dela Cruz. Posso solo scrivere che questo lavoro discografico dividerà pubblico e critica e potrebbe essere la fine dell’inizio o un nuovo capitolo nella breve storia dei rockers anglosassoni. Nel frattempo gettatevi con quest’album nel revival glorioso del formidabile hard rock degli anni settanta e primi anni ottanta, sfiorato da un tocco di blues che non guasta mai e che renderà sicuramente le vostre giornate più allegre.

Tracklist:

1 – Where Are You Now
2 – Freak Show
3 – Never Alone
4 – Tomorrow
5 – Queen
6 – Liar
7 – Time To Go
8 – I Don’t Know
9 – While She Sleeps
10 – Ride To Nowhere
11 – Glory Days

Line–up:

Nathan James – voce
Andreas Z Eriksson – chitarra
Andrew Lowe – chitarra
Colin Parkinson – basso
Phil Beaver – batteria

Sito ufficiale: http://inglorious.com/
Facebook: https://www.facebook.com/weareinglorious
Etichetta Frontiers Records – http://www.frontiers.it

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.